GASPARE DEI PAZZI Di Arezzo

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1407      GASPARE DEI PAZZI  Di Arezzo. Fuoriuscito di Firenze.

+ 1410 ca.

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

……………

Milita inizialmente nelle compagnie di Ceccolo Broglia.

1386
Giu. Marche Con Angelo da Ramazzano viene assoldato da Onofrio Smeducci. Aiuta quest’ultimo ad impadronirsi della signoria di San Severino Marche a spese dello zio Bartolomeo.
1391
Apr. Antipapa Chiesa Umbria

Con Tommaso di Petruccio, alla testa di 300 cavalli e 600 fanti, soccorre i difensori del castello di Spoleto assediati da mesi dai pontifici. Occupa la bastia di Monteluco, vi introduce molto frumento, fave ed altri legumi nonché alcuni fanti nel cassero. Gli spoletini si impadroniscono poco dopo della bastia e delle vettovaglie contenutevi.

1404
Gen. Milano Rossi Emilia

Con Martino da Faenza si trova a Borgo San Donnino (Fidenza) agli ordini di Ottobono Terzi.

Feb.

 

Fidenza

 

Terzi Emilia

Si ribella al Terzi, costituisce con Martino da Faenza, fra Ruffino da Mantova e  Giovanni Marzano la “Società Armigera di Borgo San Donnino”; cattura i  funzionari del Terzi. Il Pazzi è dipinto come traditore, seduto su uno scranno sopra una forca con dieci compagni impiccati per i piedi.

Primavera

 

Fidenza

 

Terzi Rossi Emilia

Contrasta, sempre da Fidenza, il Terzi e Pietro dei Rossi che si sono impossessati di Parma.

Giu.

 

Fidenza

 

Parma Emilia

Si allea con i Pallavicini ed i Rossi per distruggere la potenza del Terzi nel parmense.

1405
…………. Napoli Chiesa
Dic. Pisa Firenze 180 lance Umbria e Toscana

Muove da Perugia e giunge a Radicofani. I fiorentini incaricano Muzio Attendolo Sforza di assalirlo con 600 cavalli sulla strada di Volterra. Il Pazzi elude in un primo momento la sorveglianza degli avversari e si volge su Massa Marittima; è assalito sul fiume Cornia mentre esce in disordine da un bosco con un numero di uomini inferiore agli avversari; per altre fonti, è sorpreso di notte nel suo campo. Si salva con diciannove cavalli; gli altri (180 lance) sono tutti fatti prigionieri con Paolo da Pisa; si rifugia prima nel castello di Massa Marittima (dal quale i fiorentini  sono respinti a colpi di balestra e con pietre) e poi a Pisa.

1406
Primavera Ubaldini C.di Castello Umbria

Affianca Ottaviano degli Ubaldini ai danni di Città di Castello; entra nella località e ne esce per mancanza di foraggio per la cavalleria.

Lug. Umbria e Marche

E’ sorpreso a Pietralunga  con il conte Rosso dall’Aquila, Cione da Siena ed Ottaviano degli Ubaldini. Incalzato dagli avversari si rifugia nel Montefeltro nel castello di Monte del Breve. Il castello è conquistato ed è fatto prigioniero dagli avversari con ventidue caporali; solo l’Ubaldini sfugge alla cattura con il favore di alcuni castellani.

1410

Muore.

 CITAZIONI

-“Strenuo homo d’arme et rebello de Fiorentini.” MINUTI

-Con Angelo della Pergola “Utrique viri fortes et bello clari.” CRIVELLI

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email