FRANCESCO DA MARANO Di Vicenza

0
1455

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1003      FRANCESCO DA MARANO  Di Vicenza.

  • 1510 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1482
Ago.NapoliUomo d’armeLazioE’ fatto prigioniero nella battaglia di Campomorto.
1495
Giu. lug.VeneziaFranciaVenetoGli sono consegnate due paghe per combattere i francesi. A luglio prende parte alla battaglia di Fornovo.
Ago.100 fantiPiemonte

Si trova all’assedio di Novara. Con Gorlino Tombesi ed altri capitani si impadronisce del bastione e del rivellino posti vicino alla Porta del borgo di Sant’Agapito e dà alle fiamme i rastrelli. Nel rivellino sono catturati due francesi ed un sabaudo con un passavolante e due archibugi.

Nov.150 fanti
1496VeneziaFranciaRegno di Napoli
1497
Sett.VeneziaFirenzeToscanaViene inviato con la sua compagnia in Toscana in soccorso dei pisani.
1498
Apr.Toscana

Prende parte alla difesa di Vicopisano; con Giacomo di Tarsia respinge un attacco portato da Carlo da Cremona che costa ai fiorentini la cattura di tale condottiero con 30 fanti.

Ago.Toscana

Difende ancora Vicopisano con Marco Coppo: respinge un primo attacco fiorentino che termina con l’uccisione di due bombardieri. Presto la guarnigione (800 fanti) scema di numero per la diserzione di 200 fanti intimoriti dall’ azione di Paolo Vitelli. Assalito nuovamente, si arrende a patti al capitano avversario. Il Vitelli  emana una grida nella quale minaccia il taglio delle mani a tutti gli schioppettieri ed a tutti i bombardieri catturati come è già avvenuto in precedenza alla conquista di Buti. In uno degli assalti il da Marano viene ferito al petto da una pietra staccatasi da un muro per un colpo di artiglieria.

1499
Mag.PisaFirenzeToscanaRimane in Toscana e passa al soldo dei pisani a seguito della pace raggiunta tra veneziani e fiorentini.
Ago.Venezia105 fanti
Sett.LombardiaDi stanza a Pizzighettone.
1500
Nov.60 fantiLombardiaA Cremona, con 60 provvigionati.
1501Lombardia

Reprime in Cremona la congiura organizzata da Paolo Ponzoni: occupa la porta del campanile di Sant’Agata e vi cattura il Ponzoni che sarà  impiccato.

1502
Dic.Lombardia30 fanti della sua compagnia sono trasferiti agli ordini diretti di Francesco Calzone.
1503
Nov.LombardiaA Cremona. Si offre di lasciare la città per andare a combattere a Faenza.
1509
Feb.VeneziaFrancia300 fantiLombardiaE’ ancora segnalato alla guardia di Cremona.
Mag.500 fantiLombardia

Difende Cremona con Francesco Calzone;  ha ai suoi ordini 500 provvigionati. All’ avvicinarsi dell’ esercito avversario gli abitanti insorgono ai danni dei veneziani;  i fanti bresciani e bergamaschi si ammutinano. Il da Marano deve abbandonare la città.

Ott.Vicenza

Ritornato a Vicenza viene imprigionato dagli imperiali;  è consegnato ad una squadra di cavalli borgognoni.

Ott.VenetoRitornato a Vicenza, viene imprigionato dagli imperiali. E’ consegnato ad una squadra di cavalli borgognoni.
1510
Giu.VenetoLiberato, si porta al campo di Brentelle, nei pressi di Padova, alla ricerca di una condotta. Rientra a Vicenza deluso nelle sue aspettative.
……….Muore.

 CITAZIONI

-“Fu l’istesso tempo riputato soldato di somma fedeltà e valore.” PAGLIARINO

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi