FRANCESCO DA CALBOLI

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Condottieri di ventura

0328      FRANCESCO DA CALBOLI  Di Forlì. Signore di Calboli, Rocca San Casciano, Montebello, Predappio. Figlio di Paolo.

+1382 (luglio)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1356
Mar. Chiesa Forlì Marche Romagna

Si trova ad Ancona con Pagano ed Azzo degli Orgogliosi; di seguito si incontra a Bologna con il cardinale legato Egidio Albornoz. E’ accolto con grandi festeggiamenti; viene nominato suo consigliere e gli è dato il comando di un contingente di armati. Si unisce con i pontifici per combattere gli Ordelaffi.

Lug. Romagna

Si congiunge con i fuoriusciti nel forlivese e si fortifica a San Valeriano sul Livia.

1363
Dic. Romagna

Il giorno di Natale è a Forlì con il cardinale Albornoz ed i rappresentanti delle famiglie nobili della città. A tutti il prelato offre come impresa araldica la propria arma. Francesco da Calboli preferisce conservare quella della propria famiglia: un’ aquila rossa in campo bianco ed un drago verde sotto gli artigli dell’ aquila con gigli gialli in campo azzurro.

1366 Emilia

Viene nominato podestà di Bologna per il secondo semestre.

1367
Giu. Lazio

Si reca a Viterbo per accogliervi il papa Urbano V che ha lasciato Avignone.

Lug. Emilia

Rientra a Bologna.

1368
………….. Emilia

Podestà a Bologna per il primo semestre.

Sett. Siena Impero Toscana

Agli stipendi dei senesi come conservatore della città. Al comando di 200 barbute cerca di opporsi a Porta Camollia all’ingresso in Siena delle milizie imperiali capitanate da Galeotto Malatesta Ungaro e coadiuvate dai Salimbeni.

1371 Romagna

Rientra in Forlì. Diviene signore di Ferazzano.

1376
Gen. Chiesa Ordelaffi Romagna

E’ scacciato da Forlì dai partigiani di Sinibaldo Ordelaffi, entrato nella città a spese dei pontifici. Le sue case sono messe a sacco.

………….. Firenze Chiesa Romagna

Appoggia i fiorentini e li aiuta a conquistare Galeata e Modigliana.

1378 Romagna

Ha gravi controversie con il vescovo di Bertinoro.

1379
Mag. Romagna

Ha fine la lite con il vescovo di Bertinoro;  gli viene data in affitto Rocca San Casciano.

1381
Apr. Romagna

Si dà in accomandigia ai fiorentini dietro l’obbligo di offrire ogni anno un palio di seta per il giorno di San Giovanni Battista.

1382
Lug.

Muore a Firenze a fine mese. Lascia nel suo testamento al comune di Firenze il possesso di tredici castelli (Perticeta, Monte Cerro, Orzarnola, San Donnino, Calboli, Bussolano, Monsignano e Villa Corvina, Rocca San Casciano in Casatico, Montebello, Predappio, San Casciano in Perrino, Monte San Pietro, Salto di Fiumana de’ Raibi).

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleFRANCESCO CORSO
Next articleFRANCESCO DA CANTIANO
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email