FRA CESARE GONZAGA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

0785      FRA CESARE GONZAGA  Cavaliere gerosolimitano.

1476 – 1512

Anno, mese

 

Stato. Comp. ventura

 

Avversario

 

Condotta

 

Area attività

 

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

 

………

 

Urbino

 

 

 

50 lance

 

 

 

E’ segnalato al fianco del duca di Urbino Guidobaldo da Montefeltro.

1502

 

Urbino

 

Chiesa

 

 

 

Marche

 

Segue il Montefeltro nel suo esilio quando costui viene scacciato dal ducato di Urbino dalle truppe di Cesare Borgia.

1503

 

Urbino

 

Chiesa

 

 

 

Marche

 

Affianca sempre il Montefeltro al recupero del ducato di Urbino. E’ testimone all’atto di adozione di Francesco Maria della Rovere.

1504 Marche Sempre al servizio del duca di Urbino con il cugino Baldassarre Castiglione.
1508    

…….. Chiesa

 

 

 

 

 

Marche

 

Viene nominato da Giulio II commissario del Montefeltro.

Ott.

 

 

 

 

 

 

 

Romagna

 

A Cesena. Discute a tavola con il della Rovere che, irato, sfodera la spada. Il duca di Urbino è calmato a stento.

1509

 

Chiesa

 

Venezia

 

 

 

Romagna

 

Prende parte all’assedio di Brisighella ed alla conquista della Val di Lamone.

1511      

Gen.

 

Chiesa

 

Francia

 

 

 

Emilia

 

All’assedio di Mirandola.

Mag.

 

 

 

 

 

 

 

Emilia

 

Con Giampaolo Manfrone è sconfitto dai francesi a Massa Finalese.

1512  

Apr.

 

 

 

 

 

 

 

Romagna

 

Partecipa alla battaglia di Ravenna.

……..  

 

 

 

 

 

Emilia

 

Prende parte alla riconquista di Bologna. Muore poco dopo in tale città non senza sospetto di essere stato avvelenato. E’ ricordato da Baldassarre Castiglione nel “Cortegiano”, da Torquato Tasso nel “Dialogo del Piacere Onesto”; compone alcune stanze pastorali con il pseudonimo di Tirsi in cui si nasconde tra i personaggi con il nome di Dameto.

 CITAZIONI

-“Giovane valente nelle armi, nelle lettere e nella trattazione de’ negozi pubblici.” UGOLINI

-“Alla gloria delle armi unì l’ornamento delle lettere, e ci viene rammentato tra i gentiluomini pel loro sapere e per la gentilezza di costumi, che resero tanto rinomata la corte di Guidobaldo da Montefeltro duca di Urbino.” LITTA

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email