FELCINO DA PERUGIA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1430      FELCINO DA PERUGIA  (Felcino degli Ermanni) Fuoriuscito.

               + 1410 ca.

Anno, mese

Stato. Comp. ventura

Avversario

Condotta

Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1383

Fuoriusciti

Perugia

 

 

Umbria

 

1386

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Primavera

 

 

 

 

 

 

Toscana

Podestà a Pistoia.

………….

 

 

 

 

 

 

Umbria

Ricopre l’incarico di podestà a Todi.

1389

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Estate

Perugia

Comp. ventura

 

 

Umbria

Fronteggia la compagnia di Giovanni Acuto i cui movimenti controlla tra Borgo San Sepolcro (Sansepolcro) ed Anghiari.

1392

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Feb.

 

 

 

 

 

 

Lazio

Ha l’incarico dai perugini di ambasciatore presso il papa Bonifacio IX.

1394

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Primavera

Firenze

 

 

 

 

 

 

Confinato dal partito dei raspanti passa al servizio dei fiorentini.

1396

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu.

Comp. ventura

Siena Pisa

 

 

Toscana

Si accorda con il comune di Siena. Si unisce con Bartolomeo Boccanera, Antonio degli Obizzi e Ludovico Gabriotto Cantelli per cavalcare a Capannoli ai danni dei pisani. Da qui scorre fin sulle porte del capoluogo alzando le insegne dei Gambacorta: respinto un assalto degli avversari giunge a San Lorenzo alle Corti ed a San Savino. Si scontra ancora con i pisani a Putignano;  assale Caprona. Battuto, si trasferisce a San Iacopo a Sanbra dove sono incendiate alcune case e bruciati i raccolti. Varca l’ Arno e si sposta in Val di Calci.

Lug.

 

 

 

 

 

 

Toscana

Ai primi del mese si leva da Capannoli, prende la strada di Perignano e si avvia verso Settimo. Si porta sotto le mura di Pisa dove è compiuta una cavalcata alzando nuovamente le insegne dei Gambacorta. Si porta quindi verso San Lorenzo alle Corti e San Iacopo a Sanbra dove sono date alle fiamme numerose case di contadini ed i raccolti. Entra nottetempo in Pisa per incontrarsi con Jacopo d’Appiano e raggiungere un accordo economico. Al fallimento delle trattative avvengono diverse scaramucce a Riglione Oratoio ed a Calci con la distruzione di molti mulini a Campo ed a San Lorenzo alle Corti.

Ago.

Comp. ventura

Lucca

 

 

Toscana

Depreda le campagne del lucchese.

1407

Comp. ventura

Fermo

 

 

Marche

Affianca Braccio di Montone sotto Rocca Contrada (Arcevia) contro il signore di Fermo Ludovico Migliorati.

1410

 

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleFABRIZIO DA PERUGIA
Next articleFERNANDO DI PERALTA
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email