DOMENICO DA FIRENZE

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Condottieri di ventura

0681      DOMENICO DA FIRENZE  (Domenco di Benintendi) Architetto ed ingegnere militare.

+ 1409 (luglio)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario

 

Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1381  

 

 

 

 

 

 

 

Feb. Venezia Padova  

 

Veneto

A causa del ritardo delle paghe segue il Brigante ed il Boino allorché costoro si allontanano dal campo di Mestre.

Apr.  

 

 

 

 

 

 

 

Viene segnalato dai veneziani a Bernabò Visconti come un traditore che non dovrebbe essere assunto da alcuno stato.

1388  

 

 

 

 

 

 

 

Lug. Antipapa Chiesa  

 

Umbria

Si trova ad Orvieto con Bartolomeo Boccanera: i senesi consegnano 350 fiorini ai due capitani affinché non molestino il loro territorio.

1393 Milano  

 

 

 

Lombardia

Passa al servizio del conte di Virtù Gian Galeazzo Visconti con l’incarico di ingegnere ed architetto; viene consultato per la fabbrica della Certosa di Pavia.

1396 Milano Firenze  

 

 

 

1397  

 

 

 

 

 

 

 

…………  

 

 

 

 

 

Veneto

Propone il taglio di un monte presso Valeggio sul Mincio per impedire il corso del fiume alla volta di Mantova. Iniziano i primi lavori.

Lug. Milano Mantova  

 

Lombardia

Partecipa alla battaglia di Borgoforte. Consiglia Jacopo dal Verme di fare navigare nel Po numerose zattere piene di pece e di erba secca, di dare loro fuoco e di indirizzarle contro il ponte con il favore della corrente.

1399  

 

 

 

 

 

 

 

Mar.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Ottiene l’incarico della costruzione di numerosi acquedotti nel milanese e nel pavese.

1400  

 

 

 

 

 

 

 

Feb. Rimini  

 

 

 

Romagna

Milita al servizio di Carlo Malatesta;  sovrintende ai lavori legati alla costruzione del porto e della nuova cinta muraria di Rimini.

1401  

 

 

 

 

 

 

 

Sett. Milano  

 

 

 

Veneto

Si trova a Verona con Ugolotto Biancardo.

1402 Firenze  

 

Toscana

Ritorna a Firenze.

1403  

 

 

 

 

 

Toscana

Un prete pisano (fuoriuscito) informa i Dieci di Balia di Firenze che è possibile conquistare di sorpresa Pisa attaccando  una porta cittadina, murata con mattoni di piatto sui due lati e vuota all’interno. Domenico da Firenze è inviato di nascosto nella città e conferma il fatto: la porta può essere facilmente fatta saltare mediante l’inserimento nel vuoto di una carica di polvere da bombarda e dare poi fuoco alla stessa in modo da fare crollare parte delle mura.

1404  

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Toscana

I fiorentini si accorgono che i pisani hanno provveduto a rafforzare la porta.

………… Padova Venezia  

 

Veneto
Apr.  

 

 

 

 

 

Veneto

Prende parte all’assedio di Vicenza.

Autunno  

 

 

 

 

 

Emilia

Costruisce due bastie sul Po a Sant’Alberto, nel ferrarese.

Nov. Venezia Padova  

 

Emilia

Attaccato in Sant’Alberto da una flotta veneziana condotta da Azzo d’Este e da Giovanni da Tossignano, è costretto alla resa. Diserta nel campo avversario; la moglie è imprigionata dai carraresi e sarà liberata solamente nel giugno 1405  in cambio di Francesco Buzzaccarini.

1405  

 

 

 

 

 

 

 

Lug.  

 

 

 

 

 

Veneto

All’assedio di Padova. La Serenissima gli dona una casa a Venezia. Mina la fortezza di Castelcarro.

Sett.  

 

 

 

 

 

Veneto

A Padova. Giunge al Bassanello, devia le acque del Bacchiglione e toglie l’acqua alla città impedendo la macinazione ai mulini.

Nov.  

 

 

 

 

 

Veneto

A Padova. Spinge Galeazzo da Mantova a costruire una strada coperta dalla Porta dei Leoni verso il portello di Ognissanti. I carraresi costruiscono un profondo e lungo fossato e rinforzano nel contempo le mura. Balestre e bombardelle provocano gravi danni ai veneziani.

1406  

 

 

 

 

 

 

 

Ott.  

 

 

 

 

 

 

 

I fiorentini chiedono ai veneziani il suo intervento a Pisa, appena conquistata, per seguire alcune opere di fortificazione in tale città.

1407  

 

 

 

 

 

Veneto

 

A metà novembre, in qualità di ingegnere capo conduce con Giovanni Montelino accurati accertamenti nel veronese, specie per quanto riguarda il serraglio tra il Mincio e l’Adige.
1409 Giu. Milano Parma  

 

Emilia

Milita agli stipendi di Giovanni Maria Visconti ai danni di Ottobono Terzi. Affianca gli estensi all’ assedio della cittadella di Reggio Emilia. Comincia ad innalzare bastie, a cingere di fossati la fortezza ed il campo per togliere ogni possibilità di uscita o di soccorso al presidio.

Lug.  

 

 

 

 

 

Emilia

Viene ucciso nottetempo con tre guastatori da un colpo di bombarda mentre sta per collocare un pezzo di artiglieria contro la porta della cittadella.

 CITAZIONI

“Questo maestro ingegnere pare non si curasse gran fatto né di fedeltà costante, né di amore verso la patria sua.” PROMIS

“Grande maestro d’ingiegni.” B. PITTI

“Era un ingegnere di grande reputazione.” MALLETT

“Uomo a’ quei tempi nella sua arte celebratissimo.” TIRABOSCHI

“L’ingegnere Domenico di Benintendi di Guidone, meglio noto come Domenico da Firenze..ebbe una carriera di grande prestigio tutta giocata tra la nativa Toscana, la Lombardia, il Veneto e l’Emilia. Fattosi apprezzare in patria, fu cooptato da Gian Galeazzo Visconti alla fine degli anni Ottanta del Trecento. Al servizio del signore di Milano realizzò la rocca di Stradella, oggi non più esistente, il castello milanese di Porta Vercellina, e probabilmente collaborò all’edificazione della Certosa di Pavia, del duomo di Milano, del ponte-fortezza di Valeggio sul Mincio. Le fonti gli riconoscono particolari competenze in materia di idraulica, da cui una specifica attitudine all’allestimento di artifici di guerra fluviale…Passato al servizio di Venezia.. avrebbe fatto deviare il corso del Bacchiglione per privare dell’acqua la città del Santo (Padova)..In occasione di questa guerra avrebbe poi dato un contributo ulteriore alla riuscita dell’assedio veneziano costruendo un camminamento coperto che permise agli assedianti di portarsi sotto le mura patavine per operarvi indisturbati un lavoro di mina.” CANZIAN

 

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleCRISTOFORO DA FORLI
Next articleETTORE DA FORLI
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email