DIOTAIUTI DA PRATO

0
1828
Castel Focognano
Castel Focognano

Last Updated on 2023/08/28

DIOTAIUTI DA PRATO

(Diotisalvi da Prato)

  • 1515 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1502     
Giu.FirenzeChiesa ToscanaE’ inviato con Michele Volterrano alla guardia di Cennina.
Lug.   ToscanaA Cennina. Si lamenta perché non riesce più a far fronte alle defezioni che avvengono nella sua compagnia.
1504     
Giu.FirenzePisa33 fantiToscana

Ha ai suoi ordini 33 fanti.

Ago.   ToscanaAffianca con Michele Volterrano il commissario generale Antonio Giacomini.
1506     
Mar.   ToscanaContrasta sempre i pisani. E’ segnalato con Martinello Corso nei pressi di Chiusi e di Castel Focognano.
1507     
Lug.   Toscana

Un suo soldato (Matteo della Iacomina) gli manca di rispetto alla rassegna dei suoi uomini che si svolge a Castiglione del Trezzieri: costui, infatti, esce dalle file della formazione e si rifiuta di obbedire ai suoi ordini piantandogli la lancia contro il petto. Il soldato è subito arrestato, incarcerato a Firenze e condannato al confino a Cascina per due anni.

Dic.   ToscanaDeve impedire che fanti della sua compagnia abbandonino il fiorentino per seguire Piero del Monte a Santa Maria e Giovanni dal Borgo al soldo dei veneziani.
1508     
Mar.  100 fantiToscanaSi trova al campo della Val di Serchio alla testa di 100 fanti della Val di Nievole. Presto viene trasferito al campo di Cascina.
1509     
Nov.Firenze  ToscanaE’ ancora trasferito. Ha l’incarico di sorvegliare i contadi di San Miniato, di Montaione, di Montopoli in Val d’Arno, di Fucecchio e di Vinci.
1513     
Lug.VeneziaSpagna VenetoAlla guardia di Padova. Ha il compito di controllare il tratto di mura cittadine che va da Santa Giustina al Ponte Pidocchioso.
Ott.  116 fantiVenetoHa il comando di 116 archibugieri. Partecipa lla battaglia di Creazzo. Rientra alla difesa di Padova a seguito della sconfitta.
Nov.  87 fantiVenetoNella sua compagnia militano ora 87 provvigionati compresi 2 caporali.
1514     
Giu.  131 fantiVenetoA Padova. Gode di una provvigione di 30 ducati per paga, per otto paghe l’anno.
Ott.   Veneto

Sempre a Padova. Deputato alla guardia di Pontecorvo i suoi uomini si scontrano nella piazza con quelli di Zanone da Colorno causando gravi disordini. Convocato a Venezia, è aspramente rimproverato dal doge Leonardo Loredan. E’ licenziato.

1515    Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Fonte immagine in evidenza: wikimedia

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi