CIUCIO DI PATERNO/CENCIO DI PATERNO

0
1714

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

CIUCIO DI PATERNO/CENCIO DI PATERNO  Signore di Montelibretti.

  • 1409 (settembre)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1393
Lug.ChiesaPerugiaUmbria

Milita al servizio del papa Bonifacio IX;  combatte il signore di Perugia Biordo dei Michelotti. Castellano della Fratta (Umbertide) è assalito dai fuoriusciti perugini: preferisce consegnare il castello al Michelotti per 3000 fiorini. Gli viene contro Braccio di Montone che ha avuto sentore della cosa: il Paterno,  informato dei movimenti degli avversari, pone in agguato nei pressi di Umbertide due compagnie di fanti che catturano il capitano. Il Michelotti si accampa nei pressi e si fa consegnare Braccio di Montone.

1395
Apr.FolignoPerugiaUmbriaAl soldo del signore di Foligno Ugolino Trinci. E’ sconfitto da Biordo dei Michelotti nei pressi di Bevagna.
1397
Sett.Comp. venturaFolignoUmbria

Al comando di una compagnia di bretoni invade il folignate con Andrea Bursia invano contrastato da Ugolino Trinci;  nelle scorrerie sono catturate 150 persone che recuperano la libertà dietro il pagamento di un riscatto di 2800 fiorini. I danni provocati dai venturieri nei territori di Verchiano e di Acquafredda (case date alle fiamme, raccolti ed alberi distrutti) sono stimati superiori ai 10000 fiorini.

1401
Mag.FuoriuscitiPerugia MilanoUmbria

Con Giovanni da Fighino aiuta i fuoriusciti di Spello ad occupare il castello di Collepino: attaccato dai perugini e dai viscontei capitanati da Ceccolino dei Michelotti, vi resiste per qualche tempo.

Sett.UmbriaCede agli avversari il castello di Collepino dietro la somma di 1400 fiorini.
1405
Ago.NapoliChiesaLazioAffianca Conte da Carrara, Pieretto de Andreis e Gentile da Monterano in un’irruzione in Roma. L’attacco viene respinto.
1406
Giu.Combatte le truppe del papa Innocenzo VII. Il pontefice emana in un concistoro un breve contro Ciucio di Paterno ed altri condottieri napoletani.
Ago.In occasione della pace con il re di Napoli Ladislao d’Angiò i pontifici si impegnano a rispettare i territori di cui è signore.
140750 lanceMarcheAppoggia il signore di Fermo Ludovico Migliorati contro le truppe del re di Napoli. A Ripatransone.
1408
Giu.NapoliChiesaUmbria

Contrasta ancora i pontifici. E’ segnalato nel perugino con Pieretto de Andreis, Paolo Orsini, Conte da Carrara, Giovanni Colonna, Gentile da Monterano. Si accampa con altri capitani nel contado di Todi; la comunità stanzia per costoro 150 fiorini sotto forma di donativi vari.

1409
Lug.Lazio

Viene chiamato alla difesa di Roma al posto del de Andreis. Ladislao d’Angiò gli vende per 1800 fiorini il feudo di Montelibretti, confiscato di recente a Francesco Orsini.

Sett.Lazio

Ferito gravemente presso Nepi è condotto a Roma nel palazzo di Santo Spirito del cardinale di Monopoli Antonio Calvi dove è alloggiato. Vi muore in pochi giorni.

 CITAZIONI

-“Vedi quel da Paterno in questa trama/Ciuccio, che fu un altro Ciro in arme;/Giostrò più volte per amor di dama.” Cambino Aretino riportato da FABRETTI

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi