CESARE SCOTTI Di Piacenza

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

Condottieri di ventura

1779       CESARE SCOTTI  Di Piacenza. Fratello di Paolo Emilio Scotti.

+ 1528 (agosto)

Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1519
Apr.Francia
Mag. 

 

 

 

 

 

 

 

Ha l’incarico dal Lautrec di raccogliere numerosi fanti.

1521
Lug.FranciaImpero 

 

Emilia

Si trova a Piacenza. Sventa un trattato disposto dal connestabile della porta di San Raimondo, Tameo da Treviso, volto a fare entrare nella città Pietro Buso Scotti.

Ago. 

 

 

 

 

 

Emilia

Con Girolamo da Trivulzio assedia Pietro Buso Scotti nel castello di Statto da cui quest’ultimo riesce a fuggire.

Sett. 

 

 

 

 

 

Emilia

Esce da Piacenza; si dirige in Val  Nure;  presso l’omonimo fiume sconfigge i fuoriusciti e fa numerosi prigionieri; molti tra gli avversari dono gli annegati.

1522
Apr. 

 

 

 

 

 

Lombardia

Partecipa alla battaglia della Bicocca dove è dato inizialmente per disperso.

1524
Nov.FranciaImpero400 fanti
1526
Nov.ChiesaImpero 

 

Lombardia

Combatte nelle Bande Nere di Giovanni dei Medici. Rimane in tale compagnia fino alla morte di questo capitano.

Dic.FranciaImpero 

 

Emilia

Alla difesa di Piacenza minacciata dai lanzichenecchi.

1527
Mar. 

 

 

 

 

 

Francia

E’ inviato dal marchese Michelantonio di Saluzzo in Francia presso il re Francesco I per informare il sovrano della tregua firmata con gli imperiali dal papa Clemente VII.

Lug. 

 

 

 

 

 

Piemonte

Affianca il Lautrec alla conquista del castello di Bosco Marengo.

Ott. dic. 

 

 

 

600 fantiEmilia

 

Per difendere Piacenza dalle scorrerie di soldati francesi nel contado costituisce un corpo di mille cittadini, sia guelfi che ghibellini. A dicembre ha il comando di 600 fanti.

 

1528
Mar. 

 

 

 

 

 

Puglia

Segue il Lautrec nella sua spedizione nel regno di Napoli. Si trova sotto Troia.

Apr. 

 

 

 

1000 fantiCampania

All’assedio di Napoli. Si imbarca con Girolamo Castiglione e 300 archibugieri sulla flotta di Filippino Doria e prende parte alla battaglia navale di Capo d’Orso.

Ago. 

 

 

 

 

 

Campania

Si ritira da Napoli per portarsi su Aversa: posto nella retroguardia con un corpo di archibugieri toscani delle Bande Nere è attaccato e messo in rotta dalla cavalleria imperiale. Molti dei suoi uomini sono ammalati; muore anch’egli di peste.

 CITAZIONI

-“Giovane, ma assai riputato Capitano.” POGGIALI

-“Giovane d’età, ma assai reputato Capitano.” A.D. ROSSI

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleCECCO DA SAN SEVERINO
Next articleCIONE DA SIENA
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email