CESARE GROSSO

0
2340
Porta San Giorgio, Verona
Porta San Giorgio, Verona

CESARE GROSSO  (Cesare Fioroni)  Di Ravenna.

  • 1565 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attivitàAzioni intraprese ed altri fatti salienti
1520
Sett.RomagnaPer il bimestre settembre/ottobre fa parte a Ravenna della Magistratura dei Savi.
1522
Lug.RomagnaGurlotto Tombesi è ucciso in Ravenna. le case di Cesare Grosso, suo amico, vengono messe a sacco dai Rasponi.
1523
Gen.RomagnaRicopre ancora nel bimestre gennaio/febbraio il precedente incarico nella magistratura ravennate. Medesimo compito il condottiero avrà nel bimestre marzo/aprile del 1526.
1526
1527
Lug. sett.VeneziaImperoRomagna

Si trova alla guardia di Ravenna con Pietro Maria Aldovrandini; con la conquista da parte dei veneziani della rocca cittadina, assedia quella di Imola che ottiene dai guelfi locali. Si sposta, quindi, a Cotignola (alla cui difesa si trovano numerosi imperiali);  è sul punto di impadronirsi anche di tale fortezza. Viene ferito gravemente nell’azione.

Ott.Lombardia

Prende parte all’assedio ed alla conquista di Pavia;  con Pietro Maria Aldovrandini trasporta a Ravenna le porte in bronzo della città.

1528
Apr.150 fantiVenetoAlla guardia di Verona.
Mag.Veneto

A Verona. Ha l’incarico di sorvegliare il tratto di mura intercorrente dalla porta di San Giorgio a quella di San Pietro. Quando i lanzichenecchi del duca di Brunswick puntano su Peschiera del Garda si imbarca con i suoi fanti su 20 grosse barche armate inviate dal provveditore di Salò Giovanni Gradenigo; attraversa il lago e, con Antonio dalla Riva e Pietro Maria Aldovrandini  (730 fanti), rafforza il presidio di Brescia.

Ago.LombardiaAttraversa l’Adda.
Sett.Lombardia

Viene lasciato dal capitano generale della Serenissima, il duca di Urbino Francesco Maria della Rovere a Sant’Angelo Lodigiano, appena conquistata dai veneziani.

1529
Mag.142 fantiLombardia
Giu.132 fantiLombardia
Lug.Lombardia

Si muove a Trezzo sull’Adda con Pietro Maria Aldovrandini e Giovanni Maria da Padova. Allorché gli imperiali attraversano il fiume su un burchiello si sposta anch’egli sull’altra sponda.

Sett.72 fantiLombardiaA Cassano d’Adda.
Dic.50 fantiLombardia

Esce da Bergamo;  si trasferisce nel contado circostante. Con la pace gli è ridotta la condotta prima a 50 fanti e poi a 20 nel gennaio 1531.

1531
Mar.Gli è riconosciuta una provvigione di 14 ducati per paga, per otto paghe l’anno.
1555ImperoLombardiaE’ segnalato in Lombardia. Si lamenta per il ritardo delle paghe.
1565Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Fonte immagine in evindenza: wikimedia

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi