CECCO DA MODIGLIANA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

CECCO DA MODIGLIANA

  • 1460 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attivitàAzioni intraprese ed altri fatti d’arme
1448

………FirenzeNapoli 

 

Toscana

Viene inviato via mare a bordo di 2 galee in soccorso di Rinaldo Orsini assediato in Piombino dagli aragonesi. Con Padovano Calabrese e Guido d’Arezzo conduce un’  azione che porta alla distruzione dei ripari delle bombarde verso Villanuova. Gli si fa contro Rossetto da Capua; Cecco da Modigliana riesce ad entrare nel fossato, lo fa riempire di fascine e dà fuoco ad esse. Di seguito partecipa agli attacchi volti a demolire un cunicolo sotterraneo scavato dagli avversari fra un bastione, la rocca e la porta cittadina; è ferito nel corso di un assalto.

Sett. 

 

 

 

 

 

Toscana

Si distingue alla difesa delle mura di Piombino allorché gli aragonesi passano all’attacco diretto.

1453

Ott.FirenzeNapoliToscana

E’ segnalato di presidio alla Val d’Ambra.

1460 

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

CITAZIONI

-“Chiamossi Checco, e del buon Ghirlandino/ E’ figliuol questo, ed è Modiglianese./../ (All’assedio di Piombino)/ E cento corazzine in un momento/ Si fecen l’elmo del buon cecco sazio:/ Ciascuno una fascina molto attento/ Teneva in mano, e poi verso la porta/ Ciascun cammina qual folgore, o vento./../ Vediasi Modigliana, e le brigate/ Tutte salve alla difensione/ Sopra alle mura, e tutto bene armato./../ Checco in più furia, poich’ha posto a mira/ Il crudo balestrier disserra l’arco/ Dove velocemente lo stral tira.” DE AGOSTINI

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.