CAGNOLO DA CORREGGIO

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

CAGNOLO DA CORREGGIO  (Gianfrancesco da Correggio)

Signore di San Quirico (che acquista da Matteo da Correggio per 2090 lire imperiali) e di Gualtieri. Figlio di Simone da Correggio, cugino di Azzo da Correggio e di Giberto da Correggio.

+1375 ca.

Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1344
Nov. 

 

 

 

 

 

Emilia

Asseconda lo zio Azzo nella vendita di Parma ad Obizzo d’Este; si trova a Modena nel ratificare l’accordo di cessione ed accompagna il marchese di Ferrara a Montecchio Emilia ed a Parma. Partecipa alla riunione del consiglio cittadino che accetta la nuova signoria. Segue l’Este nel suo ritorno a Modena.

Dic.FerraraMantova 

 

Emilia

E’ catturato a Rivalta, in un’imboscata tesa agli estensi da Filippino Gonzaga mentre sta per ritornare a Parma.

1345
Giu. 

 

 

 

 

 

Emilia

Liberato, si reca a Ferrara. Cerca di defezionare nel partito avverso: si allontana di nascosto dalla città con Bartolomeo Montecuccoli. Si ferma a Vigarano Pieve (Vigarano Mainarda), attraversa il Po su una barchetta e giunge a Finale Emilia sotto la pioggia: Brandaligi da Marano lo sorprende fra Santa Bianca e la torre di Linaro. Viene ricondotto a Ferrara ed è rinchiuso nella camera della “Giorieta”.

Nov. 

 

 

 

 

 

Emilia

Per essere rilasciato si offre di togliere il castello di Gualtieri ai cugini Azzo e Giberto che militano nel campo visconteo. Si presenta sotto le mura; si impossessa del castello e vi viene subito attaccato dalle truppe di Filippino Gonzaga.

1347
Mag. 

 

 

 

 

 

Veneto

Con lo zio Giovanni accompagna la moglie di Luchino Visconti, Isabella Fieschi, in un suo viaggio a Venezia.

AutunnoCorreggioMilano 

 

Emilia

E’ perseguitato dal signore di Milano, Luchino Visconti a seguito dell’investitura di Guastalla da parte dell’ imperatore Carlo di Boemia.

Dic.Ferrara 

 

 

 

Emilia

A Modena;  ritorna al servizio degli estensi. E’ armato cavaliere dal re Ludovico d’Ungheria.

1358
Apr.PerugiaSiena 

 

Toscana

Partecipa alla battaglia di Torrita di Siena: è fatto prigioniero con 60 cavalli mentre sta tentando di introdursi nel castello.

…………….Milano 

 

 

 

 

 

Al servizio di Bernabò Visconti.

1371
…………….MilanoLega
Ott.LegaMilano 

 

Emilia

Si impadronisce di Correggio: attaccato dai viscontei è costretto a cedere.

1375

Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleBRUTO DA CLUSONE
Next articleCAMILLO CAMPAGNA
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email