BIANCHINO DA PISA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Condottieri di ventura

1502      BIANCHINO DA PISA (Girolamo Roncioni) Nobile.

+ 1503

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti.

1494  

 

 

 

 

 

 

 

 

Ago. Napoli Milano  

 

Toscana Liguria

Combatte sforzeschi e genovesi. Con Tozo da Pisa raduna numerosi fanti a Pistoia per conto di Obietto Fieschi.

1495  

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug. Milano Francia  

 

Emilia

Prende parte alla battaglia di Fornovo.

1498
Giu. lug. Pisa Firenze Toscana Combatte per i pisani contro i fiorentini. Cerca di fare ribellare Cascina controllata dagli alleati veneziani. Rivela agli avversari i punti più deboli delle opere di fortificazione ed incita i fiorentini ad assalire la località.
Ago. Firenze Pisa Toscana Tenta di fare disertare il connestabile fiorentino Serafino da Buti promettendogli una grossa somma di denaro. A fine mese, a causa della sua attività antecedente, gli Anziani di Pisa lo dichiarano ribelle; viene promessa una taglia di 50 ducati a chi lo uccida e gli sono confiscati i beni. La madre, i fratelli ed i figli devono lasciare la città entro il termine di due ore dall’emissione del bando pena la decapitazione.  Molti fiorentini  diffidano della diserzione di Bianchino da Pisa.
1499  

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.      

 

Toscana

Sono defenestrati dal palazzo dei Signori a Pisa due suoi ex soldati della sua compagnia che vi si sono recati per lamentarsi di ingiustizie ricevute.

Feb. Firenze Venezia Pisa 300 fanti Toscana

Esce da Poppi con 300 provvigionati e giunge a Bibbiena per cogliere della legna necessaria per il rafforzamento dei bastioni. Gli muovono contro Giovambattista Caracciolo e Mariano Acio che lo sconfiggono facendo alcuni prigionieri:  costoro sono rilasciati dopo essere stati spogliati delle armi. Ritornato ancora verso Bibbiena con alcuni cavalli e fanti, Bianchino da Pisa viene attaccato alle spalle da Bartolomeo d’Alviano e da Mariano Acio. Ferito nel corso della scaramuccia ripara a Poppi.

Lug. Toscana Assale alcuni fanti della Lunigiana e della Riviera di Ponente giunti in Toscana per combattere al servizio dei pisani. Svaligia e toglie le armi a quattordici soldati.
1500
Sett. 500 fanti Toscana E’ segnalato a Pistoia.
1502  

 

 

 

 

 

 

 

 

Ott. Chiesa Condottieri  

 

Romagna

Milita agli stipendi dei pontifici. Raduna numerosi fanti nel cesenate per contrastare i condottieri ribelli a Cesare Borgia. Nello stesso periodo si incontra ad Imola con Niccolò Machiavelli.

………. Uccide il giovane ex-signore di Faenza Astorre Manfredi su ordine del Borgia.
Dic. Marche Prende parte all’esecuzione di Vitellozzo Vitelli e di Oliverotto da Fermo.
1503
Mag.  

 

 

 

 

 

Lazio

Si trova a Roma. Con molti soldati svizzeri, spagnoli e francesi mette nottetempo a sacco il quartiere commerciale che dà sul Tevere di fronte a Castel Sant’ Angelo. Il mattino seguente il Borgia ordina la sua morte. E’ subito catturato e decapitato. Il suo corpo viene esposto per due giorni a titolo di monito.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email