ATO DI RODIGLIA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Condottieri di ventura

1635      ATO DI RODIGLIA  (Azzo di Rodeglia) Signore di Castellarano.

+ 1418

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1391 Ferrara  

 

 

 

 

 

Milita agli stipendi  di Alberto d’Este.

1393  

 

 

 

 

 

 

 

 

Sett. Este Ferrara  

 

Emilia

Con Francesco da Sassuolo parteggia per Azzo d’Este, figlio di Francesco, contro il legittimo pretendente alla signoria si Ferrara Niccolò d’Este.

Dic.  

 

 

 

 

 

Emilia

Con i rinforzi ottenuti dal conte di Virtù Gian Galeazzo Visconti saccheggia il modenese; sempre con Francesco da Sassuolo si impadronisce di Montebaranzone.

1394  

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu. sett.  

 

 

 

 

 

Emilia

E’ assediato in Castellarano da Antonio Roberti;  è affrontato negli Appennini da Azzo da Castello. L’arrivo di soccorsi da parte dei viscontei e l’avvicinarsi dell’ inverno spingono gli estensi al ritiro. Distrugge una bastia con Francesco da Sassuolo.

1395  

 

 

 

 

 

 

 

 

Inverno  

 

 

 

 

 

Emilia

Continua la guerra finché bolognesi e veneziani lo persuadono a rappacificarsi con gli estensi.

………..  

 

 

 

 

 

Emilia

Alla morte a Ferrara di Azzo da Castello si collega con Lancillotto Montecuccoli e Giovanni da Barbiano; attacca Gherardo Boiardi in Fiorano Modenese e contrasta le truppe di Niccolò Roberti.

Mar.  

 

 

 

 

 

Emilia

Prende parte alla macchinazione della falsa uccisione di Azzo d’Este ad opera del Barbiano che, per il preteso delitto, ottiene dagli estensi 30000 ducati ed i castelli di Lugo e di Conselice.

Apr.  

 

 

 

 

 

Emilia e Romagna

Attaccato da Astorre Manfredi a Portomaggiore vi è fatto prigioniero con Azzo d’Este, il Montecuccoli e Conselice da Barbiano. Viene condotto a Faenza.

1396 Rodi glia Ferrara  

 

Emilia

E’ rilasciato a seguito delle trattative tra Francesco da Sassuolo ed il Manfredi; ritorna a Castellarano e rinnega ogni precedente promessa. Con il Sassuolo si impadronisce di Sassuolo da dove scaccia il podestà Gerardo di Soragna, e di Vignola.

1401  

 

 

 

 

 

 

 

 

Mar.  

 

 

 

 

 

 

 

Come conseguenza della pace tra viscontei ed estensi deve restituire al marchese di Ferrara il castello di Pigneto.

1402  

 

 

 

 

 

 

 

 

Sett.  

 

 

 

 

 

Lombardia

A Milano per i funerali di Gian Galeazzo Visconti che si celebrano nel duomo: con altri condottieri regge il baldacchino che ricopre il feretro.

1407 Parma Ferrara  

 

Emilia

Combatte per il signore di Parma Ottobono Terzi contro Niccolò d’Este. Scorre verso  Mirandola e San Felice sul Panaro: il bottino è valutato in 150000 fiorini.

1408

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug. ago.

 

Ferrara

 

Parma  

 

Emilia

Cambia partito. Assedia il castello di Gomola nel Frignano;  a fine agosto deve ritirarsi con il  Sassuolo per l’ingresso di rinforzi portativi da Alberto Pio.

Sett.  

 

 

 

 

 

Emilia

Sempre con il Sassuolo e truppe che gli sono fornite dai  da Correggio e dai   della Mirandola, espugna la fortezza di Valestra, in cui cattura pastori e guardiani che stanno sorvegliando dodicimila capi di bestiame. Sulla via del ritorno costeggia il parmense e vi porta la desolazione fin sotto le mura del capoluogo.

1418  

 

 

 

 

 

Emilia

E’ ucciso a Castellarano dal nipote Jacopino.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleANTONIO DI CHECCO ROSSO
Next articleANTONIO RIDO
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email