Armatura

0
367

Un sistema articolato di piastre e lame difensive, che copre il combattente a cavallo da capo a piedi ed il fante dal capo ai fianchi. In linea generale si distinguono alcune parti strutturali riguardanti l’armamento del capo (l’elmo), del torso (la corazza), dei fianchi e del bacino (falda, fiancali e scarsella), delle spalle e delle braccia (spallacci, bracciali), delle gambe e dei piedi (gambiere, schinieri e scarpe). Anche, soldato coperto d’armatura, uomo d’arme. L’armatura completa di maglia appare alla fine del XIII seco olo; nei primi secoli del medioevo i guerrieri non usano altre armi di difesa se non lo scudo di legno, e solo raramente l’elmetto. Sotto la maglia è portata una cotta d’armi di cuoio o di tessuto intrecciato; a questa viene aggiunto, agli inizi del XIV secolo, un farsetto trapunto simile alla cotta d’armi ma più leggero, che è portato sopra la maglia (la gonnella). Di seguito, la cotta completa è abbando nata a favore di una corta giacca di cuoio, cui sono attaccati piccoli pezzi di maglia. Verso la fine del XV secolo gli armaioli cominciano ad sperimentare nuove armature, costruite non più ai soli fini bellici, ma anche per le varie forme di torneo e per la presentazione di pompa e di parata : tutte le armature medievali esposte al pubblico nei musei e nei castelli sono state fabbricate nella seconda metà del 1400, nel 1500 e addirittura nel 1600. Costo delle armature nel 1497: due spallacci, ducati 1; due guanti, ducati 2; due schi inieri, ducati 3; due bracciali, ducati 1; un elmetto, ducati 3; un pettorale, ducati 2; una celata, ducati 2; una testiera da cavallo, ducati 2; un’armatura senza spallacci, ducati 12; una corazza, ducati 3. La paga mensile di un fante è di 3 ducati.