ANTONIO PIO

0
1727
Marano sul Panaro, Castello di Denzano
Marano sul Panaro, Castello di Denzano

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

ANTONIO PIO  Figlio di Galeazzo Pio; fratello di Giberto Pio, Giacomo Pio e di Ludovico Pio. Cittadino di Padova.

  • 1410 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1373MilanoLegaEmiliaCombatte le truppe della lega antiviscontea.
1374
Ott.LegaMilanoEmiliaDefeziona nel campo avverso con il fratello Giacomo allorché viene espulso da Carpi.
1379EmiliaE’ compreso dai viscontei con il fratello Giacomo nella pace con gli scaligeri.
1382
………LombardiaE’ segnalato a Bozzolo.
……….PadovaAustriaVeneto

Fronteggia le truppe del duca d’Austria: ha l’incarico di assediare con mangani e bombarde Castelcucco e Crespignaga che gli si arrendono a patti in breve tempo.

1384
Ago.VenetoGli è concessa la cittadinanza di Padova.
1386
Giu.PadovaVeronaVenetoPrende parte alla battaglia di Brentelle, nei pressi di Padova, nel cui svolgimento ha l’incarico di reggere il gonfalone del Carro. emblema dei carraresi.
1387
Mar.Veneto

E’ pure presente nella alla battaglia di Castelbaldo, dove ancora Giovanni Acuto gli consegna il gonfalone con il Carro: con la vittoria segue l’Acuto e Giovanni degli Ubaldini nel loro solenne ingresso in Padova.

1393
Nov.Veneto

A Padova, per i funerali del signore della città Francesco da Carrara  celebrati nel duomo cittadino: è segnalato tra i nobili che ne sostengono la cassa funebre.

1397
Giu.Veneto ed EmiliaAccompagna da Padova a Ferrara Gigliola da Carrara moglie del marchese Niccolò d’Este.
1401
Mar.LombardiaPodestà di Mantova per conto dei Gonzaga. Ricopre il medesimo incarico l’anno successivo.
1406LombardiaPodestà di  Cremona per conto del signore della città Gabrino Fondulo.l
1410Muore.

 CITAZIONI

-“Nobilis et egregius miles honorabilis potestas Mantuae.” Da una lettera di Francesco Gonzaga riportata dal D’ARCO

Fonte immagine in evidenza: wikimedia

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi