ANTONIO DA CORREGGIO Signore di Correggio e di Bre

0
1606

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

ANTONIO DA CORREGGIO Conte. Signore di Correggio, Brescello, Bazzano e Scurano.

Fratello di Manfredo da Correggio e Giberto da Correggio.

  • 1474 (novembre)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1447EmiliaIl fratello Niccolò gli affida il compito di partecipare alla stesura dei capitoli della lega che Leonello d’Este si accinge a stipulare con i Gonzaga e gli stessi da Correggio.
1448
Gen.MilanoVenezia
…………..FerraraMilano
Ott.EmiliaContrasta gli abitanti di Parma con il fratello Giberto. Depreda il bestiame del territorio.
1449
Mag.EmiliaSi accorda con i fratelli Giberto e Manfredo; tutti si impegnano a considerare i  possedimenti famigliari come proprietà comune e che ad amministrarli sia il fratello più anziano.
1452
Mag.Emilia

Viene armato cavaliere a Modena dall’imperatore Federico III d’Austria in occasione della nomina a duca di Borso d’Este. E’ investito della contea di Correggio con i fratelli Manfredo e Giberto. Nella cerimonia porta lo scettro di Borso d’Este.

…………..MilanoVenezia NapoliEmiliaAgli stipendi del duca di Milano Francesco Sforza contro  veneziani ed aragonesi, mentre i fratelli Manfredo e Giberto combattono a favore degli avversari.
1454
Ago.Francesco Sforza conferma ai fratelli da Correggio l’investitura di Brescello, Bazzano e Scurano. Da parte sua entra in Parma accolto con tutti gli onori dalle autorità locali.
1458
Mag.EmiliaA Ferrara. Accoglie il papa Pio II, in visita alla città, nel monastero di Sant’Antonio.
1460
Mag.Emilia

Affianca Borso d’Este a Ferrara allorché il duca fa incarcerare in Castelvecchio il proprio segretario Uguccione della Abbadia perché non ha rivelato al marchese di Ferrara il tentativo di omicidio organizzato dai propri parenti.

1463
.Lug.Si deteriorano i suoi rapporti con il fratello Manfredo. A fine mese lo Sforza protesta per le vessazioni che deve subire, in particolare che debba state lontano dallo stato e che tale fatto gli impedisce di riscuotere le entrate a lui spettanti.
1466
Ago.FerraraEmilia

Appoggia nel Frignano Ercole d’Este; agevola i fuoriusciti fiorentini Luca Pitti, Angelo Acciaiuoli e Diotisalvi Neroni ai danni di Piero dei Medici.

Dic.LombardiaE’ segnalato a Milano il giorno di Natale giocare d’azzardo con il duca Galeazzo Maria Sforza ed Alessio della Tarchetta.
1467
Lug.MilanoVeneziaEmiliaPartecipa alla battaglia di Molinella.
…………..EmiliaGaleazzo Maria Sforza, a seguito dei disordini sorti in Parma, chiede a lui ed al fratello Manfredo di accettare la nomina di un castellano ducale a Brescello. Acconsente, mentre i suoi congiunti tergiversano.
1468
Nov.Emilia

Con la connivenza del duca di Milano ordisce con i Pio una congiura per spogliare il fratello Manfredo dei suoi domini. A novembre Brescello cede ai ducali. Il  da Correggio rimane nella località,  il fratello Manfredo ne è  invece bandito.

1469
Gen.Emilia

A Ferrara per accogliervi l’imperatore Federico d’Austria. Nell’occasione viene nominato conte di Correggio con il fratello Manfredo.

…………..Emilia

Si ritira a vita privata a Brescello. Gode della protezione degli Sforza che lo hanno armato cavaliere e lo hanno aggregato al consiglio ducale.

1470EmiliaOttiene alcune esenzioni di carattere fiscale dal duca di Milano per il trasporto di merci sul Po fino a Pavia.
1473
Dic.Fa parte del consiglio segreto del ducato di Milano.
Nov.EmiliaMuore a Brescello agli inizi del mese. E’ sepolto a Parma nella chiesa dei frati minori. Sposa Bianca Rangoni e Ginevra Pio.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi