ANTONIO CONTE

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Condottieri di ventura

0504      ANTONIO CONTE  (Antonio da Camisano) Di Crema. Conte di Camisano.

+ 1405 ca.

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1369  

 

 

 

 

 

 

 

 

Nov. Mantova  

 

 

 

Lombardia

Si trova a Canneto sull’Oglio.

1370  

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Ancora a Canneto sull’Oglio.

1376 Mantova  

 

 

 

Lombardia

E’ segnalato a Belforte (Gazzuolo).

1380  

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu. Milano Guelfi  

 

Lombardia

Milita al servizio di Bernabò Visconti contro i guelfi del bergamasco. Si impossessa della torre di Plorzano; ottiene, successivamente, Ghisalba dove contro gli ordini suoi, come quelli di Giacomo Pio e di Giovanni dell’Ischia, sono uccisi dai ghibellini i difensori Villano Taruzzi e Franceschino Bellafini, che si sono arresi ai viscontei a patti.

Lug.  

 

 

 

 

 

Lombardia

Sempre con Giacomo Pio e Giovanni dell’Ischia si porta a Caleppio per dare alle fiamme la casa di Baratino Suardi.

1386  

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu. Verona Padova  

 

Veneto

Combatte per Antonio della Scala contro Francesco da Carrara. E’ sconfitto e fatto prigioniero nella battaglia di Brentelle.

1387  

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug.  

 

 

 

 

 

Veneto

Difende Montegalda dagli attacchi di Ugolotto Biancardo;  è ferito in un assalto.

Sett. Padova Verona  

 

Veneto

Provvisto di un salvacondotto segreto di Francesco da Carrara, con Filippino Cane e Brunoro Gattero abbandona di notte gli accampamenti di Marostica con 300 cavalli e molto denaro: obiettivo è quello di raggiungere Castelfranco Veneto ed aggregarsi con i carraresi. A causa di tale defezione è effigiato dagli scaligeri impiccato per  i piedi.

Ott.  

 

 

 

 

 

Veneto

Raggiunge Treviso;  prende alloggio nel borgo di Santi Quaranta e nei monasteri fuori la città.

Nov. Padova Udine  

 

Veneto e Friuli

Esce da Treviso con Facino Cane; per strada si congiunge loro anche Ugolino Ghislieri; tocca Perzo di Breda, supera il ponte del Piave e giunge nei pressi di Sacile. Si impadronisce di una piccola bastia presso la porta della località, la dà alle fiamme e vi fa molti prigionieri. Si muove successivamente verso Prata e Pordenone, dà alle fiamme a molti villaggi  del circondario; non espugna il castello di Prata di Pordenone perché gli viene consegnato  del denaro dai difensori. Si getta su Meduna di Livenza e  mette la località a ferro e a fuoco.

1388  

 

 

 

 

 

 

 

 

Apr.  

 

 

 

 

 

Friuli

Segue Facino Cane al sacco di Aquileja.

Sett.  

 

 

 

 

 

Friuli

Conduce con Conte da Carrara, Facino Cane ed Antonio Balestrazzo un vano tentativo ai danni di Spilimbergo: respinto, trascorre il resto del mese nelle fortezze friulane  con Facino Cane ed Anderlino Trotti.

Ott.  

 

 

 

 

 

Friuli

Si fortifica in Sacile.

Nov. Milano Padova  

 

Veneto

 

Dic.  

 

 

 

 

 

Veneto

Con Spinello dei Tolomei si reca a Belluno per prendere possesso della città a nome di Gian Galeazzo Visconti.

1402  

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu. Padova Milano  

 

Emilia

Partecipa alla battaglia di Casalecchio di Reno.

1404  

 

 

 

 

 

 

 

 

Estate Padova Venezia  

 

Veneto

Alla difesa di Monselice con Giovanni Donder.

1405  

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleANTONIO CARACCIOLO
Next articleANTONIO CORSO
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email