ANTONELLO DELLA SERRA

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

ANTONELLO DELLA SERRA (Antonello Ducho delle Serre)

  • 1445 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1432
Mag.SienaFirenze 

 

Toscana

Con Antonello d’Asinalonga si impadronisce di Ambra alla testa di 30 lance e di 100 fanti.  Sorprende tra Panzano e Monteguidi alcune schiere avversarie reduci da una fruttuosa scorreria: nello scontro sono catturati 150 cavalli e 200 fanti.

Ago. 

 

 

 

 

 

Toscana

Preposto, sempre con Antonello d’Asinalonga alla difesa del castello di Caposelvi, vi è attaccato con le bombarde da Niccolò da Tolentino: è costretto alla resa per la mancanza di frecce e di vettovaglie.

1433
Dic.MilanoUrbino Chiesa 

 

Romagna e Marche

Attraversa il riminese con Taliano Furlano alla testa di 1500 cavalli;  è diretto verso le Marche.

1434Milita nelle compagnie di Micheletto Attendolo.
1438
Ott.VeneziaMilanoMaestro di campo 

 

Agli ordini di Francesco Sforza. Gli è  affidato l’incarico di maestro di campo.

1439
PrimaveraChiesaMilano 

 

Umbria

Al soldo del papa Eugenio IV. Con Paolo Lomellana recupera nel contado di Città di Castello il castello di Celle, tenuto dagli uomini di Francesco Piccinino.  Con la sua azione obbliga costoro ad abbandonare anche Montalbano e  Certalto.

Sett. 

 

 

 

 

 

Umbria

E’ sempre nel tifernate alla difesa di Città di Castello.

1440
Mag.ChiesaCivitavecchia 

 

Lazio

Assedia in Civitavecchia Pietro Vitelleschi. Con la caduta della città ne attacca la rocca finché non è costretto a ritirarsi al Mignone presso Santa Maria. Rimane con Ludovico dei Michelotti alla guardia del Patrimonio con 1000 cavalli e 600 fanti quando il legato pontificio, il cardinale Ludovico Scarampo, si trasferisce in Toscana per soccorrere i fiorentini dall’ attacco portato da Niccolò Piccinino.

Lug.PiombinoComp. ventura 

 

Toscana

Al servizio di Rinaldo Orsini. E’ inviato con alcuni uomini d’arme alla difesa di Scarlino minacciata da Baldaccio d’Anghiari.

1441
Giu.MilanoChiesa 

 

Umbria

Ha l’incarico da Francesco Piccinino di assalire a Montone i pontifici; sorpreso a San Casciano da Simonetto da Castel San Pietro, riesce a salvarsi a stento.

1445

Muore.

CITAZIONI

-Con Taliano Furlano “Li quali nello loro tempo avero grande honore.” BROGLIO

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.