ANDREINO DEGLI UBERTINI Conte di Frassineta

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

 

ANDREINO DEGLI UBERTINI Di Arezzo. Conte di Frassineta

+ 1415 ca.

Anno, mese

 

Stato, Comp. ventura

 

Avversario

 

Condotta

 

Area attività Azioni intraprese ed altri fatti salienti
1399/ 1400

 

Milano

 

Firenze

 

Toscana Umbria

 

Abbandona i fiorentini per militare contro costoro agli stipendi del duca di Milano Gian Galeazzo Visconti. Nel primo semestre del 1400 ricopre l’incarico di podestà a Perugia.

1403

 

Milano

 

Firenze

 

Umbria e Toscana

 

Si trova alla difesa di Perugia per conto dei viscontei. Consegna la città ai pontifici;   i fiorentini gli conquistano  numerose fortezze. Ne riesce a mantenere in suo possesso alcune grazie agli aiuti ricevuti da Carlo Malatesta e dai pontifici.

1406
Mar. Campania I fiorentini si impadroniscono del suo ultimo castello. Si reca a Napoli presso Ladislao d’Angiò, su incarico del papa Innocenzo VII, per perorare la sua causa.
1412

 

Dic.

 

Lombardia

 

Ha l’incarico di podestà a Milano. Ai primi del mese con Urbano di San Luigi è segnalato a Milano nel castello di Porta Giovia ove presenzia come testimone all’ infeudazione di Giacomino d’Arpiasco della terra di Oviglio nell’ alessandrino.

1413

 

Mar.

 

Lombardia

 

Milano, castello di Porta Giovia. Testimone alla rinuncia dell’ infeudazione di Settimo (Bornasco) da parte di Francesco Barbavara a favore del duca di Milano. Sempre negli stessi giorni presenzia alla riconferma delle concessioni feudali di Edolo e Villa Dalegno a favore di Giovanni Federici, quelle a favore dei fratelli Turchi e del castello di Masio per Antonio da Carpi.

Mag.

 

Lombardia

 

Milano, castello di Porta Giovia. Ai primi del mese è chiamato a testimoniare all’infeudazione di Ornavasso a favore di Ermete e Lancillotto Visconti ed alla riconferma dei feudi loro concessi da Giovanni Maria Visconti (Sesto Calende).

1414

 

Mag.

 

Lombardia

 

E’ segnalato nel castello di Pavia. Nell’occasione funge sempre da testimone alla riconferma delle concessioni feudali fatte a suo tempo da Giovanni Maria Visconti a favore di Bernardo da Lunate.

Sett.

 

Lombardia

 

A metà mese a Pavia, nel castello di Sant’Angelo. Con Galeotto Bevilacqua e Filippo Arcelli risulta come testimone all’infeudazione di Sartirana a favore di Michelino da Corte.

1415

 

Gen.

 

Lombardia

 

Milano, castello di Porta Giovia. Assiste come testimone, con Filippo Arcelli e Guido Torelli, alla nomina di Gabrino Fondulo a conte di Cremona. A fine mese è presente alla riconferma in cui sono riconfermati a Guido Torelli i feudi di Montechiarugolo e di Guastalla.

Sett.

 

Piemonte

 

Testimone per la conferma del feudo di Borgomanero a favore degli eredi di Giovanni Tornielli.

………

 

Muore.

 

NESSUNA CITAZIONE

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.
Print Friendly, PDF & Email