ANDREA DA GRAVINA

0
2100
Crema, Dazio di Porta Ombriano (xilografia)
Crema, Dazio di Porta Ombriano (xilografia)

ANDREA DA GRAVINA

+1520 ca.

Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1512VeneziaImperoFriuli
1513
Giu.VeneziaMilano Spagna300 fantiLombardia

Combatte agli ordini di Renzo di Ceri. Si trova a Crema con 300 provvigionati; segue il Ceri in un tentativo di impadronirsi di Castelleone. Si colloca ad oriente della città con Silvestro da Perugia (1000 fanti), 500 cavalli e 2 pezzi di artiglieria. I veneziani intimano la resa che viene rifiutata dagli avversari; le truppe della Serenissima ricevono dagli abitanti 70 carri di vino e 100 carri di foraggio per la cavalleria ed abbandonano le operazioni.

1514
Ago.Lombardia

Sorprende ad Ombriano Silvio Savelli;  cattura nell’azione molti fanti, uomini d’ arme e 50 cavalli leggeri.

Ott.Lombardia

Segue ancora Renzo di Ceri ai danni di Castelleone dove i veneziani intendono catturare di sorpresa Prospero Colonna. Andrea da Gravina è accusato di avere mandato a monte il progetto, sia per aver avvisato in anticipo il Colonna dell’azione e di un trattato organizzato alla porta del Serio, sia per aver ritardato volutamente il suo intervento: si difende addebitando il ritardo ad una forte pioggia che gli ha impedito di usare gli archibugi.

Nov.Lombardia

Nonostante i sospetti sul suo comportamento è posto alla difesa di Bergamo: allorché Renzo di Ceri è costretto ad abbandonare la città Andrea da Gravina viene dato in ostaggio agli spagnoli, assieme con Mariano da Lecce ed Alessandro Donato, a garanzia della buona esecuzione delle condizioni legate alla resa.

1520

Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Fonte immagine in evidenza: wikimedia

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi