AMERIGO DA SAN SEVERINO Figlio di Ugo

0
1716

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

AMERIGO DA SAN SEVERINO

Figlio di Ugo da San Severino, genero di Sigismondo d’Este.

  • 1515
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1483VenetoViene dato in ostaggio dal padre Ugo ai veneziani a seguito della sua cattura in battaglia.
1490
Giu.EmiliaSi stabilisce a Ferrara. Assiste ad un duello che si svolge nella piazza del duomo.
1498
Lug.EmiliaPresenzia alla rassegna degli uomini d’arme della compagnia di Alfonso d’Este.
1507EmiliaSi batte a duello a Gazzolo con Galeazzo da Landriano.
1509
Feb.Venezia50 cavalli leggeri
Apr.VeneziaFranciaLombardia

Raggiunge i veneziani al campo anche senza avere ottenuto il necessario permesso del duca di Ferrara Alfonso d’Este di cui è suddito. Con la caduta di Treviglio il provveditore Giorgio Corner lo invia nel bergamasco con 100 balestrieri a cavallo; è segnalato  al campo di Pontevico dove risulta inquadrato nella prima colonna comandata da Niccolò Orsini. Combatte nella compagnia di Pandolfo Malatesta.

Mag.ImperoVeneziaVenetoSegue Pandolfo Malatesta nella sua diserzione dalle forze della Serenissima a quelle degli imperiali.
Ott.VenetoAlla guardia di Cittadella, feudo del Malatesta. Deve abbandonare con il suo capitano la località. Si sposta alla difesa di Verona.
1510
Feb. mar.Veneto

E’ fatto incarcerare dal governatore imperiale di Verona il principe Rodolfo di Anhalt. A marzo fugge dalla città, si dirige a Legnago e si offre di ritornare al soldo della Serenissima.

Apr. giu.VeneziaFrancia ImperoVeneto

A Venezia, per riferire sulla situazione nel campo francese ed in quello imperiale. Ha buone parole dal doge Leonardo Loredan e ritorna a militare per i veneziani. A maggio gli viene riconosciuta una provvigione mensile di 20 ducati. A giugno è segnalato al campo di Brentelle nei pressi di Padova. Si attiva per ottenere una condotta.

1511
Gen.EmiliaPrende parte all’assedio di Mirandola.
1513
Giu.VeneziaSpagna MilanoLombardia

Combatte spagnoli e sforzeschi agli ordini di Renzo di Ceri. Si dirige a Spino d’Adda e vi mette a sacco le case di Antonio da Landriano; si sposta quindi a Pandino e sottomette la località al medesimo trattamento.

1515Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi