GIROLAMO ORSINI Signore di Bracciano

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Cerca nel sito:

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

GIROLAMO ORSINI  Signore di Bracciano, Vicovaro, Isola Farnese e Galeria.

Figlio di Gian Giordano Orsini, fratello di Napoleone Orsini, padre di Paolo Giordano Orsini, genero di Bosio Sforza.

  • 1540 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1527ChiesaImpero
1529ChiesaOrsini 

 

Lazio

Combatte il fratello Napoleone per conto del papa Clemente VII.

1532

………….. 

 

 

 

 

 

Lazio

E’ catturato ed imprigionato dal fratello in Vicovaro.

Nov. 

 

 

 

 

 

Lazio

E’ liberato da Luigi Rodomonte Gonzaga.

1534

Feb. 

 

 

 

 

 

Lazio

Favorisce il matrimonio della sorella Maria con il principe di Bisignano Pietro Antonio da San Severino.  Scorta quest’ultima, alla testa di numerosi armati, dal promesso sposo. Napoleone Orsini, che è contrario a tali nozze, la insegue con alcuni servitori. Girolamo lo affronta con i suoi scherani sulla strada che da Castelgandolfo porta ad Albano , lo sorprende su una piccola carrozza e lo uccide a colpi di spada.

Mag. 

 

 

 

 

 

Lazio

In conseguenza del suo atto viene avviato un processo a suo carico da parte del governatore di Roma: la sentenza prevede la sua condanna a morte e la confisca di Bracciano e Vicovaro a favore del fratello Francesco, abate commendatario di Farfa. A seguito del fratricidio il papa Clemente VII lo costringe, al fine di continuare a mantenere la signoria di Bracciano, a fare ricorso all’intercessione a suo favore del cardinale Ippolito dei Medici.

1535Il nuovo pontefice Paolo III, di casa Farnese, lo rimette in possesso di tutti i beni di cui è stato in precedenza privato.
1536

…………..

Sposa Francesca Sforza, figlia di Bosio e nipote del papa. Alla moglie è promessa una dote di 16000 ducati, dei quali 12000 sono utilizzati per svincolare da ipoteche i castelli di Isola Farnese e di Galeria.

Apr. 

 

 

 

 

 

Lazio

Riceve l’imperatore Carlo V nel suo castello di Galeria

Mag.ImperoFrancia 

 

Emilia

Si trova a Modena con Pirro Colonna: i loro uomini (300 cavalli e 1000 fanti) collocano i propri alloggiamenti nel borgo di Cittanova.

1537
…………..ImperoImpero Ottomano 

 

Ungheria
1538

Sett. 

 

 

 

 

 

Lazio

A Roma, per accogliervi Orazio Farnese, che deve sposarsi con la vedova del duca Alessandro dei Medici.

1540

Mag. 

Chiesa

Perugia

 

 

 

Umbria

Affronta Rodolfo Baglioni,  che si è impadronito di Perugia nella cosiddetta guerra del sale. E’ segnalato a Ponte San Giovanni con il vescovo di Casale Bernardino della Barba e gli altri condottieri pontifici.

Giu. 

 

 

 

 

 

Umbria

Si incontra con il Baglioni a San Costanzo, entra in Perugia con Niccolò da Tolentino ed impedisce il saccheggio della città sventando in tal modo il disegno in tal senso di Alessandro Vitelli e di Pier Luigi Farnese. Muore probabilmente nello stesso anno. Amico di letterati come Pietro Bembo e Claudio Tolomei.

 CITAZIONI

-“Fu valoroso guerriero.” GAMURRINI

-“Al contrario di Napoleone, fu amatissimo dalla madre, dal pontefice e sempre fedele all’imperatore…Difficile se non impossibile ristabilire la verità storica su personaggi la cui figura politica è stata ricoperta da una cortina di fosche vicende di crimini. L’immagine che i contemporanei rimandano del fratricida Girolamo è quella di un colto signore di cui apprezzano il modo di coltivare i concetti cavallereschi di virtù e di onore, ” amator d’ogni dottrina.”” MORI

 

Print Friendly, PDF & Email
Roberto Damiani
Roberto Damiani è l'autore del sito Condottieri di ventura.