1520 – 1529

0
4084

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

1520 – 1529

Indice cronologico delle battaglie principali a cui hanno preso parte i condottieri di ventura operanti in Italia nel medioevo.

Legenda: P prigioniero
+ morto
F ferito

1520

FALERONE/MONTEVERDE – marzo

CHIESA                                                                                             FALERONE

Giovanni dei MediiciLudovico Euffreducci +
Nicolizza da Sant’ElpidioPelliccione
Niccolò BonafedeAlessandro da Carnasciale P
Girolamo Corso
Paolo Ciasca
Carlo d’Offida
Brancadoro da Fermo
Fortunato Bonafede
Cesare Giosia
Pietro da Falerone

Pontifici: 1000 cavalli, 4000 fanti; ribelli: 200 cavalli, 2000 fanti. Tra i ribelli sono uccisi 100 uomini.

RIPATRANSONE

CHIESA                                                                             COMPAGNIA DI VENTURA

Giovanni dei Medici

Venturieri: 3000 fanti spagnoli.

1521

COMO – giugno

FRANCIA                                                                                         IMPERO, SFORZA

CorsinoManfredi Pallavicini P
Giovanni del Matto P
Gerardo d’Arco P
Beltramo del Matto P

Sforzeschi: 800 fanti, di cui 400 tedeschi. Tra i milanesi sono uccisi 700 uomini. Dei prigionieri, Manfredi Pallavicini e Giovanni del Matto sono fatti squartare; Gerardo d’Arco è lasciato libero con i lanzichenecchi rimasti vivi nello scontro.

FINALE EMILIA – ottobre

IMPERO, FIRENZE, CHIESA                                                          FRANCIA, FERRARA

Vitello VitelliEnea da Cavriana

 Imperiali: 150 uomini d’arme, 150 cavalli leggeri, 2000 fanti, fanti svizzeri. La vittoria è dovuta principalmente ai fanti svizzeri. Assalto degli imperiali ad un campo fortificato.

CREMONA – ottobre

IMPERO                                                                                     VENEZIA, FRANCIA

Giovanni dei MediciMercurio Bua
Luigi Gaetani P

ROBECCO SUL NAVIGLIO – ottobre

IMPERO, CHIESA                                                                            FRANCIA

La Motte F

PONTOGLIO novembre

IMPERO,CHIESA                                                                             VENEZIA

Giovanni dei MediciBattista da Martinengo
Paolo LuzzascoAntonio Maria Avogadro
Farfarello
Giacomo da Vicovaro
Piero Parisoto
Annibale di Lenzo P
Carlo Malatesta da Sogliano P

Imperiali: 300 uomini d’arme, 1000 cavalli leggeri; veneziani: 500 cavalli leggeri. Durata: due ore. Attacco degli imperiali alla retroguardia ed ai fianchi della cavalleria veneziana. Tra gli uomini della Serenissima sono catturati 120 cavalli leggeri.

VAPRIO D’ADDA novembre

IMPERO, MILANO, CHIESA                                                          FRANCIA, VENEZIA

Prospero ColonnaUgo Pepoli
StoncinoLescun
Giovanni dei MediciVandenesse
Giovanni di VillanovaGraziano Luscio +
TeganeChardon +
Giannotto della RosaBuonavalle
Pier Onofri da MontedoglioGraziano di Luce +
Giovanni d’Urbina
Francesco Morone +
Gian Giacomo dei Medici
Marcantonio Corso
Girolamo Corso

Francesi: 400 lance, 2000 fanti francesi ed italiani. Durata: tre ore. Attraversamento dell’Adda da parte degli imperiali.

SAN GEMINI – dicembre

BAGLIONI                                                                                    PERUGIA, CHIESA

Camillo OrsiniAngelo da Todi
Dolceda Corbara

Pontific: 2000 fanti.

1522

GAMBOLO’ – marzo

IMPERO                                                                                          FRANCIA

Francesco da Castellalto
Guido Gonzaga
Ludovico da Fermo
Guglielmo Malaspina
Zuchero

Imperiali: 100 uomini d’arme, alcuni cavalli leggeri, 3000 lanzichenecchi con 4 pezzi di artiglieria. Francesi: 200 cavalli e 300 fanti.

BICOCCA – aprile

IMPERO, MILANO, CHIESA                                                          FRANCIA, VENEZIA

Prospero ColonnaLautrec
Francesco SforzaGuise F
Giovanni di Cardona +Lescun F
Ferdinando d’AvalosHohensax +
Giorgio Frundsberg FGaleazzo da San Severino
Ambrogio da Landriano PGiovanni Augsburg +
Girolamo AdornoSampiero Corso
Pietro di CardonaBeat di Bonstetten +
Matteo BeccariaGiovanni di Mullinen +
ValagneRenato di Savoia
PozzoAntonio di Diesbach +
Stefano ColonnaAnnes de Monmorency
Donato da PonteBrion F
Duca di TermoliAntonio Fischer +
Girolamo ColonnaUgo Pepoli F
Antonio di LeyvaLuigi Swinckart +
Alfonso d’Avalos FAlberto Pietra +
Giambattista CastaldoGaspare Pfiffer +
GuineaArnoldo di Winkenbried +
Francesco da CastellaltoGiovanni di Zurgingen +
Niccolò VitelliMiolans +
SantillanaZurbaulen di Zug +
Francesco SalamoniGraville +
Meltinger +
Courten +
Montfort +
Girolamo Castiglione
Tournon F
Chaumont +
Giovanni dei Medici F
Pietro Navarro
Prinormo +
Baiardo
Cristoforo Ducco
Federico Gonzaga da Bozzolo
Paolo Silva
Pontdormi
Ludovico da Thiene
Vandenesse
Francesco Maria Guasco F
Odoardo Guasco F
Saussy
La Palisse
Giovanni Antonio Puteo
Teodoro da Trivulzio
Roquelaure
Andrea Gritti
d’Auchy +
Alessandro Fregoso
Mailly +
Babone Naldi
Ercole Rangoni P
Cesare Scotti
Cesare Barbuò +
Enrico Tschudi
Launnay +
Paris
Galeazzo da Birago
Francesco Maria della Rovere
Ludovico Barbiano da Belgioioso
Pietro Francesco Barbiano da Belgioioso

Imperiali: 400 uomini d’arme, 4000 archibugieri spagnoli, 12000 picchieri tedeschi e spagnoli, 6000 fanti e cavalli sforzeschi. Francesi: 500 uomini d’arme veneziani, 15000 fanti svizzeri, 6000 picchieri veneziani, 2000 archibugieri delle Bande Nere, 7000 fanti svizzeri ed italiani. Durata: cinque ore. Attacco di picchieri svizzeri contro una posizione fortificata. Uso tattico, vincente, degli archibugieri spagnoli, che respingono l’assalto appena gli avversari giungono su un argine. Resistenza della cavalleria sforzesca di fronte alla francese. Nella battaglia tra i francesi sono uccisi 3000 fanti svizzeri con 22 capitani; tra gli imperiali 1000 uomini.

TORRITA

COMPAGNIA DI VENTURA                                                          FIRENZE, SIENA

Renzo di CeriVitello Vitelli
Girolamo Pepoli P

Venturieri: 300 cavalli. Fra i fiorentini sono catturati 25 uomini d’arme; Renzo di Ceri si impadronisce pure di 2 insegne.

1523

TREZZO

MILANO, IMPERO                                                                          FRANCIA

Giovanni dei MediciBernabò Visconti
Morgante da Parma
Zuchero

Imperiali: 200 uomini d’arme, 300 cavalli leggeri, 1000 fanti (fra cui 500 archibugieri). Francesi: 80 lance. Gli uomini d’arme francesi sono uccisi o catturati in gran parte.

1524

ROBECCO D’OGLIO – gennaio

IMPERO, MILANO                                                                           FRANCIA

Ferdinando d’AvalosBaiardo
Giovanni dei MediciRenzo di Ceri
Fernando AlarconEgidio da Cortona +
Carlo di LannoyMontejean
Maizières
Lorges
Saint-Mesmes
Annes de Montmorency
Vandenesse F

Imperiali: cavalli leggeri italiani, 6000 lanzichenecchi, 3000 fanti spagnoli. Francesi: 250 uomini d’arme, 2000 fanti. Assalto notturno all’accampamento francese. Tra i francesi le perdite ammontano a 300 uomini tra morti e prigionieri. Gli imperiali si impadroniscono di tutti i carriaggi.

GARLASCO – marzo

VENEZIA, MILANO, IMPERO                                                        FRANCIA

Francesco Maria della RovereBattistino Corso P
Furiano Tiraboschi +Girolamo Mattei
Giovanni dei Medici
Antonio da Castello
Roberto da Martinengo +
Camillo da Martinengo
Giulio Manfrone
Scipione da Martinengo +
Baldassarre Signorelli +
Piero Parisoto
Angelo da Padova +
Alberto Beccaria +
Carlo da Gubbio +
Pandolfo Aldovrandini +
Bastiano da Narni
Vincenzo da Fermo F
Camillo Orsini F
Benedetto da Mondolfo
Antoni dalla Riva F
Guglielmo Gallo
Uberto Pallavicini +
Domenico di Sora
Giovanni Battista Savorgnano
Cesare Fregoso
Giacomo Antonio Orsini
Niccolò della Genga
Roberto della Branca
Carlo Malatesta da Sogliano
Mario da Crema
Farfarello
Ambrogio da Landriano
Giovanni Naldi
Donnino della Genga
Alessandro Donato
Luigi Gonzaga
Pietro Rena
Mercurio Bua
Matteo Roncon
Brunoro da Porto
Giovanni Albanese
Vincenzo degli Ubaldini
Gentile d’Apecchio
Giovanni d’Ivara
Gentile di Carbonara
Ercole da Ferrara
Anteo da Bologna
Connestabile di Borbone
Ercole da Martinengo
Scipione da Martinengo
Silvestro da Narni

Francesi: 300 cavalli leggeri, 600 fanti italiani. Assalto di veneziani e sforzeschi al castello di Garlasco: la maggior parte dei difensori viene uccisa. Tra gli attaccanti vi sono 200/600 morti, per lo più annegati nel fossato dove sono spinti dalla furia dei fanti più lontani che cercano, a loro volta, di entrare nella fortezza.

SARTIRANA LOMELLINA – marzo

IMPERO                                                                                            FRANCIA

Giovanni d’UrbinaUgo Pepoli P
Ferdinando d’AvalosGiovanni da Birago P
Giovanni di Vargas

 Imperiali: 2000 fanti; francesi: uomini d’arme, 200 cavalli leggeri, 800 fanti. Tra i francesi sono uccisi 70 fanti, 50 uomini d’arme e 50 cavalli leggeri; altri 150 cavalli leggeri sono catturati.

PIZZIGHETTONE – marzo

FRANCIA                                                                                          IMPERO

Federico Gonzaga da Bozzolo

SCALDASOLE – marzo

VENEZIA, MILANO                                                                        FRANCIA

Paolo LuzzascoPirro Gonzaga da Bozzolo
Carlo Malatesta da SoglianoCesare Pioli P
Luigi Gonzaga
Giovanni Naldi

 Francesi: 80 uomini d’arme, 150 cavalli leggeri, per lo più arcieri. Fra i francesi sono catturati 250 uomini.

ABBIATEGRASSO – aprile

MILANO                                                                                           FRANCIA

Francesco SforzaGirolamo Caracciolo P
Giovanni dei Medici

Francesi: 1000 fanti. Durata: cinque ore. Sono uccisi 200 fanti svizzeri arresisi a discrezione; sono pure impiccati tutti i fanti che dopo avere militato per Giovanni dei Medici hanno successivamente disertato dalle sue file.

RAVISINGO/ ROMAGNANO SESIA – aprile

IMPERO, MANTOVA, VENEZIA                                                   FRANCIA

Connestabile di BorboneBonnivet F
Ferdinando d’AvalosSaint-Mesmes
Piero PesaroSaint-Pol
Alfonso d’AvalosBeauvais le Brave +
Giovanni di GuevaraBaiardo +
Paolo LuzzascoChartres
Filippo CerbellonChabanne
Francesco Maria della RovereAnnebault
Camillo OrsiniTristano Corso +
Fernando AlarconLorges
Giovanni d’Urbina FVandenesse +
Carlo di LannoyVaudemont
Giovanni di Diesbach
Teodoro da Trivulzio
Gianfrancesco da Trivulzio F
Annes de Monmorency F
Ludovico Barbiano da Belgioioso
Alberigo Barbiano da Belgioioso

Francesi: 150 lance, 2000 fanti svizzeri. Battaglia risoltasi in due scontri successivi sulla destra del Sesia, tra alcuni elementi di un esercito in ritirata (il francese) e l’avanguardia di imperiali e veneziani di cavalli leggeri ed archibugieri. Fanti sorpresi nell’attraversare il Sesia. Pietro Baiardo muore poco dopo per le ferite riportate nel combattimento. Nel campo francese sono uccisi 1000 fanti svizzeri, mentre altri 500 muoiono annegati. Veneziani ed imperiali si impadroniscono di 7 cannoni, 2 insegne, molti carri di munizioni e vari carriaggi.

MELZO – novembre

IMPERO                                                                                            FRANCIA

Ferdinando d’AvalosGirolamo da Trivulzio +
Alfonso d’AvalosGianfermo da Trivulzio P
Santillana

 Imperiali: 100 uomini d’armi, 200 cavalli leggeri, 2000 fanti. Francesi: 60 uomini d’armi con gli arcieri, 200 fanti. Attacco di sorpresa al castello di Melzo. Girolamo da Trivulzio muore poco dopo la cattura per le ferite riportate. Gli imperiali fanno prigionieri 40 uomini d’arme; il resto dei francesi è ucciso.

1525

CASCIANO – gennaio

IMPERO                                                                                            FRANCIA

Ferdinando d’Avalos

Francesi: 50 cavalli, 400 fanti italiani. I francesi sono costretti alla resa a discrezione.

SANT’ANGELO LODIGIANO – gennaio

IMPERO                                                                                            FRANCIA

Ferdinando d’AvalosPirro Gonzaga da Bozzolo P
Camillo Gonzaga P
Emilio da Cavriana P
Cagnino Gonzaga P
Ippolito Gonzaga P
Ercole Gonzaga P

Imperiali: 2000 fanti tra spagnoli e lanzichenecchi. Francesi: 200 cavalli, 800 fanti (schioppettieri ed archibugieri). Tutti i capitani sono fatti prigionieri, mentre i soldati sono lasciati liberi previa la consegna delle armi e la promessa di non militare per un mese contro gli imperiali. Ricco bottino.

VARAZZE – gennaio

FRANCIA                                                                                          IMPERO

Michelantonio di SaluzzoUgo di Moncada P
Gigante CorsoGiorgio Adorno P
Simone TebaldiCesare Colonna P
Andrea DoriaDonato di Sarzana
MoySinibaldo Fieschi F
Cesare Gaetani
Bartolomeo Spinola P
Barnaba Adorno P

Imperiali: 3000 fanti spagnoli. Tra gli imperiali sono uccisi o fatti prigionieri 600 fanti (compresi 100 gentiluomini).

PAVIA/MIRABELLO – febbraio

IMPERO, SPAGNA, MILANO, VENEZIA                                     FRANCIA

Ferdinando d’Avalos FFrancesco I P
Francesco SforzaCarlo di Montpensier P
Matteo BeccariaBonnivet +
Antonio di Leyva FPermeil P
Giovanni Battista di LodroneArmagnac P
Sebastiano Squarcia +Pietro da Birago
Cesare HercolaniLuigi d’Ars +
Franciotto MarieriChavalier P
Francesco MarieriFederico Gonzaga da Bozzolo FP
Giambattista CastaldoLange P
Melchiorre RamazzottoGirolamo Aleandro P
AudelotSauls-Tavannes P
Prospero RangoniBussy +
ZucheroName P
Annibale CapassoLescun +
Alfonso d’AvalosMogny P
Ferrante Castriota +Clermont d’Amboise +
Ugo di Cardona +Camberges P
Sigismondo MalatestaLa Trémouille +
Giorgio FrundsbergTret P
Connestabile di BorboneLavedan +
Marco SittichPotigault P
Carlo di LannoyBoisy P
Diego d’AvilaSalingat P
Govanni d’UrbinaAubigny +
Camillo OrsiniRichard de la Poole +
Gianfranco PusterlaFyette P
BuzartoGaleazzo da San Severino +
La MottaMacha Luton P
 Francesco ArrioCrocq P
SalcedoOrval P
Andrea HerreraMabaullet P
Luigi di VillacamposCagnino Gonzaga P
Luigi di GayosoLa Roche Egmond P
Onofrio di MonteVaudemont P
Fernando Alarcon FHumbault P
Guido VainaGiulio da San Severino
VererioDurazzo P
Girolamo MoroneSavigny P
Filippo CerbellonRiant P
Ottaviano Serantoni Codronchi +Ippolito Gonzaga
Giovanni SarmientoFlorent Tack +
Troiano Papacoda +Michelantonio di Saluzzo P
VargasGiovanni Scheck +
BlanchettoNevers P
AldanaSaint-Mesmes +
RiveraGuascone dell’Isola
Antonio Mercadod’Erlach +
CorveraAlberigo Barbiano da Belgioioso P
Squarzo +Anselmo da Milano
QuintanillaBuzancy P
SpepachBarlué P
La TorreMende P
Niccolò di SalmCrotte P
Niccolò FeselenthMoira P
Ludovico da ThieneChartres P
Galeazzo FarneseCharmet P
PomperantMauny P
GrantmontLudovico Barbiano da Belgioioso F
CoucheDucros P
MonmorinBrion P
Principe d’OrangeWattemberg di Zuffen +
Federico dal VermeMarigny P
Giovanni Mancio +Teodoro di Schomberg +
Martino Fiammeno +Vasauli P
Paolo LuzzascoSaint-Marsault P
Giovanni ArcimboldiLa Clayette P
Angelo CarpanoSain-Poli F
Bernardo CarpanoBuonavalle +
Filippo HerreraBalesnid
Gabriele da MartinengoLaval P
Francesco da PonteMonluc P
PessinTournon +
Giovanni di SantacroceMonferrato P
Cesare da NapoliBoutières P
Luigi di CordobaGiovanni di Diesbach +
AgnayoVendome P
Giorgio di SivigliaCristoforo Ducco
Pietro Fernandez di Quesada FFrancesco di Saluzzo P
Diego di MendozaAlençon
Giovanni d’Urbietade la Barre P
Ruy GomezGuise +
Cristoforo di CortesiaRobert de la Marck P
Giovanni di PerniaImbercourt P
SantillanaBeaupréau +
Maurizio PrudenziLa Roche du Maine P
Corradino di ClurnesTorrence P
Fanfulla da Lodi +Galeazzo Visconti P
Fabrizio MaramaldoMoy P
Giovanni Antonio MuscoLangey P
Francesco SalamoniCourton P
Luigi AcciapacciaMaraphin +
Piermaria dei Rossi P
Francesco di Lambesch +
Busantiers +
Bernabò Visconti P
Montejean P
Guidanes P
Tonnerre +
Marco Antonio Cusano
Claudio di Savoia
Giovanni Francesco Strasolini
Greco Giustiniani
Balivo di Digione
Talmont P
Vitry P
La Ferté P
Della Rosa P
Tommaso Guadagni
Monin P
Nauchay P
Camisière P
Pothon P
Bonnecal P
Changes P
Charon P
Begaire P
Beveres P
Monpesat P
Val More P
Lorges P
Ulighen P
de la Guiche P
Neubald P
Rochefort P
Ugo Pepoli
Niccolò da Tolentino P
Clermond P
Annebault P
Barbecieux P
Saint-Dieu P
Chisy P
Domenico Albanese
Martigues P
Oliviero Albanese
Monserne P
Antonio da Salerno
Saint-Germain P
Leonardo Remulo P
Sourdis
Rochepot
Stanges P
Mailleraie
Saussy P
Annibale Guasco
Maugiron P
Pietro Botticella
Imbault P
Giacomo Botticella F
Ruffech P
Rera +
Bones P
Camillo Forlano
La Morette +
Longueville
Federico Cataygne +
Pierrepont P
Pietro Francesco Barbiano da Belgioioso P
Longmanno di Augusta +
Urges P
Castillo di Navarra
Lenix P
Paolo Silva
Sainont +
Lignac P
Giovanni di Mendoza +
Conte Wolf
Chandieu P
Tiercelin P
Enrico di Navarra P
La Motte* +
Francesco di Lorena +
La Palisse +
Galiot P
Renato di Savoia +
Annes de Montmorency FP
Simone Tebaldi
de la Rochefoucauld
d’Albret
Antonio di Lorena
Milanino Gualtieri +
Antonio di Biassa
Baltes Kopp
Tegane

Imperiali: 800 uomini d’arme (di cui 250 borgognoni), 1500 cavalli leggeri, 20000 fanti (12000 lanzichenecchi, 5000 spagnoli, 3000 italiani), 6000 uomini della guarnigione di Pavia. Francesi: 1200 uomini d’arme, 2000 cavalli leggeri, 23000 fanti (8000 svizzeri, 5000 lanzichenecchi, 4000 italiani, 6000 francesi), 40 pezzi di artiglieria. Durata: due ore. Sconfitta francese dovuta essenzialmente alla sorpresa ed alla errata convinzione del comando di essere di fronte ad una semplice azione diversiva. Ciò ha come conseguenza un accorrere spezzettato delle forze, le quali sono così battute separatamente. Gli imperiali sull’ala destra (fanti spagnoli ed italiani) si scontrano con gli uomini d’arme francesi; sull’ala sinistra i fanti dei duchi di Gheldria e di Lorena sono disfatti dai lanzichenecchi militanti al servizio degli imperiali. Il ritiro della retroguardia francese trascina con sé gli svizzeri. Alla fine i francesi sono presi alle spalle dalla guarnigione di Pavia. Nella battaglia muoiono di parte francese 8000 uomini (9600 compresi gli annegati nel Ticino) e 700/1500 uomini tra gli imperiali. Questi ultimi si impadroniscono di tutti i pezzi di artiglieria.

1526

TORRENTE ORBA/BORMIDA febbraio

IMPERO                                                                                            FRANCIA

Gaspare Maino
Battista del Matto
Giovanni Bernardino da Cerreto
Accursio da Lodi
Girolamo da Vercelli
Giulio Cesare da Capua
Bernardo Manara
Giovanni Mella

Imperiali: 1700 fanti; francesi: 2000 fanti italiani. Imboscata ai danni di truppe stanche ed in marcia senza particolari cautele.

CASALMAGGIORE – febbraio

IMPERO, MILANO                                                                          FRANCIA

Alessandro BentivoglioGian Ludovico Pallavicini P
Rodolfo da VaranoNiccolò Varolo F
Somenzi
Baldassare Superti
Alessandro Stampa
Alessandro Gonzaga
Antonio Corso

Imperiali: cavalli, 1400 fanti; francesi: 400 cavalli, 2000 fanti.

ABBAZIA DELLE TRE FONTANE – marzo

IMPERO, COLONNA                                                                       FRANCIA, ORSINI

Giulio ColonnaAlbany
Vespasiano Colonna
Camillo Colonna

Francesi: 400 cavalli, 1200 fanti. 50/60 morti fra i francesi; molti i prigionieri.

RAVELLO – settembre

FRANCIA                                                                                          IMPERO

Giovanni da BiragoGiovanni d’Urbina F
Giovanni Villanova +

Imperiali: 14 bandiere di fanti spagnoli. 300 morti tra i francesi ed altrettanti tra i fanti spagnoli al servizio degli imperiali. Tra questi ultimi sono catturati alcuni capitani di lanzichenecchi.

SAN GIACOMO – luglio

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Marcantonio da Martinengo +Luigi Rodomonte Gonzaga P
Giacomo da VicovaroCostantino Boccali P
Giorgio Busicchio

Veneziani: 50 uomini d’arme, 200 cavalli leggeri, 800 fanti, 4 pezzi di artiglieria. Imperiali: 170 cavalli leggeri, 200 fanti. Tra gli imperiali sono uccisi 15/20 uomini; gli altri sono fatti prigionieri.

SIENA/PORTA CAMOLLIA – agosto

SIENA                                                                                          CHIESA, FIRENZE

Camillo Colonna FPGentile Baglioni
Angelo Boninsegni +Gentile Virginio Orsini
Giulio ColonnaLudovico Orsini
Girolamo Luzi +Giovan Francesco Orsini
Giacomo UgoliiniGiovanni da Sassatello
Giulio Luzi +Jacopo Corso
Giovanni Maria PiniBraccio Baglioni
Nicodemo della Piazza +Guglielmo Corso P
Mario BandiniDesiderio Corso +
Fisico TantuzziTito Mosca
Filippo Angeli +Ciriaco Corso
Giovambattista PalmieriDolce dell’Anguillara
Fabio Allegretti +Lazzaro Malvicini
Alfonso BorgheseRoberto Pucci
Niccolò Paganelli +
Andrea Landucci
Girolamo Saracini +
Conte Tolomei
Gherardo Ssaracini
Nardo Gogni
Virginio Massaini
Leonardo Ciogni
Sozzino Benzi
Enea Sacchini
Sallustio da Roma
Alessandro Politi
Annibale Damiani
Francesco Severini
Alessandro Aringhieri
Francesco Luzi
Filippo Buoninsegni +
Conte Guidarelli
Mercurio Aringhieri +
Marcello Argini
Giacomo Baldi

Senesi: 60 cavalli, 400 fanti, cittadini; pontifici. 1200 cavalli, 8000 fanti raccogliticci. Sortita degli abitanti di Siena contro le artiglierie che battono le mura cittadine. Fuga generale degli assedianti colti in disordine. Nel combattimento muoiono più di 650 uomini (500 di parte fiorentina, 150 tra i senesi). I pontifici perdono vettovaglie, carriaggi e 14 pezzi di artiglieria; subiscono, inoltre, la cattura di 500 soldati.

GAVARDO – novembre

IMPERO                                                                                            VENEZIA

Giorgio FrundsbergTommaso di Costanzo
Bernardino da Roma
Camillo Orsini
Giovanni Naldi

 GOVERNOLO/BORGOFORTE – novembre

VENEZIA, CHIESA                                   IMPERO

Giovanni dei Medici +Giorgio Frundsberg
Romano CorsoAlessandro Gonzaga F
Luigi GonzagaCorradino di Clurnes
Battista FarinaStamberg
Benedetto da Mondolfo +Giorgio Duoart +
Pazzo da PerugiaFederico Luther +
Macone da Gubbio F
Morgante da Perugia
Pompeo Ramazzotto F
Contazzo da Casalpo
Lucantonio Cuppano
Giovanni di Torino
Maffeo Cagnolo
Marcantonio Corso
Pier Onofri da Montedoglio
Tommaso Corso
Oliviero Corso
Pandolfo Puccini
Cesare Farina
Amico d’Arsoli F
Giano Strozzi
Bartolomeo Peretti
Luigi Alessandro Gonzaga

Veneziani: 400 cavalli leggeri, 400 archibugieri. Tra gli imperiali sono uccisi 300 lanzichenecchi, tra i veneziani 50 uomini (60 i feriti). Giovanni dei Medici muore dopo qualche giorno per le ferite riportate da un colpo di falconetto.

VALBUONA – dicembre

CHIESA                                                                                       IMPERO, COLONNA

Napoleone OrsiniAscanio Colonna
Pompeo Colonna

1527

FERENTINO – gennaio

CHIESA                                                                                             IMPERO

Renzo di CeriCuio
Lucantonio Cuppano
Battista Farina
Stefano Colonna

CEPRANO – gennaio

CHIESA                                                                                    IMPERO, COLONNA

Renzo di CeriCarlo di Lannoy
Orazio Baglioni

Pontifici: 3000 fanti; imperiali: 3000 fanti spagnoli.

ARNARA – gennaio

CHIESA                                                                                             IMPERO

Alessandro VitelliPeralta +
Battista Farina
Giovambattista Savelli
Filippo Tarlatini
Pietro da Birago
Romano Corso
Pasqualino Albanese
Oliviero Corso F

Pontifici: cavalli, 300 fanti; imperiali: 500 fanti spagnoli. Nell’imboscata sono uccisi 80 fanti spagnoli; molti ne sono fatti prigionieri. I pontifici si impadroniscono di 2 insegne.

FROSINONE – gennaio

CHIESA                                                                                             IMPERO

Stefano ColonnaAndrea Codogno P
Lucantonio CuppanoMarzio Orsini FP
Fernando Alarcon

Imperiali: 4 bandiere di lanzichenecchi e fanti spagnoli. Nello scontro sono uccisi 200 fanti tedeschi e 100 spagnoli; ne sono fatti prigionieri 400 con le insegne.

MUCINASSO – febbraio

CHIESA                                                                                             IMPERO

Paolo LuzzascoPrincipe d’Orange
Claudio RangoniZuchero P
Ludovico GuerreroGiacomo Folgore di Piossasco P
Camillo CampagnaGrugno P

Tra gli imperiali sono uccisi 200 uomini; sono catturati 80 cavalli e 100 fanti.

SAN GIOVANNI IN PERSICETO – marzo

VENEZIA, CHIESA                                                                          IMPERO

Roberto da San Severino
Giorgio Busicchio
Piero Frasina
Andrea Civran
Niccolò Rali
Manoli Clada

Veneziani: cavalli leggeri, stradiotti, 3000 fanti. Imperiali: uomini d’arme, 400 cavalli leggeri, archibugieri.

SALERNO – marzo

CHIESA, FRANCIA                                                                         IMPERO

Orazio BaglioniFerrante da San Severino
Hogeda +
Lorenzo Mormile P
Ettore Piscicello P
Girolamo Tuttavilla
Cesare Negrone P
Giovanni Francesco Marasichino P
Roberto di Lembo P
Annibale Ruggeri P
Gregorio Calvo P
Ercole Pellicelli P
Antonio Ruggeri +
Roberto di Serino P
Giacomo Rascica P

Imperiali: 1500 fanti, 300 fanti spagnoli e 2200 contadini. Nello scontro gli imperiali perdono 250 fanti, mentre altri 60 sono fatti prigionieri. Tra i pontifici le perdite ascendono a 40 uomini, tra morti e feriti.

ROMA – maggio

IMPERO                                                                                            CHIESA

Connestabile di Borbone +Renzo di Ceri
VergaraTebaldo da Fabriano
principe d’OrangeStefano Colonna
Conte GiaraMichelangelo Chinelli
Fabrizio MaramaldoOrazio Baglioni
Federico CartalaGian Giacomo di Cesi P
Ferrante GonzagaGiampaolo di Ceri
Pier Luigi FarneseOttavio Castracani +
Ugo di MoncadaCamillo Orsini
Giovanni d’Avalos +Romano Corso
Corrado di BemelbergValerio Orsini
Cuaco FProspero Rasponi
Sciarra ColonnaPaolo di Santacroce
Alfonso d’AvalosMarco Denti
Melchiorre FrundsbergGirolamo Mattei
Filippo CerbellonLorenzo Lotti
Nicola SeidenstuckerAntonio di Santacroce
Michele Hartmann di AltkirchLorenzetto da Montelupo
NageraFabio Petrucci
Sebastiano SchartlinGiovambattista Savelli
CatinaraRaffaello da Montelupo
Ludovico di LodroneCristoforo del Bufalo +
Francesco SarmientoGiuliano Leni
MendanezMario Napoletano
Corrado MessRanuccio Farnese
Corradino di ClurnesNiccolò da Tolentino
Alfonso di CordobaGiulio da Ferrara +
Camillo ColonnaGiulio Vallati +
Francesco di BellunoPierpaolo Tebaldi +
Marco Antonio da NapoliMariano Castellani
Francesco HuxelinSimone Tebaldi
Luigi CullaBenvenuto Cellini
Marcantonio da NapoliLucantonio Cuppano F
Federico CarafaSalvalaglio
Achille Borromeo +Gian Antonio Orsini
Prospero ColonnaGiovanni Cave
JonasBraccio Baglioni
Bridieu +Ligny F
VezzanaAlfonso da Perugia
Anteo Monte +Coggia da Firenze +
AldanaBerardo da Padova
Alessandro GonzagaCecchino Cellini
Luigi Rodomonte GonzagaTofano da Pistoia +
Costantino BoccaliNiccolò Bottigari +
Giovanni d’UrbinaChecchino da Pontesisto +
Mariano PrudenziAntonio Partini +
Luigi HerreraGianleone da Fano
La MottaGaspare Roust +
ReschioMarzio da Napoli
Teia d’AguilarGiovanni da Udine
MendaisNicolino da Firenze +
Francesco Valentino
Stefano d’Amelia
Bernardino Passeri +
Marcello Pallone
Luca Massimo FP
Alessandro del Bene
Giuliano Massimo +
Giovanni Battista da Bologna +
Marco Antonio Altieri
Jacopo Frangipane +
Mario Sapella

Imperiali: 10000 lanzichenecchi, 5000 fanti spagnoli, 18000 italiani. Pontifici: 4000 archibugieri, molti uomini inesperti. Durata: cinque ore. Attacco degli imperiali alle mura di Roma, facilitato da una folta nebbia che impedisce ai difensori di fare uso delle artiglierie. Sacco. Soldati spagnoli e lanzichenecchi uccidono a colpi di lancia e di spada gli ammalati ed i feriti trovati nell’ospedale di Santo Spirito in Saxia Rubria. Trucidati anche i bambini del vicino orfanotrofio, molti dei quali vengono gettati nelle acque del Tevere. 1000 morti tra gli imperiali, 3000 tra i difensori.

CARATE BRIANZA – luglio

IMPERO                                                                                            FRANCIA

Antonio di LeyvaGian Giacomo dei Medici
Cesare da Napoli

Francesi: 2500 fanti svizzeri e grigioni. Gli imperiali colgono di sorpresa i francesi alloggiati nelle case di Carate Brianza.

VIZZOLO – luglio

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Babone NaldiGiovanni Sarmiento
Cesare Fregoso
Maffeo Cagnolo
Toso da Collalto
Giacomo da Vicovaro
Annibale di Lenzo
Tommaso di Costanzo

Veneziani: 40 uomini d’arme, 60 cavalli leggeri, 350/500 fanti. Imperiali: 50 uomini d’arme, 70/80 cavalli leggeri, 350 fanti tra spagnoli e lanzichenecchi. Durata: un’ora. Imboscata ad una colonna di scorta ai saccomanni. Tra gli imperiali sono uccisi 100 fanti; i veneziani fanno prigionieri 40 uomini d’arme e molti cavalli leggeri; si impadroniscono inoltre di più di 300 carri.

GENOVA – agosto

VENEZIA                                                                                       IMPERO, GENOVA

Cesare FregosoGabriele da Martinengo P
GottardoAgostino Spinola P
Filippo Cerbellon P
Girolamo da Martinengo +
Fabrizio da Martinengo +

 Veneziani: 1000 uomini; imperiali: 2500 uomini, di cui 300 spagnoli. Tra i genovesi si contano 800 morti, tra i veneziani 50 morti e molti più feriti.

SAN PIETRO IN VALLE – settembre

FRANCIA, VENEZIA                                                                      IMPERO

Michelantonio di SaluzzoPiermaria dei Rossi
Federico Gonzaga da BzzoloAlessandro Vitelli
Francesco Maria della RovereBraccio Baglioni
Lucantonio Cuppano

Francesi: molti cavalli, 1000 fanti; imperiali: 200 cavalli, 400 fanti. Durata: molte ore. Assalto notturno ad un’abbazia fortificata controllata dagli imperiali. I difensori si arrendono a patti: i capitani sono lasciati liberi.

1528

RHO – febbraio

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Toso da CollaltoDiego Raines P
Geremia Naldi
Roberto da San Severino
Giovanni Battista da Castro
Claudio Rangoni

Veneziani: cavalli leggeri, 400 fanti. Imperiali: 60 uomini d’arme, 450 fanti tra lanzichenecchi e spagnoli. Durata: un’ora. Imboscata. Tra gli imperiali sono uccisi 15 uomini d’arme e 130 fanti; sono catturati 60 spagnoli. Tra i veneziani, 30 morti e 10 feriti.

LUCERA – marzo

FRANCIA                                                                                          IMPERO

Lautrec
Valerio Orsini

GALLIPOLI – maggio

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Giorgio BusicchioPrincipe d’Orange
Piero FrasinaTeodoro Boccali
Comino FrasinaFerrante Paladini P
Andrea MaurasCastriota
Andrea Civran
Giovanni di Corone

Tentativo di imboscata della cavalleria leggera veneziana agli imperiali.

PALAZZOLO – giugno

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Francesco Maria della RovereEmilio Marescotti P
Sforza Marescotti

Imperiali: 300 cavalli leggeri, 500 fanti.

L’AQUILA – giugno

FRANCIA                                                                                          IMPERO

Napoleone OrsiniScipione Colonna +
Amico d’Arsoli

Tra gli imperiali sono uccisi 400 fanti; altri 800 sono catturati.

                                                      SEBETO– luglio

FRANCIA, FIRENZE                                                                       IMPERO

Ugo Pepoli FPFerrante Gonzaga P
Jacopo BichiGiovanni Battista Loffredo
Foix-Candale +Luigi Acciapaccia F
MontlucFrancesco delle Castelle F
ArtqueloubeFrancesco Arrio P
LavalMiranda P
Renzo di CeriPrates P
Grimost FPrates
Pietro Dai F
Valerio Orsini

Francesi: 70 lance francesi, fanti guasconi, italiani, svizzeri, tedeschi. Imperiali: fanti tedeschi e spagnoli. Tentativo degli imperiali di impedire lo sbarco di truppe francesi giunte in soccorso al Lautrec. Tra i francesi sono uccisi 100 fanti ed altrettanti sono catturati. Gli imperiali subiscono, tra morti e prigionieri, la perdita di 400 fanti. I francesi si impadroniscono dei bagagli.

NOLA – agosto

IMPERO                                                                                             FRANCIA

Girolamo Tuttavilla
Ferrante Gonzaga

Francesi: 2000 fanti

AVERSA – agosto

IMPERO                                                                                             FRANCIA

Principe d’OrangePietro Navarro P
Ferrante GonzagaAigremont
Giovanni d’UrbinaMichelantonio di Saluzzo
Corrado EssioCesare Scotti
Guido Rangoni
Pomperant
Paolo Camillo da Trivulzio
Negro Pelisse

La campagna nel regno di Napoli ha termine per i francesi con la resa.

MONZA

VENEZIA                                                                                           IMPERO

Roberto da San Severino

Imperiali: 100 cavalli leggeri, 500 fanti tedeschi. Imboscata a truppe di scorta ad un convoglio di rifornimenti.

CRESCENTINO

IMPERO                                                                                            FRANCIA

Filippo TornielliNapoleone Orsini P

Imperiali: 2000 fanti. Scontro notturno.

MONZA – dicembre

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Roberto da San Severino
Toso da Collalto

Veneziani: 75 cavalli leggeri, 320 archibugieri; imperiali: 50 cavalli leggeri spagnoli, 500 lanzichenecchi. Imboscata. Tra gli imperiali vi sono 120 morti; sono catturati 40 cavalli e 200 fanti con 2 capitani di lanzichenecchi ed il comandante dei cavalli leggeri.

1529

LANDRIANO – giugno

IMPERO                                                                                      FRANCIA, VENEZIA

Antonio di LeyvaSaint-Pol P
Giovan Pietro CicognaAlessandro Gonzaga P
Pietro Francesco da BelgioiosoGirolamo Castiglione P
Ludovico Barbiano da BelgioiosoCesare Fregoso
Cesare da NapoliClaudio Rangoni FP
Brunoro GambaraLongueval
Giuliano da PratoGiantommaso Gallarati Scotti
Giovanni di Cambrai
Morano Carbon P
Annebault
Lignac P
Giovanni Girolamo P
Guido Rangoni
Battistino da Rimini
Stefano Colonna P
Morgante da Vicenza P
Cristoforo Ducco P

Francesi: lance francesi, 2500 fanti tedeschi, 2000 fanti italiani, fanti francesi per un totale di 11000 uomini. Assalto notturno dei fanti spagnoli alla retroguardia francese: i picchieri tedeschi si sbandano sotto il fuoco degli archibugieri spagnoli. Analogo comportamento vile è tenuto dai soldati francesi e da quelli italiani. Di parte francese si salvano solo 2000 fanti con Guido Rangoni. Gli imperiali si impadroniscono dei carriaggi e delle artiglierie.

VALEGGIO – settembre

IMPERO                                                                                             VENEZIA

Roberto da San Severino P
Sigismondo Malatesta
Lucantonio Cuppano P
Aventino Fracastoro

Imperiali: 1000 cavalli tedeschi, 100 archibugieri a cavallo, 600 archibugieri. Veneziani: 300 cavalli. Vano tentativo di imboscata da parte veneziana.

LENO – ottobre

IMPERO                                                                                             VENEZIA

Paolo LuzzascoCesare Fregoso
Luigi degli Ugoni P
Antonio da Castello
Bernardino da Montauto P
Mariano da Castello P
Antonio Salerno P

 MONTOPOLI/PALAIA – dicembre

FIRENZE                                                                                           CHIESA, IMPERO

Ercole RangoniPirro Colonna
Ciante da FirenzeBartolomeo Spiriti P
Michele da MontopoliCrispa da Pisa +
Giovanni Benedetto PasquinoFilippo Lombardo P
Piramo da Pietrasanta +Baldassarre della Staffa P
Amico d’ArsoliFilippo da Ferrara P
Francesco FerrucciVittorio da Terni P
Stefano da FichinoCentofanti P
Tinto da BattifolleMariangelo da Terni P
Niccolò da SassoferratoAntonio da Perugia P
Paolo CorsoAntonio Maria da Siena P
Primo da Pisa
Cesare dal Borgo
Brisighella
Fidino Fidini

Imperiali: 1500 uomini. 200 morti tra gli imperiali e 200 cavalli catturati.

SANTA MARGHERITA A MONTICI – dicembre

FIRENZE, FRANCIA                                                                       CHIESA, IMPERO

Stefano ColonnaSciarra Colonna
Tommaso CorsoAscalino
Malatesta BaglioniPrincipe d’Orange
Biagio da PerugiaAndrea Castaldo
Giovanni di TorinoPirro Colonna
Bino Mancino SignorelliPiermaria dei Rossi
Ottaviano SignorelliGiambattista Smeraldi
Giudicello CorsoGiovanni da Sassatello
Marzio OrsiniGiovambattista Savelli
Barbarossa dei BartoliBraccio Baglioni
Amico d’Arsoli
Francesco della Brocca
Alamanno dei Pazzi
Paoluccio da Perugia
Pasquino Corso

Fiorentini: 1000 archibugieri, 400 alabardieri. Assalto notturno all’accampamento imperiale. 200 morti tra questi ultimi.

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi