1510 – 1519

0
4536

Consulta l’Indice anagrafico dei condottieri di ventura

A –  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Z

Indice delle Signorie dei Condottieri: ABCDEFGIJLMNOPQRSTUVZ

1510 – 1519

Indice cronologico delle battaglie principali a cui hanno preso parte i condottieri di ventura operanti in Italia nel medioevo.

SAN BONIFACIO/SAN MARTINO BUON ALBERGO – gennaio

VENEZIA                                                                                          IMPERO

fra Leonardo Prato Carlo Baglioni P
Dimitri Megaduca Stefano Fantaguzzo P
Federico Gonzaga da Bozzolo
Meazo  P
Sacramoro Visconti  P
Francesco di San Bonifacio  P
Biasino Crivelli  P
Ercole Brusca  P
Rasmino  P

 Tra gli imperiali sono uccisi 60 balestrieri a cavallo. Gli stradiotti ed i cavalli leggeri veneziani fanno prigionieri 50 uomini d’arme e 200 cavalli leggeri con 6 capitani; si appropriano, inoltre, di 4 insegne.

SOAVE – gennaio

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Niccolò Orsini
Lucio Malvezzi
Giano Fregoso
fra Leonardo Prato

Tra gli imperiali sono catturati 50/60 cavalli leggeri.

VILLANOVA – gennaio

VENEZIA                                                                                          IMPERO

fra Leonardo Prato Giovanni Gonzaga
Cagnino Gonzaga
Alessio Bua  P

Imperiali: uomini d’arme, cavalli leggeri, 1000 fanti con 4 falconetti. Nello scontro sono uccisi più di 150 uomini tra spagnoli, borgognoni ed italiani. I veneziani catturano 100 cavalli leggeri e 40 uomini d’arme borgognoni.

CASTELNUOVO – febbraio

VENEZIA                                                                                          FERRARA

Giovanni Paolo Gradenigo Alessandro Rizzeri P
Antonio Pio
Zitolo da Perugia
Giovanni Greco
Giorgio da Nona
Piero Monochovic

 Veneziani: uomini d’arme, cavalli leggeri, 200 provvigionati. Imboscata. Tra gli estensi sono catturati 30 uomini d’arme e 60 balestrieri a cavallo.

LEGNAGO – maggio

VENEZIA                                                                                           IMPERO, FRANCIA

Vanissa da Poliza Galeazzo da San Severino
Andrea Mauras
Giovanni Detrico

Francesi: 100 uomini d’arme, 200 arcieri e balestrieri a cavallo, 500 fanti. Tra i francesi sono uccisi 100 uomini; sono pure catturati 100 uomini che vengono quasi tutti uccisi.

VICENZA/BATTAGLIA DELLE TORRETTE – giugno

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Taddeo della Volpe Federico Gonzaga da Bozzolo
Meleagro da Forlì Ludovico Gonzaga da Bozzolo
Battista Dotto
Giovanni Greco  F

Tra i veneziani 5/6 morti; fra gli imperiali sono fatti prigionieri 100 cavalli.

CASTELLO DI SAN FELICE/VERONA – settembre

VENEZIA                                                                                           FRANCIA, IMPERO

Lucio Malvezzi Tiberto Brandolini
Chiriaco dal Borgo Francesco Maldonado  P
Zitolo da Perugia +
Giacomo Antonio Ronconi
Vincenzo Naldi                             Bernardino di Montone
Marco da Rimini
Damiano di Tarsia
Babone Naldi
Sebastiano del Manzino
Renzo di Ceri

Imperiali: cavalli leggeri francesi, 1800 lanzichenecchi. Sortita notturna degli imperiali assediati in Verona per sorprendere l’artiglieria veneziana. Contrattacco. Tra i veneziani sono uccisi 200 uomini, 100 tra gli imperiali. I veneziani fanno 40 prigionieri, tra cui due connestabili tedeschi ed un capitano spagnolo (Francesco Maldonado).

MONTAGNANA/SAN ZENO/BEVILACQUA – settembre

VENEZIA                                                                                          FRANCIA

Andrea Gritti
Chiappino Vitelli
Paolo Capello                                Federico Contarini
Vanissa da Poliza                         Leonardo Grasso
Francesco Sbrogliavacca
Guido Rangoni
Enea da Cavriana                          Ludovico Battaglia
Giovanni Forti
Alessandro Forti
Domenico Busicchio
Giovanni dal Borgo

Francesi: 50 uomini d’arme francesi e borgognoni, 100 arcieri a cavallo francesi, 400 fanti di cui 300 francesi (nel complesso 1000 uomini con 2 pezzi di artiglieria). Attacco veneziano a truppe sorprese in disordine; impossibilità della fuga a causa della rottura di un ponte effettuata in precedenza dai veneziani.

PRATI DI CORTILE

FRANCIA                                                                                          CHIESA

La Palisse
Alberto Pio

Francesi: 400 lance, 4000 fanti; pontifici: 40 cavalli leggeri, 500 fanti.

REGGIO EMILIA

FRANCIA                                                                                          CHIESA

Ranuccio Antonio Ottoni  P

I francesi catturano 100 cavalli.

ZOCCA SUL PO ottobre

VENEZIA                                                                                          FERRARA

Giovanni Moro Masino dal Forno  P
Alfonso d’Este

Veneziani: 500 cavalli

BATTAGLIA DELLA VAL DI SAMOGGIA – ottobre

CHIESA                                                                                              FERRARA

Giovanni da Sassatello Guido Postumo
Alessandro della Volta Frignano Montecuccoli  P
Bersanino Montecuccoli

SAN ZENONE – novembre

VENEZIA                                                                                           IMPERO

Giovanni Vitturi
Giovanni Turco dal Borgo
Teodoro dal Borgo
Luigi da Porto
Franceschino dal Borgo
Vincenzo da Maddaloni
Giorgio Schiavo

Veneziani: 120 cavalli leggeri, 120 fanti; imperiali: 30 cavalli, 400 fanti per lo più schioppettieri. Imboscata. Tra gli imperiali sono catturati 84 fanti e 16 cavalli (3 morti e 3 feriti fra i veneziani).

1511

SANTERNO – febbraio

FRANCIA, FERRARA                                                                     CHIESA, VENEZIA

Alfonso d’Este Rosso Naldi
Frontailles Antonio Orfeo da Carinola
Fay Guido Vaina
Annibale Bentivoglio Berto da Roma
Chatillon Meleagro da Forlì
Pierrepont Marco da Pisa
Federico Gonzaga da Bozzolo Verdejo  +
Masino dal Forno Alvarado
Giulio Tassoni Brunoro da Forlì
Lude Giovanni Forti
Giacomo Zamblera Giovanni Moro
Saint-Bracard Bernardo Macarone
Montaison
La Clète
Baiardo
Ludovico Barbiano da Belgioioso  F

Estensi/francesi: 300 lance, 800 cavalli leggeri (fonti francesi: 2000 fanti, 800 fanti svizzeri). Pontifici/veneziani: 500 cavalli leggeri, 4000 fanti (altre fonti: 400 cavalli leggeri, 5000 fanti; fonti francesi: 200 uomini d’arme spagnoli, 500 cavalli leggeri, 5000/6000 fanti con 6 pezzi di artiglieria). Attacco di estensi e francesi all’accampamento nemico, male sorvegliato. Nella battaglia vi sono 3000 morti, in gran parte tra le file veneziane; è fatto a pezzi il contingente spagnolo del Verdejo. Per le fonti francesi i veneziani ed i pontifici subiscono la perdita di 4000/5000 fanti, 60 uomini d’arme e 300 cavalli leggeri. Insegne ed artiglierie pervengono  in mano dei vincitori.

BELLARIA – marzo

FRANCIA                                                                                          VENEZIA

Gian Giacomo da Trivulzio fra Leonardo Prato  +
Conty Pellegrino dalla Riva
La Palisse Piero Spolverini
Robert de la Marck Costanzo Pio
Imbercourt

 Francesi : 200 lance. Molti morti tra i veneziani.

MASSA FINALESE – maggio

FRANCIA                                                                                          VENEZIA, CHIESA

Gastone di Foix Giampaolo Manfrone  P
Robert de la Marck Cesare Gonzaga
Imbercourt Malatesta Baglioni  P

Francesi: 500 cavalli, 300 fanti; veneziani: 300 cavalli leggeri. Tra i veneziani sono catturati alcuni uomini d’arme.

CASALECCHIO DI RENO – maggio

FRANCIA                                                                                          VENEZIA, CHIESA

Gian Giacomo da Trivulzio Francesco Maria della Rovere
Vatillon Francesco Contarini  P
Montaison Andrea Gritti * P
Teodoro da Trivulzio Giulio Manfrone  P
Conty Cipriano da Forlì
Gastone di Foix Raffaello dei Pazzi  P
Gianiccolò da Trivulzio Francesco Corso
Giorgio Frundsberg Orsino Orsini  P
Federico Gonzaga da Bozzolo Niccolò da Dresano P
Robert de la Marck Giovanni Snati +
Milant Donnino della Genga
Sainte-Colombe Agostino da Brignano  P
Frontailles Taddeo della Volpe
Baiardo Chiriaco dal Borgo
Giovanni dal Borgo
Vincenzo Naldi  P

Attacco dei francesi e dei Bentivoglio al campo pontificio, colto nella più grande confusione. Tra i veneziani ed i pontifici sono uccisi più di 3000 fanti; sono svaligiati alcuni uomini d’arme dell’esercito pontificio e 150 di quello veneziano. I francesi si impadroniscono di 26 pezzi di artiglieria (15 grossi, il resto piccoli).

CORMONS – giugno

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Baldassarre di Scipione Federico di Colloredo P
Martino Gradani
Teodoro dal Borgo
Luigi da Porto  F
Matteo dal Borgo
Franceschino dal Borgo
Giovanni Turco dal Borgo

Veneziani: cavalli leggeri e 200 fanti; imperiali: 100 cavalli croati, 400 fanti. Tra gli imperiali sono uccisi o fatti prigionieri 380 uomini, tra i quali 70/ 80 cavalli.

VILLANOVA – agosto

FRANCIA                                                                                          VENEZIA

Pietro Antonio Battaglia
Troilo Savelli
Guido Rangoni
Girolamo Pompei
Andrea Gritti
Renzo di Ceri

Francesi: 800 lance, 4000 fanti; veneziani: 200 uomini d’arme, 700 fanti. I veneziani subiscono la perdita di 200 uomini tra morti e prigionieri (per lo più cavalli leggeri e stradiotti).

MAROSTICA/SANDRIGO – settembre

VENEZIA                                                                                          FRANCIA

Federico Contarini Vincer +
Guido Rangoni  P Maugiron  P
Giano Fregoso Richebourg  P
Teodoro Frasina Luigi Ferrari  P
Giovanni Forti Fossa  P
Giovanni Zafa  P

Veneziani: 500 cavalli leggeri, 300 stradiotti; francesi: 20/30 uomini d’arme, 200 stradiotti arcieri, 700 fanti guasconi. Attacco veneziano ad un convoglio di rifornimenti. Sono uccisi nello scontro 400 fanti guasconi (anche dai contadini fedeli alla Serenissima cxhe si sono accompagnati alle truppe) e sono catturati altri 270 fanti. I veneziani si impadroniscono di 200 carri e di un bottino del valore di 18000/20000 ducati.

SOAVE – settembre

VENEZIA                                                                                           IMPERO, FRANCIA

Federico Contarini Rau P
Pellegrino Busicchio Contino di Melzo  P
Sebastiano del Manzino Giacomo Tristan
Guido Rangoni Sebastiano d’Este  P
Manfredo da Landriano  P
Benedetto dei Rossi  P
Ferdinando Persico  P
Ludovico Gonzaga da Bozzolo

Veneziani: 1200 cavalli, 400 fanti. I veneziani catturano 300 cavalli, tra i quali 40 uomini d’arme.

BATTAGLIA DEL MONTELLO – settembre

IMPERO, FRANCIA                                                                         VENEZIA

Federico Contarini F
Giovanni Detrico  P
Domenico Busicchio
Pietro Bertonico  P
Pellegrino Busicchio  P
Giorgio Busicchio  P
Paolo Caratola  P
Giovanni Balestra  P

Veneziani: 600 stradiotti e cavalli leggeri. Imboscata veneziana a colonna di cavalli nemici. Questa fallisce per il sopraggiungere del grosso dell’esercito francoimperiale.

NOALE – ottobre

VENEZIA                                                                                          FRANCIA, IMPERO

Manoli Boccali
Silvestro Aleardo
Romeo da Pisa
Piero Orio

Francesi: 40 uomini d’arme francesi e tedeschi, 100 cavalli leggeri. Durata: due ore. I veneziani catturano 20 uomini d’arme tedeschi.

BATTAGLIA DELLA BOFFALORA – dicembre

CANTONI SVIZZERI                                                                       FRANCIA

La Palisse  F                                    Conty  +
Lautrec  F
Gian Giacomo da Trivulzio  F
Boisy
Gastone di Foix  F
Teodoro da Trivulzio

 Svizzeri: 16000 fanti. Tra i francesi sono uccisi o catturati 400 cavalli.

1512

BATTAGLIA DELLA TORRE DEL MAGNANO – febbraio

FRANCIA                                                                                          VENEZIA

Gastone di Foix Giampaolo Baglioni
Molard Ugo Pepoli
Telligny Guido Rangoni P
Martino Gradani Giovanni Forti
Baldassarre Signorelli  P
Giovanni dal Borgo
Strazza da Pisa
Pietro Antonio Battaglia
Giovanni da Orvieto
Sebastiano del Manzino
Serafino da Cagli

Francesi: 700 lance, 3000 fanti; veneziani: 300 uomini d’arme, 400 cavalli leggeri, 1200 fanti. Durata: poco più di un’ora. Tra i veneziani sono uccisi o fatti prigionieri 200 fanti e 90 uomini d’arme; tra i francesi vi sono 70 morti e sono catturati 27 uomini d’arme. I francesi si impadroniscono di 2 falconetti, di 2 cannoni e dei carriaggi per un bottino valutabile sui 10000 ducati.

BRESCIA – febbraio

FRANCIA                                                                                          VENEZIA

Gastone di Foix Marco da Rimini P
La Palisse F Giovanni Saluca  +
d’Allègre Mariano da Lecce P
Baiardo F Girolamo Lodi  +
Agalì Ercole Malvezzi FP
Molard Francesco Soncini  P
Pietro Francesco Barni + Giulio Manfrone P
Sainte-Colombe Andrea Torello  P
Boif Luca Uggeri
Bonnet Giovanni Battista da Fano  P
Francesco di Borbone Cesare della Volpe P
Alessio Capsa Andrea Gritti  FP
Andrea Capsa Piero Spolverini P
Corrado Tarlatini Marcantonio della Motella  P
Marino Celmedi Angelo Marchi
Chiesa Antonio Giustinian  P
La Chaise Taddeo della Motella P
Filippo di Ravenstein Taddeo della Volpe P
Matteo da Corone Piero Testa P
Deveto Antonio Pio
Fabiano Druzcler Gerardo Mazzola +
Jacopo di Ems Franceschino dal Borgo  +
Filippo di Freiberg Giovita Penna +
Federico di Foix Baldassarre di Scipione  P
Maugiron Giovanni dal Borgo
Giovanni Grandis Giovanni Turco dal Borgo  +
de la Fayette Paolo Agstino Riva
du Plessy Luigi Avogadro  P
Montaison Pellegrino dalla Riva
Bohier Vincenzo Corso  P
Robert de la Marck Romeo da Pisa +
Robinet Domenico Busicchio  P
Saint-Dieu Giovanni Francesco Rozzoni
Tarbò Francesco Corso
Giovanni Kra + Valerio Paiton P
Clèves Federico Contarini  +
Hérigoye Rosso Naldi
Ludovico Barbiano da Belgioioso Giovanni Girolamo di Val Trompia  +
Pietro Francesco Barbiano da Belgioioso Pandolfo Nassino P
Marco Antonio Cusano Costanzo Pio  P
Francesco Sbrogliavacca P
Tommaso Maggi  +
Giovanni Saracino
Giovanni Pulusella  +
Francesco Calzone
Confaloniero Confalonieri  +
Cipriano da Forlì P
Giovan Francesco Savallo  +
Piero Renessi P
Giampaolo Manfrone  P
Giovanni Brandolini P
Nicola Snati  P
Basilio dalla Riva  P
Alessandro Donato P
Farfarello
Babone Naldi  P
Ludovico Porcellaga +
Vincenzo Naldi  P                              Ludovico Porcellaga  +
Simone Valier  P
Camillo da Martinengo P
Pietro Avogadro  P
Teodoro Frasina  +                             Silvestro Aleardo
Giovanni Antonio Azio P
Francesco Avogadro  P
Pietro Antonio Battaglia
Pietro Basta  +
Lorenzo da Santamarina
Alessandro Marcello
Orfeo Bono
Costantino Boccali
Chiriaco dal Borgo +
Giovanni Benedetto da Cotignola  +
Elia Busicchio +
Ludovico Calzone +
Giuliano da Cotignola  P
Gian Giacomo da Martinengo
Alvise Bembo  P                                 Giovanni Cocolivo  +
Ludovico Fregoso  +                          Condo Renessi  +
Alessio Bua                                         Vinciguerra Corso  P
Giovanni Giacomo Bellone                Gabriele da Martinengo FP
Giovanni Naldi  P                     Marcantonio Peroni +
Roberto Grimaldi                              Dorico Aragonese +
Andrea Mauras  P
Alessandro Fregoso
Marco Coppo  P
Pasquale Visentin  P
Francesco Contarini Grillo  P
Ludovico Cozzaglio  P
Giovanni Bernardino da Lecce  P
Pietro da Longhena  P
Andrea Gritti*  P
Gentile dall’Orda
Domenico Busicchio
Gian Francesco Passerelli P
Giovanni da Salò +

Francesi: 1300 uomini d’arme, 9000 fanti (5000 guasconi, 3000 tedeschi, 1000 cremonesi). Veneziani: 500 uomini d’arme, 800 cavalli leggeri, 8000 fanti. Assalto e conquista di Brescia da parte dei francesi. Saccheggio della città. Fra i veneziani sono uccisi 80 uomini d’arme, moltissimi fanti, 600 stradiotti e balestrieri a cavallo per un totale di 16000 uomini. Tra i francesi sono uccisi nel combattimento 180 uomini d’arme, 270 arcieri a cavallo e 4200 fanti. Dei prigionieri, sono decapitati i tre Avogadro.

RAVENNA – aprile

FRANCIA, FERRARA, FIRENZE                                                   SPAGNA, CHIESA, VENEZIA

Gastone di Foix Raimondo di Cardona
Durazzo Pietro di Paz
Chaumont Gian Antonio Orsini F
Ludovico Barbiano da Belgioioso  Consalvo Botelio
Armagnac Diego Velasquez
Montaison  + Cesare Gonzaga
Guglielmo di Monferrato Turellio +
Alfonso d’Este Fabrizio Colonna  FP
Boix Conte d’Altamura
Antonio Ferrero  + Troilo Savelli
Lauzon Moriglione
Besso Ferrero Ferdinando d’Avalos  FP
Giulio Tassoni Troilo Pignatelli F
d’Allègre  + Ettore Pignatelli  P
Galeotto Malaspina Beltrando Roverus
Luca Savelli Giovanni Bracalone  P
Bonnet + Girlamo di Glares +
Jacopo di Ems  + Girolamo Centelles  +
Bernabò Visconti Tristan Duarte
Molard + Pietro Navarro  FP
Longueville Pallatio +
Frontailles Adelantado di Galizia
Roberto Boschetti Giordano Valentino
Estoges Monaldo di Cardona  +
Masino dal Forno Giovanni Battista Zubolo
Aubigny Luigi della Stella  +
La Crote Lopez Garcia +
La Motte + Diego di Quinones +
Bormat Donnino della Genga
D’Espy  + Giovanni Navarro
Robinet + Vaimo Decio
Lautrec F Ignazio Velasquez
Jacopo Boner + Fabrizio Gesualdo P
Federico Gonzaga da Bozzolo  F Malatesta Baglioni  FP
Belet Ferrante di Marcone P
La Palisse  F Pietro Zabata
Aigremont + Seren Beltran F
Seccies  + Romanello Daì
Lardesan + Vargas
Giovanni Giacomo del Castellazzo Diego de Hurtado
Baiardo Giovanni Capoccio P
Sainte-Colombe  + Samvolio
Dangues + Samanego +
Viveros  + Pietro Lopez di Padilla
Sanbechet + Martino Gomez +
Federico da San Severino Carvajal
Locre + Chavez
Filippo di Freiberg  + Romeo Pepoli  +
Jasses+ Raschion +
Francesco Salamoni Teodoro Boccali
Bernia + Riaga
Pandolfo Malatesta Antonello da Trani
Boet + Peralta
Bardassan + Onorato Gaetani P
Marco Antonio Cusano  F Paniques
Brochard + Guzman
Lude + Diego di Mendoza
Sigismondo Cantelmi + Alfonso Spinosa
Chigia + Vergario
Maugiron  + Giovanni Turco  +
Louis de Richebourg  + Ristagno Cantelmi  P
Fles + Pietro Margano
de la Fayette Giovanni di Guevara  F
Taligin + Roberto Orsini
Paride Scotti Antonio di Leyva  FP
Monpesat + Cornelio Pepoli +
Alberto Vignati Giovanni di Cordoba  +
Rambuelot + Casanova +
Giovanni Caracciolo Andrea Carafa
Brisoles + Corbellano +
Grantmont  + Pietro di Cuna  +
Adom + Raffaello dei Pazzi +
Bohier Pietro Pacheco  +
La Fayette Daines +
Niccolò Scotti Gaspare di Pomar  FP
Blanchard + Diccio +
Fabiano Druczler  + Giovanni Conti  +
Giorgio da Trivulzio Diego Panacqua +
Galeazzo da San Severino Giovanni Vitelli  F
Pierrepont Clavesio +
Gianniccolò da Trivulzio Giovanni da Sassatello  F
Chimay Artea di Biscaglia +
Connestabile di Borbone Ottaviano Fregoso
Hérisson + Camillo Gozzadini
Chatillon + Giulio Manfrone  P
Montcaure Giovanni Battista Rota +
Imbercourt Guido Fieramosca  FP
Desbories Giacomo Antonio Maino
Boisy Melchiorre Ramazzotto  F
Monlevrier Pozzo
Rovergue Giovanni Francesco Acquaviva  FP
Giacomo di Santes Gabriele da Gubbio P
du Pléssy  + Alvaro di Paredes  +
Fay Marco Grossi
Francesco di Borbone Fanfulla da Lodi  P
Bazillac Raffaele Rasponi
Nemorcy  + Antonio di Cardona  FP
Bresac Battista Brezzi +
Luzan  + Cristoforo di Zamudio  +
Hambourdin Alessandro Guiccioli +
Chiesa  + Fernando di Valdés
Grand Jean le Picard Pietro Antonio Pritelli F
Robert de la Marck                  l Mariano Abignente P
Pontrémy Troiano Mormile
Caterino Bevilacqua  F Placido di Sangro  +
Maizières Giovanni di Cardona +
Pietro d’Ongnots Marchionne Bevilacqua
Guglielmo di Monferrato Garcia di Toledo +
Giovan Bernardino Caracciolo Alvarado  +
Bonnivet Girolamo Centelles +
Tournon Giovanni Pacheco
Bellaigue Guglielmo Sacca  +
Galeazzo Pallavicini Samvolio
Filippo di Ravenstein Gentile Baglioni
Corrado Ghiadenghi Caracciolo (marchese di Atella)  P
Gaspare di Ems + Giovanni di Pau
Utrecht + Giovan Francesco della Mirandola P
La Clète Pietro Dacoro
Gaspard Gabriele Simonetti
Filippo Beletto Martino Brutiza +
Giovanni Tommaso Pochintesta Antonio Cantelmi
Estoges Guglielmo Albamonte P
Pietro Francesco Barbiano da Belgioioso  Borello Pignatelli P
Carlo Spinosa + Pietro di Castro
Bardessan + Carvajal
Girolamo Tassoni Salazar
Crussols Ponte Ferrante
Antonio di Lorena Morgante di Soria
Luigi d’Ars Luigi Algardo  P
Teodoro da Trivulzio Brunoro da Forlì
Remours Romanello da Forlì P
Meliloo d’Allègre + Gurdos
Aurelio Bottigella Ettore Fieramosca F
Rubino Saccamelica Carlo da Gubbio P
Antonio Saccamelica Ambrogio Acenzio
Louis Le Brézé Priore di Messina +
Francesco Gonzaga Ettore di Monleone
Bormat Alvaro Didaco
Giovanni di Valmont
Zamaglia
Cristobal Samudo
Pareda
Gaimo
Salcedo
Gumanigo
Betronante
Chiumes
Giuliano dei Medici
Beltrando Roverus

Francesi: 1800/1900 lance, 3000 arcieri a cavallo e cavalli leggeri, 5000 fanti tedeschi, 8000 fanti guasconi e piccardi, 5000 fanti italiani, 50 pezzi di artiglieria. L’ala destra, che si appoggia sul fiume Ronco, è comandata da Louis de Brézé e dal duca di Mantova Francesco Gonzaga. Essa si compone di 700 lance, 2000 lanzichenecchi, 8000 fanti piccardi e guasconi, 5000 fanti italiani agli ordini di Federico Gonzaga da Bozzolo. Il tutto costituisce il “Corpo di battaglia”. Sull’ala sinistra si trova Gian Giacomo da Trivulzio con 5000 cavalli leggeri ed i fanti del Molard. Il maresciallo La Palisse forma la riserva, dietro l’ala destra. Sulla riva sinistra del Ronco si trova Yves d’Allègre con 400 lance allo scopo di controllare eventuali sortite dei difensori di Ravenna. Paride Scotti con 1000 uomini, da ultimo, controlla la strada di Montone. Secondo altre fonti: a destra si colloca la cavalleria pesante divisa in due corpi, uno di 700/900 lance. l’altro di 600, che con le 400 lance dell’Allègre sul ponte del Ronco assommano nel complesso a 1900 uomini d’arme. Collegati: 1500/1800 uomini d’arme, 1000 cavalli leggeri, 13500/14000 fanti (9000 spagnoli, 2000 italiani, resto di altre località, per lo più tedeschi), 24 pezzi di artiglieria. Pietro Navarro fa scavare alcune trincee intorno alla sua posizione, di forma ovale, fornite di una forte artiglieria. Il campo spagnolo si trasforma così in una piazzaforte. Sulla sinistra si collocano 800 uomini d’arme e 6000 fanti tra pontifici agli ordini di Fabrizio Colonna. Al centro si pone il viceré di Napoli Raimondo di Cardona con 600 lance e 4000 fanti spagnoli. A destra si trovano 1000 cavalli leggeri ed i condottieri napoletani agli ordini di Ferdinando d’Avalos. Di riserva è il Carvajal con 100/400 lance e 3000/4000 fanti spagnoli. Durata della battaglia: 7 ore. Battaglia decisa dal tiro incrociato delle artiglierie di Alfonso d’Este e dalla carica della cavalleria pesante francese. I lanzichenecchi per la prima volta si mostrano all’altezza degli svizzeri; nello scontro si rivela tuttavia, in tutta la sua forza, la fanteria spagnola formatasi in meno di dieci anni. Secondo il Guicciardini sono uccisi nella battaglia 10000 uomini (7000 tra i collegati, 3000 fra i francesi); secondo il Giovio 20000 uomini; per il Sanudo 18000, tra i quali 150 nobili francesi; per il Prato, 17000 (tra i francesi 6000 fanti e 2000 cavalli; fra i collegati 8000 fanti e 1000 cavalli).

1513

SORESINA – maggio

VENEZIA                                                                                          MILANO

Renzo di Ceri Alessandro Sforza
Giovanni Vitturi

Veneziani: 1000 cavalli leggeri; sforzeschi: 300 cavalli. Tra i milanesi, alcuni morti e la cattura di 100 cavalli.

NOVARA/RIOTTA – giugno

MILANO, CANTONI SVIZZERI                                                     FRANCIA, VENEZIA

Amonn di Zurigo + Giovanni Battista Caccia P
Giacomo Mottino  + Luigi de la Trémouille  F
Pozzo Maizières
Altorfio Gian Giacomo da Trivulzio
Guglielmo di Monferrato Michelantonio di Saluzzo
Graf de la Fayette  +
Hans Fleckin Beaumont +
Battistino Bascapè Robert de la Marck  F
Walter Imhof Alessio Albanese +
Alessandro Bentivoglio Gian Ludovico Pallavicini
Anchise Visconti Montfaucon +
Manfredo da Correggio Bernardino Tagliapietra  P
Silvio Savelli Bussy
Besso Ferrero Andrea Gritti
Luca Savelli Guglielmo di Monferrato
Giangiacomo Gallarati Scotti Sacramoro Visconti
Giovanni Camillo de Montibus Beaucaire +
Giordano di Underwald Camillo da Trivulzio
Giovanni Gonzaga Jamets de la Marck F
Giampaolo Sforza  Ercole Pignatelli  P
Gualtieri Osio Battista Stanga +
Corradino Crivelli Robert de la Marck  F
Francesco Bernardino Visconti Sonrechet
Massimiliano Sforza Albany
Antonio Ancanzucchio  + Fontaine  F
Limpel  F
Bohier
La Clayette
Saint-André
Pietro Francesco Barbiano da Belgioioso  FP
 Malherbe

Svizzeri/sforzeschi: 10000 fanti; francesi: 1200 uomini d’arme, 20000 fanti tra lanzichenecchi, guasconi ed altri francesi. Durata: due ore. Attacco notturno degli svizzeri all’accampamento francese. Scontro tra la fanteria svizzera che, dopo avere rotto su un fianco la cavalleria leggera, assale con manovra avvolgente la fanteria tedesca, inutilmente spalleggiata dall’artiglieria francese. La cavalleria pesante francese non può intervenire per la pesantezza del terreno fatto allagare in precedenza da Gian Giacomo da Trivulzio. Nel combattimento sono uccisi 1500 svizzeri e, tra i francesi, 10000 fanti tra lanzichenecchi, guasconi ed altri francesi. Gli svizzeri si impadroniscono di 22 pezzi di artiglieria con tuti i carriaggi.

SAN BONIFACIO/ALBAREDO – giugno

IMPERO                                                                                             VENEZIA

Guglielmo di Rogendorf  F Sigismondo Cavalli
Federico Gonzaga da Bozzolo Giovanni Forti
Antonio da Thiene Costanzo Pio  P
Mercurio Bua Manoli Clada
Vittorio Pio  P

Imperiali: 400 cavalli, 3000 fanti, 8 pezzi di artiglieria. Veneziani: 300 cavalli leggeri, 600 fanti.

BATTAGLIA TERME/FRASSINE- luglio

VENEZIA                                                                                          SPAGNA

Mercurio Bua Alfonso di Carvajal  P
Andrea Mauras Alfonso Spinosa  +
Clemente Stani Cristoforo Feltrino  P
Paolo Caratola Rangon  P

Veneziani: 200 cavalli leggeri; imperiali: 400 cavalli. Durata: due ore. I veneziani catturano 60 cavalli.

OMBRIANO/PANDINO – agosto

VENEZIA                                                                                          MILANO, SPAGNA

Renzo di Ceri Silvio Savelli
Maffeo Cagnolo Guido da San Severino  P
Emilio da Cavriana

Sforzeschi: 500 cavalli, 2300 fanti italiani, 400 fanti spagnoli.

FRASSINE – settembre

SPAGNA                                                                                            VENEZIA

Bernardino d’Antignola  P
Guido Rangoni
Galeazzo Rapetta  P

Veneziani: 100 uomini d’arme, 500 cavalli leggeri.

BERGAMO – settembre

MILANO                                                                                            VENEZIA

Guerriero da Celano + Gabriele da Martinengo
Silvio Savelli Renzo di Ceri
Grechetto P Girolamo da Martinengo
Cesare Fieramosca Mariano da Lecce
Virgilio da Roma Maffeo Cagnolo
Oldrado Lampugnani Cristoforo Albanese  P
Corradino Crivelli Marcello Astaldi
Grisone Gaspare da Martinengo  P
Ludovico Suardi Giovanni da Molin
Soccino Secco Pisone da Roma  +
Ermes Visconti Alessandro Donato
Tommaso da Bologna

Sforzeschi: 60 uomini d’arme, 300 cavalli leggeri, 700 fanti, 2000 contadini della Brianza. Veneziani: 600 cavalli tra uomini d’arme e cavalli leggeri, 500 fanti. Scontro favorevole agli inizi ai veneziani: costoro si danno al saccheggio e sono sconfitti. Tra gli sforzeschi sono uccisi 500 uomini della Brianza.

CREAZZO – ottobre

SPAGNA, CHIESA                                                                           VENEZIA

Prospero Colonna Bartolomeo d’Alviano F
Fernando Alarcon Ugo Pepoli
Ferdinando d’Avalos Vincenzo Valier
Raimondo di Cardona Bernardino d’Antignola  P
Giacomo di Landau Francesco Barbaro P
Troilo Savelli Babone Naldi
Giorgio Frundsberg Francesco Calzone +
Francesco da Castellalto Giovanni Francesco Gritti  P
Zuchero Alessandro Fregoso P
Rizano F Giovanni dal Borgo
Camillo Massimo + Giorgio Baldegara
Eberardo Corneo + Antonio Pio +
Calemberg Andrea Morosini
Giovanni Mancio Costanzo Pio +
Calemberg Andrea da Molin
Pietro di Castro Meleagro da Forlì +
Muzio Colonna Taddeo della Volpe
Onorato Gaetani Luigi di Palma  +
Peralta Leonardo Emo
Giovanni di Cardona Giampaolo da Sant’Angelo  FP
Giovanni di Vivara Rizino d’Asola
Giovanni Vitelli Giampaolo Baglioni  P
Melchiorre Ramazzotto Capino da Mantova
Giovanni Francesco Acquaviva Gian Antonio Orsini  P
Fernando Negro Benedetto Crivelli
Francesco di Vegiona Giulio Manfrone  FP
Moriglione Riccio da Cavina P
Blancate Malatesta Malatesta da Sogliano  P
Mercado Bergamo da Bergamo P
Guzman Ermes Bentivoglio  +
Francesco Salamoni Marco da Napoli
Antonio di Leyva Sacramoro Visconti  +
Basco da Cuna Antonio da Castello
Duliman Andrea Loredan +
Giacomo Salander Giovanni di Rieti P
Ristagno Cantelmi Andrea Gritti
Antonio Rorario Agamennone di Cervia +
Corvara Alfonso Muto  +
Artise Diotaiuti da Prato
Francesco Maldonado Giovanni Bernardino da Lecce  +
Oliverio Filippo da Bologna +
Fernando da Ostia Serafino da Cagli  +
Giovanni Zafa Berto da Perugia +
Andrea Bua Battista Dotto  +
Marco Sittich Fracasso da Pisa P
Marchese di Atella Carlo di Montone  +
Zuchero Bersino da Pistoia
Francesco da Sassatello  +
Antonio Mazzaruol P
Girolamo Baglioni  +
Girolamo Diedo P
Traiano Baglioni  +
Taddeo della Motella
Battista Savelli  +
Francesco Datoli P
Agostino da Brignano  P
Ottaviano Signorelli P
Da Corna  +
Baldassarre Signorelli
Panfilo Bentivoglio  P
Galeazzo Baglioni
Giovanni Battista da Fano
Chiappino Orsini
Pompeo da Martinengo  +
Scipione degli Ugoni +
Mercurio Bua
Corso d’Alviano +
Francesco Contarini Grillo  +
Borghese dal Borgo
Griso da Pisa +
Giovan Paolo Fregoso P
Bernardino di Montone
Giacomo di Calabria P
Cesare Signorelli  P
Babino Naldi
Galeazzo Rapetta  P
Guido Naldi
Marco di Calabria  P
Silvestro Aleardo
Santo da Crema FP
Girolamo Pio
Basilio dalla Riva  P
Guglielmo Corso
Galeazzo Fenaroli
Sebastiano da Castiglione
Gian Giacomo da Martinengo
Scanderbecco
Otto Visconti  P
Annibale di Simone +
Guido Rangoni
Filippo Calzolaro +
Pietro da Longhena
Andrea Mauras
Giacomo Novello
Mariano Corso
Marcantonio della Motella
Rosso da Castello +
Niccolò Vendramin
Matteo Muttoni +
Giacomo Antonio Ronconi
Lorenzo dal Borgo +
Giovanni Naldi
Leonardo Donato +
Teodoro da Trivulzio
Giovanni Lerio +
Donato da Lezze
Antonio da Piacenza +
Annibale da Bologna  +
Matteo dal Borgo +
Domenico di Pace
Gabriele da Porto +
Renzo da Perugia  FP
Farfarello
Giovan Bernardino Caracciolo
Alessandro Banchetto +
Teodoro Paleologo P+
Marcantonio dal Monte +
Giovanni Francesco dalla Croce  P
Girolamo Savorgnano
Ludovico di San Bonifacio  +
Guglielmo Corso
Francesco Dal Monte +
Carlo Malatesta da Sogliano
Giorgio Busicchio
Giovanni Maria Lupi P
Manoli Busicchio
Giovanni da Cattaro
Vincenzo Naldi
Domenico Busicchio
Giovanni da Imola
Antonio Rizzo dal Borgo
Agostino Bargnani +

  Spagnoli: 900 uomini d’arme, 150 uomini d’arme tedeschi, cavalli leggeri, 3000 lanzichenecchi, 4000 fanti spagnoli per un totale di 12000 uomini. Veneziani: 1400 uomini d’arme, 1000 stradiotti, 500 cavalli leggeri, 10000 fanti (di cui metà tra reclute e cernite), 24 pezzi di artiglieria per un totale di 20000 uomini. Schieramento veneziano in tre parti; attacco della cavalleria con la retroguardia spagnola. Scontro tra le due fanterie e cedimento improvviso delle cernite veneziane. Nelle file della Serenissima le perdite ammontano a 400 uomini d’armi e 4000 fanti tra morti e prigionieri. Molti muoiono annegati nel Bacchiglione. I veneziani perdono anche 18 pezzi di artiglieria e gli stendardi di Bartolomeo d’Alviano e di Giampaolo Baglioni.

CALCINATO – novembre

VENEZIA                                                                                          MILANO

Renzo di Ceri Cesare Fieramosca  P
Silvestro da Narni
Baldassarre da Romano
Marcello Astaldi  +
Troiello Lupi

Sforzeschi: 50 uomini d’arme, 100 cavalli leggeri. Cesare Fieramosca è catturato con 40 uomini d’arme e tutti i cavalli leggeri.

QUINZANO D’OGLIO – novembre

VENEZIA                                                                                           MILANO

Renzo di Ceri Andrea Carafa
Ludovico Suardi
Agostino Suardi
Malatesta Suardi

Tra gli sforzeschi sono catturati 52 uomini d’arme.

1514

MARANO – gennaio

IMPERO                                                                                            VENEZIA

Cristoforo Frangipane Baldassarre di Scipione
Girolamo Savorgnano

Attacco coordinato dei difensori di Marano Lagunare, assediata dai veneziani, con 500 cavalli tedeschi e  2000 fanti venuti in soccorso di Cristoforo Frangipane.

CARPANE’/BASSANO/COVOLO – febbraio

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Bernardino d’Antignola Cristoforo Calepino  P
Annibale di Lenzo

I veneziani catturano 400 fanti tedeschi e 30 cavalli.

CASTIGLIONE D’ADDA – febbraio

VENEZIA                                                                                           MILANO

Renzo di Ceri Alessandro Sforza
Andrea della Matrice Antonio Maria Brandolini  P
Baldassarre di Romano
Agostino Benvenuto                            Cesare da Napoli

Sforzeschi: 50 uomini d’arme. I veneziani fanno prigionieri tutti gli uomini d’arme sforzeschi e 120 fanti.

PORDENONE – marzo

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Bartolomeo d’Alviano Rizano FP
Giorgio Baldegara Guido della Torre P
Niccolò da Pesaro Conte di Bestenberg
Malatesta Malatesta da Sogliano Eainer
Teodoro da Borgo Martino Dalton P
Malatesta Baglioni Cristoforo Frangipane
Niccolò Paleologo Nicola della Torre P
Giovanni Vitturi Michele della Torre P
Niccolò Rali
Giampaolo Manfrone
Giovanni battista Gradenigo
Niccolò Vendramin
Andrea Gradenigo
Pietro da Longhena
Bernardino da Parma
Giacomo Badoer
Contino
Farfarello
Giovanni Paleologo
Giulio Manfrone
Vincenzo da Maddaloni
Scanderbecco
Michele Schiaveto
Mariano Corso

Veneziani: 200 uomini d’arme, 400 cavalli leggeri, 700 fanti, 6 pezzi di artiglieria. Imperiali: 200 uomini d’arme, 300 cavalli leggeri.

OMBRIANO/PANDINO – aprile

VENEZIA                                                                                          MILANO

Renzo di Ceri Silvio Savelli
Tullio Astaldi Oliverio P
Andrea della Matrice
Andrea Battista da Capua
Mariano da Lecce
Alessandro Donato
Andreazzo da Perugia
Silvestro da Perugia

Veneziani: uomini d’arme, cavalli leggeri, 400 fanti. Sforzeschi: 50 uomini d’arme, 100 cavalli leggeri, 400 fanti. Imboscata. Tra gli sforzeschi vi sono 60 morti; i rimanenti sono quasi tutti fatti prigionieri.

VENZONE – aprile

VENEZIA                                                                                           IMPERO

Niccolò Vendramin Cristoforo Frangipane
Bernardino d’Antignola

 Nello scontro i veneziani catturano 150 cavalli.

GRADISCA – giugno

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Giovanni Vitturi Cristoforo Frangipane  FP
Niccolò Paleologo
Manoli Clada
Pietro da Longhena
Farfarello

Agguato. I veneziani catturano 60 cavalli.

CITTADELLA – giugno

SPAGNA                                                                                           VENEZIA

Ferdinando d’Avalos Bernardino d’Antignola  FP
Giovanni Mancio Annibale di Lenzo  P
Ferrante Negro F

Veneziani: 400 cavalli leggeri; spagnoli: 500 cavalli leggeri, 500 fanti. Attacco alle mura cittadine di fanti spagnoli coadiuvati dalle artiglierie. Tra i veneziani sono fatti prigionieri 250 uomini.

CAMISANO – luglio

VENEZIA                                                                                          IMPERO, SPAGNA

Malatesta Baglioni
Marco da Zara  F
Mercurio Bua
Girolamo degli Ungari  F
Cola Moro
Giulio Manfrone
Giampaolo da Sant’Angelo
Giorgio Busicchio
Giovanni Battista da Fano

Imperiali: 100 uomini d’arme, 300 cavalli leggeri, 300 fanti. Tra gli imperiali sono quasi tutti uccisi o catturati i fanti; sono pure fatti prigionieri 100 cavalli.

CASTIONS/MARTIGNANO – luglio

IMPERO, SPAGNA                                                                          VENEZIA

Fernando Alarcon F Giovanni Vitturi P
Ferrante Negro Cesare della Volpe
Basilio dalla Scuola Giovanni Battista Gradenigo
Gallo Mariano Corso  P
Andrea Gradenigo
Pietro da Longhena
Teodoro dal Borgo
Niccolò da Pesaro

Imperiali: 300 cavalli croati, 400 fanti; veneziani: 200 stradiotti, 100 fanti. Tra i veneziani sono catturati 35 cavalli.

CAGNOLA – agosto

VENEZIA                                                                                           IMPERO

Mercurio Bua Costantino Boccali  F
Niccolò Vendramin
Girolamo Rapetta

Veneziani: 150 uomini d’arme, 200 cavalli leggeri, 50 archibugieri.

OMBRIANO – agosto

VENEZIA                                                                                           MILANO

Renzo di Ceri Silvio Savelli
 Gabriele da Martinengo Marcantonio Filitino +
Girolamo da Martinengo F Prospero Colonna
Maffeo Cagnolo  F Battista Pisinstante +
Cornacchino da Roma Pettero +
Andrea della Matrice Fiorabraccio Baglioni +
Giovanni da Molori Benedetto Salerno
Scipione da Viterbo
Giovanni Beretta
Andrea da Gravina
Giovanni Speroni
Silvestro da Narni
Pasquino Corso
Carlo Corso
Carlo dalla Rocca
Cristoforo Albanese
Savastro
Silvestro da Perugia
Picca da Sutri
Giacomo da Vicovaro
Pinchin da Padova
Antonio da Pietrasanta
Gabriele da Orta
Rimormorino
Todeschino
Baldassarre da Romano
Donato da Roma
Cesare da Napoli
Calabrese da Pisa
Mariano da Lecce
Romano da Roma
Tullio Astaldi
Alessandro di Vico
Bartolomeo Contarini
Giovanni Battista da Capua
Fabrizio Calabrese
Bartolomeo da Villachiara
Frate da Pavia
Andreazzo da Perugia
Bernardino da Roma
Alessandro Donato

Veneziani: 20 cavalli leggeri, 700 fanti, 60 archibugieri, 400 contadini. Sforzeschi: 40 uomini d’arme, 100 cavalli leggeri, 2000 fanti. Assalto notturno all’accampamento di Silvio savelli; nello stesso tempo Prospero Colonna (alloggiato nelle vicinanze) è messo nelle condizioni di non intervenire. Gli sforzeschi perdono nel combattimento 1000 fanti (uccisi 400 svizzeri) e molti uomini d’arme; i veneziani catturano anche 50 cavalli leggeri.

ROVIGO – settembre

VENEZIA                                                                                          SPAGNA

Bartolomeo d’Alviano Garcia Manrico P
Cardillo  +
Malatesta Baglioni
Orsino Orsini
Baldassarre Signorelli
Babone Naldi
Baldassarre di Scipione

Spagnoli: 40 uomini d’arme, 100 cavalli leggeri, 300 fanti. Attacco improvviso a Rovigo. Ingresso e conquista della città da parfte dei veneziani.

ZEVIO – ottobre

VENEZIA                                                                                          MILANO

Malatesta Baglioni
Mercurio Bua
Giovanni Naldi
Farfarello

Sforzeschi: 100 uomini d’arme, 400 cavalli leggeri, fanti. Nello scontro rimangono uccisi 100 cavalli e molti fanti. I veneziani catturano 300 cavalli.

MORENGO/BERGAMO – novembre

MILANO                                                                                           VENEZIA

Andrea della Matrice
Silvestro da Narni
Niccolò Scotti  P
Bartolomeo da Villachiara

Sforzeschi: 200 fanti svizzeri; veneziani: 1500 fanti. Tra i veneziani è catturato Niccolò Scotti che è poco dopo decapitato.

1515

VILLAFRANCA PIEMONTE – agosto

FRANCIA                                                                                          MILANO, IMPERO

Baiardo Prospero Colonna P
Morette Cesare Fieramosca P
Connestabile di Borbone Pietro Margano P
Imbercourt  F Giovanni Bracalone FP
Aubigny Fanfulla da Lodi
La Palisse Matteo Spinola
Carlo Scolaro Pietro Antonio Carafa  P
Beauvias le Brave Carlo Cademosto  P
Ludovico Barbiano da Belgioioso Girolamo della Penna FP

Attacco di sorpresa francese che termina con la cattura di 300 lance sforzesche/imperiali e di molti cavalli leggeri. Tra i vinti sono uccisi 10/12 cavalli.

MARIGNANO (Melegnano) – settembre

FRANCIA, VENEZIA                                                           CANTONI SVIZZERI, MILANO

Francesco I Alberto Pietra
Bartolomeo d’Alviano Markus Roist (o Roust)
Antonio di Lorena Bilgrin Landenberg +
Lescun Galeazzo Visconti
Galeazzo da San Severino  Heini Erb
Renato da Trivulzio Manfredi Pallavicini
Bertrand de Bourbon-Carency  +  Werner Steiner
Gian Giacomo da Trivulzio F Giovanni di Diesbach
Gabaneo Giambattista Pusterla
Connestabile di Borbone Matteo Scheiner
La Trémouille Derlach
Marco Antonio Cusano Hugues de Hallwy
 Tavannes Giorgio di Flocchis
Laval Muzio Colonna
Armagnac Giovanni Gonzaga
Jamets de la Marck Cencius Hames +
Alençon Rodolfo Salice (Rudolf von Salis il Lungo) +
Albany Purius +
Ludovico Barbiano da Belgioioso    F Arnold de Winkelbried
Lautrec Gualtieri Ossio +
Pietro Francesco Barbiano da Belgioioso Habs Fleckling +
Alberigo Barbiano da Belgioioso Trulero Cerusio +
Brayne Karz
Imbercourt  + Angiardo
Rochefort Fruvna
Sancerre + Hassler  Fattio
Vandenesse Schwarzurner +
Talmont + Cherzio Amman +
Saussy Tschud
Pietro Navarro Rodolfo Segnio
Estoges  F Ulrich Zwingli
Lorges Visembach di Underwald
Bussy + Ziegler
Turtecille + Ulderico Iotto
Boisy Rodolfo di Marmels
Jacopo Condeo + Zambrone +
Tallard  + Hertenstein
La Rocche Egmond Johannes Puntiner di Uri +
Besso Ferrero Pietro d’Offenburg
Jamais F Antonio Encher +
Carlo Ferrero + Pontely
Camillo da Martinengo Giovanni Boer +
Chatellerand + Giacomo Meis +
Cossé Giacomo Escher +
Fioravante Castiglione Schwenth +
Adamo di Norimberga Clauser +
Jean de  Mouy  + Keller +
Pirault de Maugiron Ugo di Hallwill +
Pellegrino Boselli Luigi Frisching +
Gerbecio + Walter Imhof +
Giorgio Busicchio Giovanni di Verro
Ludovico di Ellemburg + Giacomo Tropo
Renato di Savoia Enrico Rahn
Giorgio di Ellemburg + Tegane
Claudio di Guisa  F Ncola Wurtz di Underwald +
Roianato Piccardo + Valerio Ansheim
Saint-Pol Matteo Beccaria
Vatellieu + Bonaventura di Campesano
Chiappino Orsini  + Cardines
Ettore Greco Cristoforo Pallavicini P
Luigi Ricurt  + Pozzo
Beumont + Ingre
Baiardo Mottino
Précy Martino Matto
Robert de la Marck Giorgio Stampa
Gombault d’Auvergne Benedetto da Zurigo
Giovanni Clemente Stanga Rinaldo Zazzi
Marco Antonio Contarini Daniele Burg F
Bonnivet Matteo Vran +
La Clète Luca Baul F
Giampaolo Manfrone Aleandro di Balbiano F
Teodoro da Trivulzio Giacomo Battilmorto +
Giacomo Basilio Pietro Ondernanel +
Busilh  + Bernardo da Ligobargo +
Luca Basilio Lucio di Gugelberg +
Camillo da Trivulzio Jacob Meyer
Niccoò Gambara Werner Schodler
Mercurio Bua  F Ludwig Schwinkhart
Saint-André
de Roye +
Malherbe
Saint-Serge  +
Buonavalle
Basilio dalla Riva
Graziano di Guerra
Malatesta Baglioni
La Fayette
Marillac
Barbaran
Ecu
La Palisse
La Palisse
Burcet +
Sedan
Giacomo da Vicovaro
Chiappino d’Alviano
Babone Naldi
Giovanni Naldi
Andrea Manfredi
Baldassarre Signorelli
Giovanni da Birago
Marco da Zara
Andrea da Birago
Agincourt
Telligny
John Stuart (La Motte)
Guy de Maugiron
Combaud
Pontdormi
Combaud
Chantemerle
de Prie
Aubigny (Robert Stuart)
Michelantonio di Saluzzo
Aymar de Prie
Francesco di Saluzzo
Vendome
Giulio da San Severino
Longueville
Saint-Vallier
Tommaso di Costanzo  F
Barone di Bernia  F
Satalion
Fonderaga
Grue

Francesi: 700 uomini d’arme veneziani, 1000 cavalli leggeri, 10000 fanti francesi, 19000 lanzichenecchi, 8000 fanti italiani. Svizzeri: 22000 fanti, 200 cavalli. Durata: due giorni. Nella prima giornata gli svizzeri caricano gli uomini d’arme francesi che vengono respinti. Successivo scontro tra lanzichenecchi e fanti svizzeri con intervento dell’artiglieria francese. La vittoria sembra arridere agli svizzeri. Secondo giorno: continua lo scontro tra i quadrati di picchieri fino all’intervento risolutivo, alle spalle degli svizzeri, della cavalleria leggera veneziana di Bartolomeo d’Alviano. E’ l’ultima battaglia in cui arcieri e balestrieri sono ricordati come elementi di qualche importanza. Nel combattimento sono uccisi dagli 8000 ai 14000 svizzeri/sforzeschi da un lato; dai 3000 ai 6000 francesi dall’altro (100 lance, moltissimi lanzichenecchi, 200 gentiluomini francesi, mentre altri 80 sono feriti). I francesi  si impadroniscono di 22 bandiere e di 8 pezzi di artiglieria.

VALEGGIO – novembre

IMPERO                                                                                             VENEZIA

Marcantonio Colonna Camillo da Martinengo
Zuchero F Giampaolo Manfrone
Pier Francesco Colonna F Piero Frasina
Cesare Gaetani F Marcantonio Bua
Traiano della Staffa F Francesco Cavalli P
Giulio Manfrone  P
Mercurio Bua
Antonio Scolaro P
Ludovico da Doccia P
Giorgio Busicchio
Alvise Bembo
Giovanni Battista da Fano
Giampaolo da Sant’Angelo

Imperiali: 600 cavalli, 500 fanti; veneziani: 400 uomini d’arme, 400 cavalli leggeri, fanti per un totale di 4000 uomini. Catturati tra i veneziani 15 uomini d’arme (200 cavalli per il Giovio).

1516

VILLANOVA – gennaio

IMPERO                                                                                            VENEZIA

Giovanni Naldi
Giulio di Scipione
Giulio Manfrone
Giacomo Manolesso
Troilo Pignatelli
Farfarello
Michele Rali
Marco da Zara

Imperiali: 1000 cavalli, 5000 fanti, pezzi di artiglieria. Imboscata dei veneziani a San Giacomo del Gagia. Ritirata degli imperiali fino a Villanova, di fronte a forze preponderanti.

ANFO – gennaio

VENEZIA                                                                                           IMPERO

Giano Fregoso Niccolò di Lodrone
Bastiano da Genova Montefazio  +
Giacomino di Val Trompia Giorgio Lustich +
Giovan Corrado Orsini Paride di Lodrone
Carlo Miani Battista di Lodrone
Babone Naldi Gaspare Cunich
Ludovico Cozzaglio Gallo +
Giovanni Naldi Battista Galasso
Toso da Bagnocavallo Giovanni di Stein +
Pisano Conte di Terlago
Bastiano da Genova Cristoforo di Lodrone
Silvestro da Narni F Giorgio di Liechtenstein
Giovanni Bamecher  +
Giorgio di Bisse
Vinciguerra d’Arco
Gerardo d’Arco  P
Ludovico di Lodrone  P

Veneziani: 2000 fanti; imperiali: 50 uomini d’arme borgognoni, 1500 fanti tedeschi. Attacco notturno da parte dei veneziani. Nella battaglia sono uccisi 500 fanti tedeschi; i veneziani catturano altri 800 fanti e gli uomini d’arme borgognoni.

SAN MARTINO BUON ALBERGO – febbraio

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Mercurio Bua Basco da Cuna  P
Francesco Maldonado  P

Imperiali: 600 fanti spagnoli. Tra i veneziani 4 cavalli uccisi e 12 feriti; tra gli imperiali 17 morti e 180 prigionieri.

ROCCAFRANCA – aprile

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Giorgio Busicchio
Giovanni Vitturi

Imperiali: 60 uomini d’arme borgognoni. Gli stradiotti veneziani catturano 10 uomini d’arme.

LODI – aprile

FRANCIA                                                                                          IMPERO

Camillo da Trivulzio
Lautrec
La Clète
Sainte-Colombe

Tra gli imperiali sono uccisi 400 uomini.

MONTICELLI – aprile

VENEZIA                                                                                          IMPERO

Malatesta Baglioni                         Annibale di Lenzo
Giorgio Busicchio
Baldassarre Signorelli
Camillo da Martinengo
Giovanni Vitturi
Giampaolo da Sant’Angelo
Mariano da Lecce

Veneziani: 200 cavalli; imperiali: 200 fanti. Sono uccisi tutti i fanti imperiali.

LODI – aprile

VENEZIA                                                                                           IMPERO

Mercurio Bua Giovanni Zofa  P
Zuchero
Grechetto

Tra gli imperiali sono uccisi 100 fanti e sono catturati 80 cavalli italiani, spagnoli e greci.

1517

SORBOLONGO – marzo

COMPAGNIA DI VENTURA                                                          CHIESA, FIRENZE

Francesco Maria della Rovere Giovanni dei Medici
Tagliarino Doria Teodoro Goronda
Tiberto Brandolini Gian Francesco degli Albizzi
Francesco Maldonado Tristano Corso
Costantino Boccali Cesarre da Imola +
Andrea Gano + Marcantonio Corso
Gurlotto Tombesi Carlo Feo P
Girolamo Corso
Alessio Lascaris
Dimitri Lascaris

MOMBAROCCIO/BATTAGLIA DEL METAURO – marzo

CHIESA                                                                            COMPAGNIA DI VENTURA

Giampaolo Baglioni Francesco Maria della Rovere
Amoroso Corso Velastequi
Costantino Baglioni  P Federico Gonzaga da Bozzolo
Ludovico da Fano Francesco Maldonado
Lorenzo dei Medici Tiberto Brandolini
Troilo Savelli Costantino Boccali
Renzo di Ceri Zuchero
Vitello Vitelli

Francesco Maria della Rovere si ritira precipitosamente alle Tavernelle abbandonando sul campo i carriaggi.

MONTE IMPERIALE – maggio

COMPAGNIA DI VENTURA                                                          CHIESA

Francesco Maria della Rovere

Feltreschi: fanti spagnoli; pontifici: fanti tedeschi. Attacco improvviso dei feltreschi ad alloggiamenti non sorvegliati. Tra i fanti tedeschi sono uccisi o feriti nel combattimento più di 600 uomini.

SAN REMULO – maggio

COMPAGNIA DI VFENTURA                                                        CHIESA, FRANCIA

Francesco Maria della Rovere Sisse
Mercado
Camillo da Trivulzio
Aloysi
Camillo Orsini
Peralta
Enea da Cavriana  F
Barrientos
Amico d’Arsoli
Tapia
Ludovico Euffreducci  F
Giovanni di Santacroce FP
Maz
Carbon
Ortega

CHIARAVALLE – luglio

COMPAGNIA DI VENTURA                                                          CHIESA

Federico Gonzaga da Bozzolo Ludovico Euffreducci
Carlo Baglioni
Costantino Boccali

Feltreschi: fanti guasconi e 2 compagnie di cavalli; pontifici: 6000 fanti. Imboscata. Tra i pontifici sono uccisi 300 uomini; i feltreschi si impadroniscono di 22 insegne.

RIMINI – agosto

FRANCIA, CHIESA                                                                  COMPAGNIA DI VENTURA

Lescun Francesco Maria della Rovere  F
Gaspard + Carlo Baglioni F
Federico Gonzaga da Bozzolo  F
Tiberto Brandolini
Velastequi  +
Guinea  +
Carlo da Gubbio  F

Pontifici: 300 lance francesi, 2000 fanti svizzeri, 4000 fanti grigioni e tedeschi. Tra i pontifici sono uccisi 400 fanti svizzeri.

ANGHIARI – agosto

COMPAGNIA DI VENTURA                                                          FIRENZE, CHIESA

Francesco Maria della Rovere Vitello Vitelli
Giovanni dei Medici  P
Zuchero  P

Feltreschi: 6000 fanti; fiorentini: 200 cavalli, 3000 fanti.

1519

ALBACINA/PORCARELLA – dicembre

FABRIANO                                                                                       CHIESA

Battista Zibicchio Marzio Orsini
Tebaldo da Fabriano Masio Cima
Gentile di Loro Amico d’Arsoli
Sisto Chiavellini  +

Tra i pontifici si registrano 70/100 morti.

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi