VITTORE BUSICCHIO

0
292

Condottieri di ventura

0316     VITTORE BUSICCHIO  (Viero Busicchio) Figlio di Giorgio.

+ 1538 (aprile)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1528  

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug. Venezia Impero 30 stradiotti Puglia

Alla morte del padre gli è affidata una condotta di 30 stradiotti; gli è pure concessa una provvigione di 15 ducati per paga, per 8 paghe l’anno.

Ott.  

 

 

 

 

 

Puglia

Si muove nei pressi di Cerignola.

Dic.  

 

 

 

 

 

Puglia

Si trova alla difesa di Trani con 27 stradiotti.

1529  

 

 

 

 

 

 

 

 

Sett.  

 

 

 

 

 

Puglia

E’ ancora a Trani con 20 stradiotti.

Dic.  

 

 

 

 

 

Puglia

Alla fine della guerra viene licenziata la sua compagnia di quattordici stradiotti.

1530  

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.  

 

 

 

 

 

 

 

Il Senato gli aumenta la provvigione a 18 ducati per paga, sempre per 8 paghe.

1537  

 

 

 

 

 

 

 

 

………….. Venezia Impero Ottomano  

 

Grecia

Opera alla difesa di Napoli di Romania (Nauplia).

Sett.  

 

 

 

60 stradiotti Grecia

 

Ott.  

 

 

 

 

 

Grecia

Compie una scorreria ad Argo con Prete da Napoli, Antonio Galluzzo e Gaspare da Terzo. Assale gli avversari nel loro campo ed uccide 150 turchi senza conseguire alcuna perdita. Rientra a Nauplia e porta con sé 30 teste di nemici.

Nov.  

 

 

 

 

 

Grecia

I turchi aggrediscono direttamente Nauplia.

1538  

 

 

 

 

 

 

 

 

Feb.  

 

 

 

 

 

Grecia

Gli attacchi su Nauplia si ripetono  con una cadenza trisettimanale.

Apr.  

 

 

 

 

 

Grecia

Esce da Nauplia con Agostino da Clusone e Giacomo Antonio Ronconi (60 cavalli e 300 fanti) per provvedersi di acqua nei pozzi vicini in quanto la città ne è sprovvista per la mancanza delle piogge. I veneziani  sono sorpresi da 100 cavalli, cui si uniscono altri 1000, che tagliano loro la ritirata verso Nauplia. Vittore Busicchio si pone alla retroguardia con il Ronconi: colpito dietro al collo da una palla di archibugio, muore dopo qualche giorno per le ferite riportate.

 CITAZIONI

“Giovane coraggioso.” GUAZZO