VINCENZO DA MADDALONI

0
57

Condottieri di ventura

0904      VINCENZO DA MADDALONI

               + 1520 ca.

Anno, mese

Stato. Comp. ventura

Avversario

Condotta

Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1510

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mar.

Venezia

Impero

75 fanti

V. Giulia

Ha l’incarico di  connestabile a Monfalcone con 75 provvigionati.

Giu.

 

 

 

 

 

 

Friuli

Chiede di lasciare il territorio di Gradisca d’Isonzo.

Lug.

 

 

 

 

 

 

V. Giulia

Si trova ancora a Monfalcone;  si segnala per il suo comportamento elogiato dal provveditore Alvise Dolfin. Nonostante ciò, viene sospettato di tradimento: è presto scagionato da ogni addebito.

Ago.

 

 

 

 

90 fanti

Friuli

Ritorna a Gradisca d’Isonzo;  anche in tale località si merita le lodi del provveditore Fantino Memmo.

Sett.

 

 

 

 

 

 

Friuli

Contribuisce a respingere un attacco portato a Gradisca d’Isonzo da 200 cavalli, da 1000 fanti e da moltissimi contadini.

Nov.

 

 

 

 

 

 

Friuli

Esce nottetempo da Gradisca d’Isonzo, attraversa il fiume e sorprende in un agguato a San Zenone 30 cavalli e 400 fanti boemi, per lo più schioppettieri: nello scontro  sono catturati 84 fanti e sedici cavalli.

1511

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ago.

Venezia

Impero Francia

70 fanti

Friuli

 

 

1512

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug.       Lombardia A Bergamo. Il provveditore cittadino Bartolomeo da Mosto lo invia a Lovere con Antonio da Martinengo e Bartolomeo dalla Barba ad incassare una certa somma di denaro imposta dalla Serenissima alla comunità locale.

Ago.

 

 

 

 

200 fanti

Lombardia

Opera nel bresciano con 200 provvigionati pagati dagli abitanti del territorio.

Sett.

 

 

 

 

 

 

Lombardia

All’assedio di Brescia con 129 fanti.

Nov.

 

 

 

 

 

 

Lombardia

Viene trasferito ad Anfo con 104 fanti.

1513

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mag.

 

 

 

 

 

 

Friuli

Fronteggia nuovamente gli imperiali al comando di 100 fanti.

Giu.

 

 

 

 

79 fanti

Friuli

 

 

Dic.

 

 

 

 

 

 

Friuli

Inquadrato nella quarta colonna esce da Udine con 200 fanti;  affianca Baldassarre di Scipione contro Cristoforo Frangipane che, rompendo una tregua, si è impadronito di Marano Lagunare.

1514

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.

 

 

 

 

80 fanti

V. Giulia e Friuli

Ritorna alla difesa di Monfalcone. Attaccato dagli avversari è costretto ad abbandonare la rocca con 100 fanti ed a riparare a Cividale del Friuli.

Mar.

 

 

 

 

 

 

Friuli

Partecipa alla battaglia di Pordenone agli ordini di Bartolomeo d’Alviano.

Apr.

 

 

 

 

50 fanti

Friuli

Ad Udine con 50 fanti.

Mag.

 

 

 

 

65 fanti

 

 

 

 

Sett.

 

 

 

 

50 fanti

Veneto

Alla difesa di Portogruaro.

1520

 

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

 CITAZIONI

Alla battaglia di Pordenone “Venia guidando la sua compagnia/ a l’ordenanza con molta ragione/…./ Il gagliardo vicenzo mattalone/ capo de fantarie con gran ruina/ tenendo in man un suo duro lancione/ passava ogni corazza, e maglia fina/ facendo a più d’un par votar l’arcione/ e cader traboccato a testa china;/ sbudelando destrieri, e ove si caccia/ si lassa a dietro gambe, teste, e braccia.” DEGLI AGOSTINI