UGOLINO ETHON/HUGH ACTON

0
103

Condottieri di ventura

0618      UGOLINO ETHON/HUGH ACTON  (Hugh Heton, Eighino de Heton,Ughino Extorn, Ugolino di Don)  Inglese.

+ 1370 ca.

Anno, meseStato. Comp. venturaAvversario

 

CondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

…………..InghilterraFranciaFranciaCombatte nella guerra dei Cent’Anni.
1361
Gen. mar.Comp. venturaChiesaFranciaDopo il trattato di Brétigny entra a far parte della “Grande Compagnia”. Segue i venturieri ai danni di Avignone ove risiede il papa Innocenzo VI.
Nov.MonferratoMilanoPiemonteSpinti dai pontifici i resti della “Grande Compagnia, ora “Compagnia Bianca”, capitanata da Alberto Sterz, si spostano in Piemonte per combattervi i viscontei a favore del marchese del Monferrato Giovanni Paleologo. A novembre è segnalato a Rivarolo Canavese alla stipula della convenzione tra i venturieri ed il marchese del Monferrato.
1364 

 

 

 

 

 

 

 

 

…………..ChiesaComp. ventura 

 

 

 

Milita nella compagnia di Ugo della Zucca;  contrasta le milizie di Anichino di Baumgarten.

Dic. 

 

 

 

 

 

Abruzzi

Viene stipulata una nuova convenzione fra la compagnia da un lato, il regno di Napoli e lo stato della Chiesa dall’altro, nel castello di Pissino nella Marsica.

1365 

 

 

 

 

 

 

 

 

…………..Comp. ventura 

 

 

 

 

 

Fa parte della “Compagnia di San Giorgio” di Ambrogio Visconti.

Ott.Comp. venturaFirenze 

 

Toscana

Devasta la Toscana fino a che, a metà mese, non è firmato un accordo con i fiorentini per il quale in cambio di 6000 fiorini si impegna a non danneggiare per quattro anni i territori di Firenze, Pistoia, Arezzo, Volterra e San Miniato. La convenzione è firmata  anche da Ambrogio Visconti, da Giovanni Acuto, da Thomas Merezal, da Giovanni degli Ubaldini e da altri 42 connestabili. Si trasferisce ad Abbadia a Isola nel senese.

Nov. 

 

 

 

 

 

Liguria

Punta su Sarzana e Genova.

1366 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ott.Comp. venturaChiesa 

 

Umbria

Affianca ancora Giovanni Acuto. E’ segnalato a Casaglia nell’ orvietano. Ne depreda il territorio con 300 cavalli  facendo prigionieri, razziando bestiame e dando alle fiamme le abitazioni del circondario. Viene sconfitto e catturato nei pressi dai capitani pontifici Ugolino e Francesco da Montemarte. E’ trattenuto prigioniero, in carcere ad Orvieto, per sei mesi  nonostante che si offra di pagare per la sua taglia 400 fiorini. La sua proposta trova  l’ opposizione nel cardinale legato Egidio Albornoz.

1367 

 

 

 

 

 

Umbria

Liberato su pressione di Giovanni Acuto, si reca a Montemarte.  Gli sono consegnati 1000 fiorini per il suo mantenimento.

1368 

 

 

 

 

 

 

 

 

…………..MilanoChiesa 

 

Romagna

Affronta i pontifici in Romagna con Giovanni d’ Asburgo.

Mar. 

 

 

 

27 cavalliRomagna

La sua condotta, insieme con quella di Paino di Partino, è di venti lance e di sette ronzini.

1370 

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

 CITAZIONI

Con Andrea di Belmonte e Giovanni Breccia “Nec non egregii et potentes viri.” THEINER