UGO DELL’ ALA

0
2816

Last Updated on 2023/10/12

UGO DELL’ALA Tedesco

  • 1370 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attivitàAzioni intraprese ed altri fatti salienti
1363
………PisaFirenzeToscana
Ago. sett.SienaFirenze600 cavalliToscanaLicenziato dai pisani, passa agli stipendi dei senesi con 22 bandiere di cavalli tedeschi per contrastare nel senese le continue scorrerie di Alberto Sterz. Lo affianca nella compagnia  Armanno Tedesco (2 bandiere di 22 cavalli ciascuna) per cui si trova al comando di 600 cavalli. Sono pure arruolati dai senesi il giovane signore di Cortona Francesco Casali (50 cavalli e 100 fanti), Arrigo degli Albizzi (forze equivalenti a quelle del condottiero precedente), Manfredi di San Bonifacio (44 cavalli, più altri 20, stipendiati singolarmente in ragione di 12 fiorini il mese).
Ott.Toscana

Affronta la Compagnia del Cappelletto spinta dai fiorentini nel senese. Agli ordini di Francesco Orsini coglie gli avversari in disordine a Torrita di Siena. Nello scontro cattura Niccolò da Montefeltro. I prigionieri, legati, vengono condotti a Siena; le loro bandiere sono trascinate nella polvere e nel fango. I prigionieri, specie quelli sprovvisti di denaro per potersi pagare un riscatto, languono per 6 mesi e 7 giorni in prigione. Saranno liberati solo dietro giuramento di non battersi più contro il comune di Siena. Ai vincitori sono concessi paga doppia e mese compiuto; ad Ugo dell’Ala viene anche riconosciuto il costo delle cavalcature rimaste uccise nel combattimento.

Dic.ToscanaAbbandona sdegnato Siena con Armanno Tedesco. Si reca a Cortona. E’ convinto dagli ambasciatori del governo senese di Siena, i 12,  a rientrare con il collega nella città.
1370Muore.

 CITAZIONI 

-“Fu il primo che abattesse la prima bandiera, e pigliare el conte Nicolò loro capitano.” D. DI NERI

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi