TROIANO SAVELLI

0
179

Condottieri di ventura

1739      TROIANO SAVELLI  (Traiano Savelli) Signore di Ariccia e di Palombara Sabina. Fratello di Silvio e di Antonio; cugino di Troilo, cognato di Carlo Orsini.

 + 1510 ca.

Anno, mese

Stato. Comp. ventura

Avversario

Condotta

Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1485

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu.

Orsini

Colonna

 

 

Lazio

Affianca gli Orsini allorché Colonna e Savelli rompono una tregua e catturano Girolamo Tuttavilla (Girolamo d’Estouteville) in Frascati. Si dirige con 100 cavalli leggeri alla difesa di Lanuvio; attraversa il campo avversario con Paolo Vitelli e coglie le milizie nemiche nel sonno: in meno di mezz’ora tutti sono costretti a fuggire.  I suoi uomini si appropriano di 100 armature, 200 cavalcature, balestre ed argenterie appartenenti a Nicola Gaetani. Il bottino complessivo, comprensivo di tre bombarde e di altri pezzi di artiglieria, ascende a 20000 ducati.

1486

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug.

Napoli

Chiesa

 

 

 

 

E’ sorpreso da Prospero Colonna in uno scontro in cui rimane ferito e nel quale gli sono catturati 40 cavalli.

1488

Chiesa

Colonna

 

 

Lazio

 

 

1489

 

 

 

 

 

 

Lazio

E’ gravemente ferito nel corso di una scaramuccia.

1495

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu.

Francia

Napoli Venezia

 

 

Umbria

Si trova sotto Todi con Antonello, Ludovico e Paride Savelli. I fiorentini, tramite Neri Capponi, gli consegnano del denaro.

Lug.

 

 

 

 

 

 

Abruzzi

Cerca di entrare in L’Aquila con i Gaglioffi.

Ott.

 

 

 

 

 

 

Lazio

E’ citato a Roma dal papa Alessandro VI; è minacciato di essere dichiarato ribelle e della confisca dei beni.

1496

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Apr.

 

 

 

 

50 lance

Puglia

Fronteggia a San Severo con 50 uomini d’arme aragonesi e veneziani; sorpreso da Bernardo Contarini è messo in fuga con la cattura di 26 lance.

Giu.

Napoli

Francia

 

 

Abruzzi

Cambia partito;  sconfigge a Palena i francesi di Graziano di Guerra.

1497

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mag.

Fermo

Ascoli Piceno

Capitano g.le 30 lance e 50 cavalli leggeri

Marche

Assedia con i pontifici il castello di San Pietro Morico e lo bombarda con le artiglierie. Lascia Fermo alla conclusione del conflitto: i cittadini gli rendono onore nonostante il sostanziale insuccesso delle operazioni.

1498

Orsini

Colonna

 

 

Lazio

Fronteggia Colonna e Savelli. Si impadronisce della parte di Palombara Sabina appartenente al cardinale Giovambattista Savelli e ne assedia la rocca. Assalito con Bartolomeo d’Alviano da Troilo Savelli è costretto a ritirarsi dopo che quest’ultimo si mette ad incendiare le case del borgo. Si rinchiude in Cretone con il fratello Silvio; attaccato nuovamente, è obbligato alla resa ed il castello è messo a sacco.

1510

 

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

 CITAZIONI

“Condottiere di molto nome.” LITTA