TOMMASO SCHIAVO Di Lebeno

0
146

Condottieri di ventura

1765      TOMMASO SCHIAVO  Di Lebeno.

  + 1470 (giugno)

Anno, mese

Stato. Comp. ventura

Avversario

Condotta

Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1449

Milano

Venezia Sforza

 

 

Lombardia

Agli stipendi della Repubblica Ambrosiana.

 

1450

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Feb.

Milano

Sforza

 

 

Lombardia

Prende parte alla difesa di Milano. Con l’ingresso degli sforzeschi nella città è assediato nel Castellazzo vicino a Porta Ticinese;  è costretto alla resa dopo un intenso bombardamento durato giorno e notte.

1470

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

………

Venezia

Impero Ottomano

500 fanti

Grecia

Si trova alla guardia di Negroponte. La città è assediata da 20000 turchi che dispongono di ventuno pezzi di artiglieria che lanciano grosse palle di pietra (almeno 120 colpi il giorno). Tommaso Schiavo ha il compito di difendere con i suoi uomini il tratto delle mura intercorrente tra il rivellino del Burchio ed il Tempio, un arco che comprende anche l’arsenale ed il quartiere ebreo.

Giu.

 

 

 

 

 

 

Grecia

Contatta i turchi tramite appositi segnali;  fa loro capire di essere pronto a defezionare. Invia al campo avversario il nipote Luca da Curzola che non rientra più a Negroponte; la compagna di Tommaso Schiavo si confida con una donna greca, anziana, che a sua volta riferisce ai veneziani del  tradimento in corso e dei segnali inviati tramite frecce agli avamposti nemici. Il bailo della città, Alvise Dolfin, fa torturare Francesco da Curzola, fratello di Luca, ed ha in tal modo le prove della trama; anche un altro  uomo di Tommaso Schiavo, Andrea Albanese, è arrestato. Tommaso Schiavo monta a cavallo e si avvia con 100 uomini della sua compagnia per liberare costoro. Giunge nella piazza dove è amichevolmente accolto dal bailo e da altri veneziani; licenzia la  scorta che lo segue ed entra nel palazzo: è qui pugnalato al collo dallo stesso Dolfin. Ucciso dagli astanti il cadavere di Tommaso Schiavo è impiccato per un piede alle colonne del palazzo del bailo; sono giustiziati  anche il suo cancelliere, l’araldo ed il suo attendente;  i loro cadaveri sono parimenti appesi ai balconi. Il  cadavere di Tommaso Schiavo è  squartato e gettato da quattro bombarde nel campo turco. Dei suoi fanti, 25 sono uccisi lo stesso giorno ed altrettanti  sono annegati di notte.

 CITAZIONI

“Huomo iniquo.” VERDIZZOTTI

“E un gentil omo de nobel casata,/ Vedenno al traditor far el disegno,/ Subitamente dixe alla brigata:/ -Non sia alcuno che abbia a disdigno,/ Noi siam traditi da Tomasso traditore,/ Morire el farò senza far romore.-/ Subitamente se ne andò alla logia,/ Prese per mano el falso traditore,/ e dixili:- non cridi tu che io me accorgia/ che tradire ce voi, o malfactore?-/ E mese mano al pugnale presto/ E de darli nel pecto fu molto dextro.” Dal lamento di negroponte, riportato da MEDIN-FRATI