ORSO ORSINI

0
4894

ORSO ORSINI  (Orso da Monterotondo) Conte di Monterotondo. Signore di Stimigliano, San Polo, Collevecchio Sabino.

Figlio di Francesco Orsini.

  • 1424 (luglio)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1414
………NapoliFirenzeToscanaAffianca Paolo Orsini in Toscana.
Lug.Umbria e Campania

E’ compreso fra i collegati di Ladislao d’Angiò nella pace stipulata al ponte di Petrignano, nel territorio di Assisi, fra il re di Napoli ed i fiorentini. Negli stessi giorni,  adescato con false promesse, è convocato a Perugia. Incarcerato con Paolo Orsini viene condotto a Napoli in galea ed è rinchiuso in Castelnuovo.

Dic.Campania e Lazio

Liberato, si reca a Monterotondo ove si collega con Pietro Giampaolo Orsini. I due condottieri hanno il comando di 300 cavalli.

1417
Ago.NapoliPerugiaLazio

Affianca Muzio Attendolo Sforza contro Braccio di Montone che si è impadronito di Roma. Si accampa alla Marmorella verso la Porta di San Giovanni in Laterano; affrontato dai fanti del Montone e di Tartaglia ripiega per la via Ostiense; attraversa  il Tevere e per Monte Mario entra nella città per la Porta Viridaria.

1423
Sett.Re d’AragonaNapoli AngiòCampaniaE’ assediato in Napoli con Bernardino degli Ubaldini della Carda e Jacopo Caldora dalle milizie angioine da quelle di Muzio Attendolo Sforza.
1424
Lug.FirenzeMilanoRomagna

Prende parte all’assedio di Forlì con Carlo Malatesta. A fine mese segue tale capitano a Zagonara: gettato a terra dalla sua cavalcatura  muore affogato nel fango provocato dalla forte pioggia; per altre fonti subisce la medesima sorte nel fossato del castello. Sposa Lucrezia Conti, figlia del signore di Valmontone.

 CITAZIONI

-Con Uliviero da Lecce, Menicuccio dell’Aquila, Sante Carillo “Prenominati illustrissimi et magnifici capitanii li quali tucti portavano stendardo.” BROGLIO

-Con Pandolfo Malatesta, Ludovico degli Obizzi, Niccolò da Tolentino e Ardizzone da Carrara “Praefectos rei militaris peritos.” BRACCIOLINI

-Con Pandolfo Malatesta, Ludovico degli Obizzi, Niccolò da Tolentino e Ardizzone da Carrara “Praefecti rei militaris multum periti.” SANT’ANTONINO

-Con Bernardino degli Ubaldini “Ductores bellicosi.” CRIVELLI

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi