NICCOLO’ DEI MACARUFFI

0
1860
Torrione Visconteo, Parma
Torrione Visconteo, Parma

Last Updated on 2024/01/08

NICCOLO’ DEI MACARUFFI Di Padova. Fuoriuscito.

  • 1348 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1318FuoriuscitiPadova Veneto

Si trova a Chioggia con Galvano da Terradura. Cerca di persuadere Albertino Mussato ad unirsi con i fuoriusciti e gli scaligeri per attaccare di sorpresa Padova.

1321Ferrara 25 cavalli  
1327   LombardiaPodestà di Brescia.
1333     
EstateFerraraChiesa Impero Romagna

Combatte le truppe del cardinale legato Bertrando del Poggetto. Assale Consandalo, dove sono uccisi 260 abitanti di Argenta accorsi alla difesa della località. I cadaveri sono caricati su un’imbarcazione, che viene spinta dalla corrente verso Argenta.

Nov.   Romagna

E’ lasciato dal signore di Ferrara Rinaldo d’Este all’assedio di Argenta. Le operazioni continuano per altri due mesi. Niccolò dei Macaruffi fa tagliare l’argine sinistro del Po in più punti per inondare i terreni vicini alla località;  costruisce una bastia nei pressi per impedire che arrivino da Bologna e da Ravenna soccorsi ai difensori.

1334     
Gen.   Romagna

Viene informato che da Bologna si sta muovendo un grosso esercito per assalirlo: si allontana in fretta a Consandalo  lasciando nelle mani degli avversari le macchine da guerra e le salmerie.

……………   RomagnaAl cessare del pericolo ritorna ad assediare Argenta. E’ raggiunto da Rinaldo d’Este.
1338     
Lug.   EmiliaPodestà di Modena. Ricopre il medesimo incarico anche per il primo semestre del 1339.
1340   VenetoPuò rientrare per qualche tempo a Padova.
1341     
…………….FerraraForlì Romagna

Regge il governo di Argenta per conto del marchese Obizzo d’Este. Affianca i pontifici ai danni del signore di Forlì Francesco Ordelaffi.

Lug.   RomagnaPrende parte all’attacco contro Cesena.
1342     
Primo semestre   EmiliaPodestà di Modena. mantiene la stessa carica anche per il primo semestre dell’anno successivo.
1346   EmiliaPodestà di Parma.
1347     
Gen.   Emilia

Il marchese di Ferrara Azzo d’Este fa pressioni sul signore di Padova  Ubertino da Carrara affinché Niccolò dei Macaruffi possa rientrare per sempre nella sua città.

1248    Muore. Sposa Imelda d’Este.

NESSUNA CITAZIONE

Fonte immagine in evidenza: wikimedia

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi