MARCO DA EMPOLI

0
62

0610      MARCO DA EMPOLI  Detto Marcone.

               + 1550 ca.

Anno, mese

Stato. Comp. ventura

 

Condotta

Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1529

 

 

 

 

 

Sett.

Firenze

Impero

150 fanti

Toscana

Viene preposto alla guardia di Cortona. Con Goro da Montebenicchi e Francesco Sorbelli respinge i nemici che stanno scalando le mura a fianco della cattedrale: nello scontro vi sono più di 70 morti tra i difensori e più di 200 tra gli attaccanti, tra i  quali un nipote del principe d’ Orange per un colpo di archibugio ai genitali, ed i capitani spagnoli Segura ed Alfonso di Vaglia; nel combattimento rimane pure lievemente ferito, colpito da un sasso sull’elmo, il marchese Alfonso d’Avalos. Alla fine gli abitanti decidono di arrendersi e riconoscono 20000 ducati agli imperiali affinché la città non sia saccheggiata. Marco da Empoli si ritira nella rocca con Carlo Bagnesi; la lascia con gli altri capitani senza accettare le condizioni di resa. Cerca di incontrare il principe d’ Orange a Camucia, ma costui non lo vuole neppure vedere. I suoi fanti escono per la Porta Montanina e sono tutti svaligiati. Catturato, non accetta di passare al soldo degli avversari; si impegna, invece, a non combatterli più. Non mantiene la promessa perché gli avversari per primi, non hanno ottemperato ai patti.

Ott.

 

 

 

Toscana

Si trova alla difesa di Firenze agli ordini di Stefano Colonna.

Dic.

 

 

 

Toscana

Presenzia alla rassegna delle truppe tenuta da Malatesta Baglioni a Firenze al Monte di San Miniato.

1536

Francia

Impero

 

 

 

1544          

Giu.

Francia

Impero

 

Piemonte

Affianca Piero Strozzi nella battaglia che si svolge sullo Scrivia tra Serravalle Scrivia e Novi Ligure. Fatto prigioniero con altri fuoriusciti fiorentini come Caroccio Strozzi, Bati Rospigliosi ed Ivo Biliotti, è liberato dietro il pagamento di una taglia.

1550

 

 

 

 

Muore.

 CITAZIONI

Soldato non solo animoso e pratico, ma prudente.” VARCHI