Lancia

0
252

Asta di legno lunga circa cinque braccia, con ferro acuto in punta, propria del guerriero a cavallo. La forma dell’asta varia nei secoli a seconda dei paesi e degli spazi nei quali avvengono gli scontri; la forma del ferro muta a seconda delle differenze culturali. Come uso, la lancia viene puntata diagonalmente al di sopra del collo del cavallo, cosicché i contendenti si affrontano dandosi il fianco sinistro. La lancia viene impiegata fino al XVII secolo. Il termine corrisponde pure al milite di cavalleria pesante accompagnato da uno scudiero, con le relative cavalcature. Fino al 1200 la lancia è composta di due cavalli; nel 1300 è disposta su tre cavalli e tre uomini. Cinque cavalieri formano una posta viva; cinque poste, una bandiera o squadra. Con il tempo l’organico della lancia aumenta ulteriormente fino a contare 5 o 6 cavalli. La cavalleria pesante è l’arma che viene descritta per prima in ogni rassegna e che riceve la maggiore attenzione da parte delle autorità. La lancia francese è invece costituita da un uomo d’arme con due cavalli, il grosso ed il ronzino; vi sono, inoltre, due balestrieri a cavallo (o cavalli leggeri) che i francesi chiamavano arcieri. La lancia spezzata riguarda l’uomo d’arme che passa agli stipendi di qualcuno individualmente e senza fare parte di alcuna compagnia. Si denominano, altresì, con questo nome anche alcuni cavalieri veterani che vengono impiegati direttamente dallo stato e sono organizzati in compagnie comandate da capitani. Lance spezzate divengono poi coloro che, avendo perso il cavallo, spezzano verso il calcio le loro lance per uti lizzarle a piedi alla testa delle fanterie. Si chiama così anche ogni soldato che per coraggio e lealtà sia scelto a vegliare sulla persona del principe. Le lance spezzate incominciano a prendere l’apparenza di truppe permanenti in un momento in cui la condotta è ancora di pochi mesi. Nel secolo XVI, infine, sono riconosciuti con tale termine quei soldati scelti, sia di fanteria che di cavalleria, che aiutano i caporali ed i sergenti nell’espletamento dei loro doveri. Lancia morta: ha il significato di paga in più di soldati, rispetto all’ef fettivo organico della compagnia, percepita dal condottiero.

SHARE
Previous articleInvestitura
Next articleMacchina