GIOVANNI DA TERZO

0
1815

Last Updated on 2023/04/10

Condottieri di ventura

1949      GIOVANNI DA TERZO  (Giovanni Torso, Giovanni Tosco, Giovanni Toscani) Di Soncino.

  • 1415 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1410
Mar.LombardiaImpadronitosi di Soncino, è minacciato dal signore di Cremona Gabrino Fondulo. Con la mediazione dei veneziani stipula una  tregua di un anno con il signore di Cremona.
1411
……………..BresciaMilano CremonaLombardia

Milita al servizio del signore di Brescia Pandolfo Malatesta contro Facino Cane e Gabrino Fondulo. Occupa i castelli di Fontanella, Covo, Antegnate, Romano di Lombardia e Gallignano; libera Soncino dall’assedio che vi è stato posto dal Fondulo.

PrimaveraLombardia

Ha il compito di impedire il congiungimento delle milizie cremonesi con quelle di Facino Cane. E’ costretto dagli avversari  che dispongono di forze superiori alle sue  a riattraversare l’Oglio ed a rientrare a Romanengo. Da tale località è in grado di  controllare il  possesso di Soncino. Nel conflitto cade in un’imboscata che gli viene tesai da Muzio Botta. Ferito gravemente, è portato in salvo dai suoi uomini d’arme.

1412
Gen.Lombardia

E’ inviato da Pandolfo Malatesta con 300 cavalli in soccorso di Soncino alla cui difesa si trova il suocero Giacomo di Covo. Varca l’Oglio presso Orzinuovi;  sorprende le truppe di Gabrino Fondulo. Con la vittoria entra nel castello e vi lascia alcuni bombardieri. Nello scontro sono uccisi tra i cremonesi 200 uomini tra cui Muzio Botta.

Mar.Lombardia

Giacomo di Covo si arrende a Facino Cane ed al duca di Milano; il suocero  investe Giovanni da Terzo di Soncino; quest’ultimo dopo pochi giorni consegna la località ai viscontei per ritornare al servizio di Pandolfo Malatesta. Toglie ogni presidio da Fontanella, Covo, Antegnate. Romanengo e Cadignano per riportarli alla difesa del bergamasco.

1415Muore.

NESSUNA CITAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi