GIOVANNI DA FELTRE

0
1993
Le mura romane di Osimo
Le mura romane di Osimo

Last Updated on 2023/12/08

GIOVANNI DA FELTRE

  • 1500 ca.
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attivitàAzioni intraprese ed altri fatti salienti
1487
Ago.ChiesaOsimoMarche

Prende parte all’assedio di Osimo. Entra nella città con il legato pontificio, il cardinale di Balvès, ed altri 3 connestabili (Alfonso Spagnolo, Matteo della Crovara e Niccolò da Maccano) allorché Boccolino Guzzoni si arrende nella mani di Gian Giacomo da Trivulzio.

1495
Giu.VeneziaFrancia100 fantiRomagna ed EmiliaDalla Romagna è trasferito nel parmense.
Lug.EmiliaPartecipa alla battaglia di Fornovo.
Ago.100 fantiPiemonte

Prende parte all’assedio di Novara con Francesco Grasso. E’ ferito da una freccia in un attacco portato alla Porta di Sant’Agapito ed in un bastione vicino.

Nov.150 fantiPugliaE’ inviato con altri capitani nel regno di Napoli in soccorso degli aragonesi.
1496
Apr.PugliaA Foggia con Francesco Grasso. Si sposta indi a Lucera agli ordini del capitano generale, il marchese di Mantova Francesco Gonzaga.
Dic.PugliaGli è concessa una provvigione mensile di 10 ducati.
1497
Apr.VeneziaFirenzeRomagnaE’ gravemente ferito a Montecoronaro.
Lug.100 fantiFriuliRistabilitosi, è segnalato a Gradisca d’Isonzo alla testa di 100 provvigionati allo scopo di sorvegliare i confini dove agiscono alcuni banditi tedeschi.
1498
Ott.  nov.Romagna

A Ravenna ed a Rimini per arruolare 200 provvigionati da portare in Casentino contro i fiorentini. Non riesce a completare l’organico della propria compagnia.

Dic.Romagna

Giunge in Val di Bagno con 800 fanti per prestare soccorso a Ramberto Malatesta da Sogliano. Con Vincenzo Naldi e Melchiorre Ramazzotto protesta per il ritardo delle paghe; riceve 2000 ducati dal provveditore Giovanni Paolo Gradenigo.  Con Vincenzo Naldi ed il Ramazzotto riprende a lottare    contro i fiorentini. Si rifiuta di trasferirsi  in Casentino.

1499
Gen.Romagna

In Val di Bagno. Perviene a Galeata ove  ricostituisce la sua compagnia; è preposto alla guardia di Caresto. A fine mese abbandona la località per la mancanza di denaro.

Feb.Romagna e Marche

Viene segnalato alla guardia di Montalto, di Caresto e di Castelnuovo; segue Antonio Pio;  raggiunge Casteldelci alla ricerca di rinforzi per conto di Ramberto Malatesta da Sogliano. Si ritrova in breve senza compagnia.

Lug.VeneziaMilano110 fantiLombardiaAlla guardia di Pontevico e della locale rocca.
Ago.Lombardia

Senza alcun ordine si muove in perlustrazione nel cremonese: viene biasimato  nel Collegio dei Pregadi per la sua iniziativa in quanto ha lasciato  Pontevico senza alcuna difesa.

1500Muore.

 CITAZIONI

-Con Antonio Fabbri “Capitani valorosi.” GIOVIO

Fonte immagine in evidenza: osimoturismo.it

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi