GHERARDO RANGONI Di Modena

0
263

Condottieri di ventura

1574      GHERARDO RANGONI  Di Modena. Signore di Spilamberto, Castelvetro di Modena, Campiglio, levizzano Rangone. Figlio di Jacopino, padre di Guido, genero di Selvatico Boiardi.

                + 1447

Anno, mese

Stato. Comp. ventura

Avversario

Condotta

Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1409

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu.

Ferrara

Parma

 

 

Emilia

Combatte le truppe del signore di Parma Ottobono Terzi;  con altri condottieri assale i castelli di Carlo da Fogliano.

1410

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen.

 

 

 

 

 

 

Lazio

Accompagna a Roma il marchese di Ferrara Niccolò d’Este che deve incontrarvisi con l’antipapa Alessandro V.

1420

Ferrara

Milano

 

 

Emilia

Ricopre l’incarico di capitano a Parma.

1434

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mar.

 

 

 

 

 

 

Romagna

Si reca a Forlì per rendere visita al futuro genero Antonio Ordelaffi.

1438

Bologna

Chiesa

 

 

Emilia

Contrasta le milizie pontificie. Amico di Antongaleazzo Bentivoglio nei primi mesi si incontra con Raffaele Foscarari per vendicare la morte dello stesso Bentivoglio e scacciare i pontifici da Bologna. Scrive pertanto al duca di Milano Filippo Maria Visconti per spingerlo ad inviare in Emilia Niccolò Piccinino.

1441

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sett.

 

 

 

 

 

 

Romagna

Conduce da Spilamberto a Forlì Cecco e Pino Ordelaffi.

1443

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu.

 

 

 

 

 

 

Emilia

Ospita a Spilamberto Annibale Bentivoglio appena liberato dalla rocca del castello di Varano de’ Melegari da Galeazzo e Tideo Marescotti. Gli fa pressioni affinché si rappacifichi con i Canedoli e lo aiuta a rientrare in Bologna.

Ago.

Bologna

Milano

 

 

Emilia

Si porta a Bologna con 800 cavalli e 500 fanti; si sposta successivamente in Romagna con Simonetto da Castel San Pietro per saccheggiare i territori di Imola e di Faenza ai danni di Guidantonio Manfredi.

1445

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lug.

Bologna

Milano

 

 

Emilia

A Bologna con Tiberto Brandolini.

1447

 

 

 

 

 

 

 

 

Fa testamento e muore. Sposa Beatrice Boiardi figlia di Selvatico, signore di Rubiera.

 NESSUNA CITAZIONE