GHERARDO RANGONI

0
2180
Castelvetro, Modena
Castelvetro, Modena

GHERARDO RANGONI  Di Castelvetro di Modena. Signore di Castelcrescente e di Borgofranco (Ravarino), acquistati da Pietro della Rocca, medico dell’imperatore Giovanni di Boemia.

  • 1373 (ottobre)
Anno, meseStato. Comp. venturaAvversarioCondottaArea attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

……..EmiliaAcquista Borgofranco (Ravarino) da Pietro della Rocca, già medico curante dell’imperatore Giovanni di Boemia.
1340LombardiaRicopre l’incarico di podestà a Pavia.
1352
Apr.EmiliaPartecipa al consiglio cittadino di Modena in cui viene riconfermata la fedeltà della città agli estensi. Per il suo operato a Ludovico Rangoni è concessa la cittadinanza di Ferrara.
1355FerraraMilanoEmiliaContrasta Galeazzo Pio.
1356
Feb.FerraraMilanoEmiliaSconfigge i viscontei a San Polo d’Enza.
Ago. sett.EmiliaCon Ugolino da Savignano recupera nottetempo il castello di Savignano sul Panaro. Munisce la fortezza e rientra a Modena. Nello stesso mese attacca pure il castello di Fiorano Modenese. La guarnigione non cede. Si avvicina nel frattempo Galeazzo Pio ed i 2 condottieri sono costretti a darsi alla fuga.
1357
Lug.BolognaMilanoEmilia

Con Ricciardo Cancellieri, Feltrino Gonzaga, Lanfranco Rangoni, Ugolino da Savignano e Manfredino da Sassuolo (1500 cavalli e 4000 fanti bolognesi) affronta 2000 cavalli viscontei comandati da Galeazzo Pio. Attraversa il Panaro a San Cesario e si ferma a Piumazzo,  dove si scontra con   Galeazzo Pio. Nessuna delle due parti può dichiararsi vincitrice del successivo scontro. Prima ddel combattimento è armato cavaliere con Manfredino da Sassuolo, Cinello da Savignano e 2 figli di Ricciardo Cancellieri.

1358EmiliaIl papa Urbano V gli conferma i propri feudi.
1359Romagna

Si reca a Ravenna;  è scelto come arbitro per una controversia, che si trascina da decenni, sul possesso di Castiglione tra Guido da Polenta ed i Pochepenne.

1362
Mar.FerraraEmiliaA Ferrara, in occasione della stipula di un’alleanza in funzione antiviscontea tra pontifici, scaligeri, carraresi ed estensi.
Sett.EmiliaA Ferrara, per le trattative riguardanti il Polesine di Rovigo tra carraresi ed estensi.
1368FerraraMilano
………MilanoLega
………LegaMilano
1373
Ott.Emilia

Si reca a Bologna con il marchese di Ferrara Niccolò d’Este per conferire con il legato pontificio, il cardinale Anglico Grimoard. Sulla via del ritorno per Modena è sorpreso a Castelfranco Emilia, presso la torre del Samoggia, da Francesco e da Manfredino da Sassuolo che lo uccidono. Molte fortezze del territorio modenese si ribellano agli estensi e si danno ai Visconti. I suoi armati ritornano a Modena abbandonando il parmense. Sposa Amabilia di Porcia figlia di Brizaglia.

 CITAZIONI

-“Il quale era (di) tanta riputatione, che essendo venuta competenza fra Benvenuto e Rinieri Pochepenne, con Bernardino e Ostasio da Polenta signori di Ravenna, acquetate le loro discordie, gli congiunse con ferma e stretta amicitia.” SANSOVINO

-“Condottiere del secolo XV.” BOSI

-“Celebre uomo d’arme ed uno dei più potenti sostegni degli Estensi contro i Visconti.” ARGEGNI

Fonte immagine in evidenza: Comune di Castelvetro di Modena

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi