FILIPPINO DAL VERME Di Verona

0
226

Condottieri di ventura

2116      FILIPPINO DAL VERME  Di Verona. Fratello di Taddeo, cugino di Jacopo.

1355 ca – 1421 (settembre)

 Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1377  

 

 

 

  Veneto

E’ incarcerato per alcuni anni da Cansignorio della Scala con il padre Bartolomeo dal Verme. Nel 1377 con il fratello maggiore Taddeo ed altri congiunti è assolto dal bando che fino ad allora ha colpito tutti i suoi famigliari per  la loro partecipazione  alla ribellione di Frignano della Scala.

1383 Napoli Angiò  

 

Campania

 

1384  

 

 

 

 

 

 

 

 

Ott. dic.  

 

 

 

 

 

Calabria

E’ segnalato nelle terre del Principato con Gerardo da Parma, Gerardo Gritti e Ruggero da San Severino, conte di Mileto e di Belcastro per opporsi ai nobili calabresi favorevoli a Luigi d’Angiò.

………….  

 

 

 

 

 

 

 

Convince il suocero Antonio della Scala ad investire le sue ricchezze in una compagnia di ventura.

1387  

 

 

 

 

 

 

 

 

Gen. Comp. ventura Bologna  

 

Emilia

Combatte nella compagnia del conte Lucio Lando.

Feb. Comp. ventura Forlì  

 

Romagna

E’ affrontato a Castrocaro Terme da Cecco e da Pino Ordelaffi che lo mettono in fuga con Guido d’Asciano. Passa al soldo di Antonio della Scala per combattere i carraresi.

Mar. Verona Padova 400 cavalli Veneto

 

Apr.  

 

 

 

 

 

Veneto

Esce da Mestre con i suoi cavalli e Guido da Savona (600 fanti).  Compie alcune scorrerie nel trevigiano: i prigionieri ed il bestiame razziato sono condotti a Mestre.

Mag.  

 

 

 

 

 

Veneto

Sempre con Guido da Savona si dirige verso Vicenza, attraversa il Sile a Quinto di Treviso, guada il Brenta nei pressi di Bassano del Grappa ed entra nel vicentino. Le milizie carraresi, che stanno a Cittadella ed a Carturo, assalgono i due capitani e li mettono in fuga catturando loro 60 fanti e dieci uomini d’arme. Filippino dal Verme raggiunge Marostica;  si sposta a Verona; Guido da Savona si colloca alla difesa di Vicenza.

…………. Milano Padova  

 

 

 

Con la sconfitta degli scaligeri di fronte ai viscontei passa al soldo del conte di Virtù Gian Galeazzo Visconti.

1388  

 

 

 

 

 

 

 

 

Primavera Comp. ventura  

 

 

 

Umbria

Affianca Antonio della Scala e si dirige verso lo stato della Chiesa. I fiorentini gli negano il transito;  si trasferisce allora in Umbria.

…………….  

 

 

 

 

 

Campania

Milita al servizio del re Ladislao d’Angiò e della regina Giovanna d’Angiò nelle  guerre che coinvolgono il regno di Napoli. Vive a Salerno.

1421
Sett.  

 

 

 

 

 

 

 

Fa testamento e muore. Sposa una sorella del signore di Verona Antonio della Scala e la salernitana Tommasina Gennareni.

 CITAZIONI

“Quis sub rabie Cansignorii adeo passus fuerat in illis angustiosam vitam ageret innocenter, expiare tetendit.” MARZAGAIA

“Cavaglier Veronese, il quale non comportò, che della sua riputazione trionfasse il riposo.” DE’ CRESCENZI

Con Guido d’Asciano “Fortes Duces.” G. ROSSI