ETTORE GIOVENALE

0
1205
Print Friendly, PDF & Email

Condottieri di ventura

0772      ETTORE GIOVENALE  (Ettore Romano, Peraccio Romano) Di Roma.

+ 1530 ca.

Anno, mese

 

Stato. Comp. ventura

 

Avversario

 

Condotta

 

Area attività

 

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

 

1503

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Feb.

 

Spagna

 

Francia

 

 

 

Puglia

 

Prende parte alla famosa “disfida di Barletta”.

1521

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…………

 

Ferrara

 

Chiesa

 

 

 

 

 

Affianca i francesi del Lautrec.

Ott.

 

 

 

 

 

 

 

Emilia

 

Preposto alla guardia del bastione di Doccia all’ingresso del Panaro nel Po non  interviene a sostenere Enea da Cavriana quando costui viene assalito dai pontifici;  si dà alla fuga con la fanteria seguito dai cavalli leggeri di Masino dal Forno. Per tale comportamento è licenziato dal duca di Ferrara con l’accusa di tradimento.

1526

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu.

 

Chiesa

 

Impero

 

400 fanti

 

Emilia

 

Si trova alla guardia di Modena con 400 fanti.

Lug.

 

 

 

 

 

 

 

Emilia

 

Staziona tra Modena e Campogalliano per contrastare gli imperiali. Un suo uomo è ferito dai soldati del capitano della piazza di Modena: i suoi fanti si sollevano e cercano di uccidere il funzionario.

Sett.

 

 

 

 

 

 

 

Emilia e Lazio

 

Esce da Modena con Pietro da Birago (400 fanti e 80 cavalli leggeri); giunge a Sorbara per impedire a 100 cavalli spagnoli ed a 100 archibugieri imperiali di attraversare il Secchia e di trasferirsi nel bolognese; insegue gli avversari.  Raggiunge i cavalli leggeri di Bernardino Antignola che sono all’avanguardia; con quest’ ultimo mette in fuga gli avversari. Nello scontro sono uccisi o fatti prigionieri venti spagnoli. Tra i pontifici cadono due capitani dell’ Antignola. Richiamato a Roma, prende parte con Stefano Colonna e Francesco Salamoni alla difesa della città quando questa viene attaccata dalle milizie colonnesi: alla guardia con costoro della Porta di Santo Spirito, ne è scacciato dagli avversari.

Ott.

 

 

 

 

 

 

 

Emilia

 

A Modena. A novembre è impiccato un suo fante sorpreso a rubare in alcune case.

1530

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Muore.

 CITAZIONI

“Era venuto costui, a sì honorato grado nella militia, per una opinione havutasi universalmente della virtù sua; rispetto all’essere stato un di quei tredici, che combatterono in Puglia per la dignità del nome Italiano.” GIRALDI