BERTOLDO ORSINI Guelfo

0
681
Print Friendly, PDF & Email

Condottieri di ventura

1282      BERTOLDO ORSINI  Guelfo. Conte di Monterotondo.

+ 1333 (maggio)

Anno, mese Stato. Comp. ventura Avversario Condotta Area attività

Azioni intraprese ed altri fatti salienti

1306 Chiesa  

 

 

 

Lazio

Ha il comando delle milizie pontificie nel Patrimonio.

1323  

 

 

 

 

 

Lazio

E’ vicario in Roma del re di Napoli Roberto d’Angiò.

………….. Chiesa Impero  

 

Lazio

Combatte le truppe dell’ imperatore Ludovico il Bavaro.

1327  

 

 

 

 

 

 

 

 

Ago. Chiesa Impero  

 

Lazio

Espulso da Roma, si presenta alle porte della città con il cardinale Giovanni Gaetano Orsini suo zio; penetra in Vaticano attraverso una breccia delle mura e vi innalza delle barricate. E’ subito attaccato da Sciarra Colonna mentre le campane del Campidoglio suonano a stormo. Viene fatto prigioniero;  solo grazie alla generosità del Colonna si salva dalla furia del popolo.

1328  

 

 

 

 

 

 

 

 

Estate  

 

 

 

 

 

Lazio

Rientra in Roma con Stefano Colonna allorché la città viene abbandonata dagli imperiali. E’ nominato senatore della città con il Colonna: i capi della fazione ghibellina Sciarra Colonna e Jacopo Savelli fuggono dalla città senza opporre resistenza. Bertoldo Orsini si dà alle vendette di parte;  sono gettati nel Tevere tutti i soldati nemici che vengono scoperti.

1329  

 

 

 

 

 

Lazio

Viene sostituito nell’incarico di vicario regio di Roma da Guglielmo di Eboli. Sorgono tumulti nella città per una carestia:  espelle l’Eboli e sceglie, a sua volta, due nuovi senatori.

1330  

 

 

 

 

 

Lazio

Roberto d’Angiò affida l’incarico di vicario regio di Roma a lui ed al conte di Nola  un altro Bertoldo Orsini. Induce i romani a chiedere il perdono del papa che sta ad Avignone per avere assistito senza ribellarsi all’incoronazione imperiale ed all’elezione dell’antipapa.

1333  

 

 

 

 

 

 

 

 

Mag. Orsini Colonna  

 

Abruzzi

E’ diretto a Tagliacozzo. Cade in un agguato che gli è teso a San Cesario nei pressi di Avezzano: è ucciso in combattimento con Orso dell’Anguillara da Stefanuccio Colonna e da Verardo Evangelista.

 CITAZIONI

“Il quale Bertoldo fu il più riputato omo di Roma e il più valente.” A.DI TURA

“Segnalato huomo per liberal splendore di virtù e di guerra, e baron principale della famiglia Orsina, s’havea acquistato gloria di honorata pietà.” SANSOVINO